VIDEO | Sgarbi: “Il coronavirus muore dopo 100 giorni. Speranza? Bravo, ma dice balle”

Secondo Sgarbi "occorre una commissione parlamentare per vedere quali sono stati gli errori del governo"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Secondo Vittorio Sgarbi “la curva del contagio non si e’ piegata grazie” alle misure del governo. “No, si e’ piegata da sola”, dice il deputato del gruppo misto in aula alla Camera replicando alle comunicazioni del ministro Roberto Speranza.

I matematici lo spiegano: un virus dopo 100 giorni muore. Lo ha detto Zangrillo. Di fronte a queste evidenze occorre una commissione parlamentare per vedere quali sono stati i vostri errori”, dice ancora Sgarbi puntando il dito contro il governo.

Il deputato ha una particolare avversione per le mascherine. Il cui utilizzo giudica una “pantomima, un ricatto, un’ipocrisia”.

“La mascherina – dice – non serve altro che per contrarre il virus se tu porti troppo la mascherina e bevi la tua stessa malattia. Ma non capisco a cosa serva se il 4 aprile il capo della Protezione civile diceva che lui non la usava“.

Rivolto al ministro Speranza Sgarbi ha concluso sostenendo che il titolare della Salute “e’ bravo, misurato, gentile, delicato ma non ha detto una sola verita’, solo balle: come state dicendo da tre mesi a questa parte. Ma io non faccio il medico, vi guardo pensando che finirete nel nulla da cui venite”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

11 Giugno 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»