NEWS:

Santa Cecilia, il 5 dicembre a Roma il concerto ‘Suoni d’inverno’

Tanti gli ospiti attesi: Serena Autieri, Gigi Marzullo e il ministro dell'Università e della Ricerca Anna Maria Bernini

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – Domani a Roma presso il Conservatorio di Musica ‘Santa Cecilia’, si terrà l’esclusivo concerto ‘Suoni d’inverno’ per celebrare l’illustre storia e il promettente futuro di una delle istituzioni culturali più importanti d’Italia. Con la partecipazione del ministro dell’Università e della Ricerca Anna Maria Bernini, l’evento – che avrà inizio alle 20.45 – vedrà esibirsi l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio ‘Santa Cecilia’ diretta dal Maestro Michelangelo Galeati -formata da 50 musicisti tra studenti di triennio e biennio (tutti tra i 16 e i 30 anni), ex allievi e professori- nell’interpretazione di composizioni celebri del repertorio lirico e sinfonico di Rossini, Strauss, Saint-Saëns, Bizet, Mascagni e Shostakovich. Con l’Orchestra si esibirà il violino solista del giovanissimo Sebastian Zagame. Tanti gli ospiti attesi, dalle istituzioni ai rappresentanti del mondo della cultura e dell’imprenditoria: un appuntamento imperdibile con la partecipazione straordinaria di Serena Autieri, che rivisiterà alcuni brani della tradizione classica napoletana e di Gigi Marzullo, giornalista e conduttore, che presenterà la serata. Questa prima iniziativa promossa dal nuovo presidente Simona Agnes e dal direttore Franco Antonio Mirenzi, mette in luce la rinomata realtà musicale del Conservatorio attraverso il grande impegno dei docenti e degli studenti. L’attenzione dell’istituzione capitolina si concentra infatti proprio sui ragazzi, nel continuo dialogo tra antico e contemporaneo, a partire dallo studio della musica colta. Il Concerto si svolgerà nella bellissima e illustre Sala Accademica, dove è collocato uno dei gioielli del Conservatorio, il Grande Organo Walcker-Tamburini, strumento di eccezionale rilevanza storica e artistica.

Per la prima volta nella storia del Conservatorio, sarà una solida realtà imprenditoriale come il Gruppo MAG, broker assicurativo, ad affiancare e sostenere la serata del 5 dicembre, finalizzata alla valorizzazione degli studenti del ‘Santa Cecilia’. Una sinergia, quella tra cultura e imprenditoria, a cui il Conservatorio e l’azienda MAG, guidata da Pierluca Impronta, tengono in modo particolare.

La scelta di rapportarsi a un’istituzione di altissimo valore culturale e artistico come il Conservatorio è infatti motivata dalla convinzione che ancora oggi sia essenziale promuovere la cultura del merito investendo nel potenziale della realtà accademica e nelle eccellenze. Se di certo appartiene al patrimonio storico artistico culturale italiano, il Conservatorio ‘Santa Cecilia’ per la sua missione quotidiana a contatto con i giovani è chiamato ad aprirsi ogni giorno al futuro e alle sue sfide. E lo fa, nelle intenzioni del presidente Agnes, anche mostrando un ritratto autentico, quello di una realtà moderna, seppure con i piedi ben saldi nella sua lunga tradizione.

Un esempio di quanto forte questa istituzione senta l’impegno nella valorizzazione del patrimonio culturale del nostro Paese, collegando idealmente il passato al futuro, è anche il nuovo progetto di cooperazione ‘Creative Europe Opera out of Opera 2’ per rilanciare e far riscoprire l’Opera a un pubblico nuovo e più giovane e, contemporaneamente, formare gli artisti del futuro a nuove modalità di creazione, produzione e disseminazione.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail