Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Si chiudono le porte del treno e il bimbo nel passeggino resta in banchina: salvato

Il pianto disperato del bimbo ha richiamato l’attenzione degli agenti della Polizia di Stato della Polfer, che lo hanno immediatamente trasportato in un luogo caldo, provando a calmarlo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – E’ accaduto tutto in pochi istanti alla stazione Termini. I genitori stavano caricando sul treno i bagagli, quando le porte del convoglio si sono chiuse per la partenza. La scena è stata notata da una passeggera in attesa sul binario, che ha visto il padre del bambino che, dall’interno, cercava di sbloccare le porte del treno, nel frattempo partito.

Il pianto disperato del bimbo sul passeggino ha richiamato l’attenzione degli agenti della Polizia di Stato della Polfer, che lo hanno immediatamente trasportato in un luogo caldo, provando a calmarlo.

Contattato il capo treno, gli agenti sono riusciti a far fermare il treno alla stazione Tiburtina, dove trovavano il padre disperato che chiedeva aiuto. Accompagnato alla stazione Termini il genitore ha potuto finalmente riabbracciare il figlio.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»