VIDEO | Giustizia. Giarrusso torna al vaffa, ma sbaglia il day…

Il senatore ex M5s contro il capogruppo di Italia Viva Davide Faraone
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Anche se ha lasciato il Movimento Cinque Stelle il senatore Mario Michele Giarrusso deve essere ancora affezionato allo slogan delle origini. Lo si e’ capito oggi nell’aula del Senato quando, quando nel corso del suo intervento sulla sfiducia a Bonafede, Giarrusso non e’ riuscito a contenersi.

“Non ero arrivato neanche a cinque minuti… Ho qui il tempo”, ha detto all’indirizzo della presidente Casellati quando si e’ accorto che d’improvviso stava parlando senza amplificazione. Quindi, forse pensando di essere ancora senza microfono, rivolto al collega senatore Davide Faraone, capogruppo Iv che scherzava per il fatto che l’ex grillino non potesse piu’ parlare, il senatore siciliano e’ sbottato: “Ma vaffanculo…”, gli ha detto, accompagnadosi con il classico gesto della mano e non senza un sorriso.

Casellati sul momento non si e’ accorta della parolaccia. Lo ha capito, come ha spiegato lei stessa in aula, quando ha rivisto l’episodio raccontato al tg. “Sto verificando se sia stata usata da parte del senatore un’espressione che non si confa a quest’Aula. Me ne dolgo, anche per il fatto che nessuno qui me lo ha segnalato. E’ inaccettabile quell’espressione. Io l’ho sentito al telegiornale e mi spiace”, ha detto la presidente.

Giarrusso non si riferiva a Casellati. “Ce l’avevo con Faraone che sfotteva per il microfono staccato”, dice il senatore ex M5s, contattato dalla Dire. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»