Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Investimenti nelle rinnovabili; Cannavacciuolo al Vinitaly; adeguamento dell’Aurelia; trivelle

[video poster="https://www.dire.it/wp-content/uploads/2017/03/tg-ambiente-cattura.jpg" mp4="https://media.dire.it/2017/04/20170412_TG_Ambiente.mp4"][/video] NEL 2016 7.2 MILIARDI IN RINNOVABILI MA 1/3 VA ALL’ESTERO Nel 2016 gli investimenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NEL 2016 7.2 MILIARDI IN RINNOVABILI MA 1/3 VA ALL’ESTERO

Nel 2016 gli investimenti italiani nelle rinnovabili sono stati pari a 7,2 miliardi, con una flessione nell’entità dell’investimento del -27% rispetto all’anno precedente. Un terzo delle operazioni ha riguardato l’estero, con investimenti fuori Italia per 4,6 miliardi, cioè’ circa il 64% del valore totale. Questi alcuni dei dati dell’Irex annual report 2017 realizzato da Althesys.

La quota più rilevante è costituita dalle acquisizioni, che per la prima volta superano in numero le realizzazioni di nuovi impianti: infatti nel 2016 le acquisizioni sono state il 39% del totale delle operazioni, mentre le nuove realizzazioni si fermano al 35%.

CANNAVACCIUOLO AL VINITALY: OLIO EXTRAVERGINE NOSTRA FORTUNA

“Ministro Martina stai facendo una cosa grandissima perché alla base del nostro lavoro c’è un solo ingrediente ed è l’olio extravergine d’oliva”. Così lo chef Antonino Cannavacciuolo, in un video registrato dal Mipaaf per la campagna ‘Olio extra vergine, la sua ricchezza, la nostra fortuna’.

“Stai facendo una campagna bellissima, ti faccio un in bocca al lupo e ‘spacca’, sei un grande”, conclude lo chef. La campagna di comunicazione istituzionale del ministero delle Politiche agricole vuole promuovere il consumo di olio extra vergine di oliva, oro verde del nostro Paese, e sensibilizzare i consumatori sulla lettura dell’etichetta per conoscere le caratteristiche nutrizionali, la varietà, l’origine e la tracciabilità del prodotto. Tra i testimonial anche lo chef Davide Oldani e la food blogger Chiara Maci.

BENESSERE EQUO E SOSTENIBILE NEL DEF, C’È ANCHE CO2

Con il Documento di economia e finanza (Def) 2017, l’Italia è il primo paese dell’Unione europea e del G7 a includere nella propria programmazione economica, oltre al Prodotto interno lordo (Pil), indicatori di benessere equo e sostenibile. Lo comunica il Mef.

Infatti nel Def in via di adozione da parte del Consiglio dei Ministri sarà presentata in via sperimentale l’evoluzione passata e futura di quattro indicatori particolarmente significativi per la qualità della vita dei cittadini e della società nel suo complesso: il reddito medio disponibile, un indice di diseguaglianza, il tasso di mancata partecipazione al lavoro e le emissioni di CO2 e di altri gas clima alteranti.

NIENTE TIRRENICA: SI ADEGUA L’AURELIA, AMBIENTALISTI ESULTANO

Soddisfatte le associazioni ambientaliste per la decisione del Governo di stoppare il progetto dell’Autostrada tirrenica e pianificare la realizzazione della messa in sicurezza e adeguamento dell’Aurelia.

“La battaglia che il movimento ambientalista sta facendo da 30 anni– sostengono Wwf, Legambiente, FAI, Comitato per la bellezza, Rete dei Comitati per la difesa del territorio, Comitato terra di Maremma – dimostra che con l’impegno, i contenuti e la perseveranza si riesce a vincere anche le sfide più difficili. Esprimiamo soddisfazione perché questa volta le nostre Osservazioni critiche al progetto SAT sembrano essere state prese in seria considerazione dal MIT per questa decisione”.

MISE: NESSUNA NUOVA TRIVELLAZIONE ENTRO 12 MIGLIA

Il decreto del Ministero dello sviluppo economico che aggiorna le modalità operative per la ricerca e la produzione di idrocarburi non modifica in alcun modo le limitazioni per le attività consentite dal Codice Ambiente nelle aree marine comprese nelle 12 miglia dalla costa e dalle aree protette. A precisarlo è lo stesso Mise in risposta a quanto riportato su alcuni organi di stampa.

Nel decreto “si regolamentano solo le attività già consentite dalla legge all’interno di queste aree, e cioè le attività funzionali a garantire l’esercizio e il recupero delle riserve di idrocarburi accertate per la durata di vita utile del giacimento”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»