Regioni, Rossi: “La Toscana si candida ad avere autonomie speciali”

Sul ddl Boschi ho chiesto di lavorare sull'articolo 116 che prevede l'autonomia speciale delle Regioni che dimostrano di essere a posto con i conti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

enrico rossiFIRENZE – “Il passaggio alla Camera ha peggiorato molto il primo testo uscito dal Senato. Io sono andato in audizione, ho chiesto che venisse ripristinato quel testo e ho chiesto soprattutto di lavorare sull’articolo 116 che prevede l’autonomia speciale delle Regioni che dimostrano di essere a posto con i conti. Perché io penso che la Regione Toscana può candidarsi per avere autonomie speciali”. Lo ha spiegato il governatore della Toscana, Enrico Rossi parlando del ddl Boschi a margine di una conferenza stampa.

A chi gli chiedeva se il nuovo pronto soccorso che sta per inaugurare a Careggi servirà anche al Pd, dopo i traumi sulle riforme il presidente della Giunta regionale ha risposto: “Speriamo che non ce ne sia bisogno. La sinistra è spesso abituata a farsi del male. Credo che le riforme vadano fatte e sono sicuro che alla fine il partito si presenterà unito e saprà dare un segno forte a queste riforme- ha sottolineato- Sarebbe bene se, oltre a discutere dell’articolo 2, si parlasse anche un po’ di più di funzioni, del ruolo del Senato”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»