NEWS:

La Maker Faire Rome torna con 100mila metri quadrati, sette padiglioni e 600 attrazioni

Dal 20 al 22 ottobre alla Fiera di Roma l'evento dedicato all'innovazione promosso e organizzato dalla Camera di commercio capitolina

Pubblicato:04-10-2023 16:27
Ultimo aggiornamento:05-10-2023 13:26
Autore:

FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

Uno spazio di 100mila metri quadrati, sette padiglioni a disposizione e oltre 600 attrazioni tutte da scoprire. Dal 20 al 22 ottobre alla Fiera di Roma la Maker faire Rome – European edition mette in scena la sua XI edizione e promette un tasso di innovazione sempre più elevato. A partire dalla 0100 Conference Mediterranean, l’organizzatore di eventi dedicati ai fondi di investimento che ha scelto la manifestazione romana come local partner e bacino privilegiato per il networking. Così, per due giorni le migliori esperienze innovative tra start up e imprese presenteranno i loro prodotti a realtà internazionali come i fondi Private equity e Venture capital. Promossa e organizzata dalla Camera di commercio di Roma, la Maker faire si rivolge a un pubblico sempre più ampio, formato dalle aziende piccole, medie e grandi, dagli innovatori di professione e anche alle famiglie, alle scuole e agli appassionati di futuro. Tra i temi scelti per questa edizione ci sarà la manifattura digitale, la robotica, l’intelligenza artificiale, l’agritech, l’e-sport, l’ecodesign, l’economia circolare e l’Internet of things, oltre alla sanità digitale e all’aerospazio, fino alle ultime invenzioni del metaverso e della realtà aumentata.

“Il pubblico della Maker faire alla Fiera di Roma incontrerà il futuro prossimo”, ha detto il presidente della Camera di commercio di Roma, Lorenzo Tagliavanti, che oggi in via de’ Burrò ha accolto le assessore allo Sviluppo economico di Regione Lazio e del Comune di Roma, Roberta Angelilli e Monica Lucarelli, insieme ai rappresentanti dei principali partner della fiera dell’innovazione, come Ice e Eni.

LA OPENING CONFERENCE

Si parte il 19 ottobre al gazometro Ostiense con la Opening conference e il suo tema ‘Innovatori come noi’, che vedrà i makers raccontare la loro storia e i loro progetti. Tra gli speaker Inbal Arieli, Mattia Barbarossa, Fabio Viola, Sabrina Bassetto, ma anche Ken Endo, ricercatore Sony Csl, e il coreografo Diego Tortelli che presenteranno ‘Body into the fight’, performance di danza elaborata in collaborazione con la Fondazione nazionale per la Danza Aterballetto: Karim Randè, danzatore e artista circense disabile, si esibirà indossando una avanzatissima protesi realizzata specificamente per lui. Sul palco anche un insolito trio composto da Elisa Ricci, professoressa e ricercatrice in ambito intelligenza artificiale, insieme a Pif e Brunori Sas, che discuteranno di ‘Amore ai tempi dell’intelligenza artificiale’.


CYBER SECURITY

Tra gli eventi più interessanti, quest’anno per la prima volta in Make faire ci sarà una parte dedicata alla Cyber security, anche grazie alla collaborazione istituzionale dell’Agenzia Cybersicurezza Nazionale, il Cini (Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica) e l’Università di Catania. Nel padiglione ‘Discover’, in particolare, si mescoleranno esperienze, gaming e workshop sull’argomento, con i maggiori esperti nazionali. Il 21 ottobre, per esempio, è in programma una avvincente dimostrazione di CyberMentalist con intelligenza artificiale, unica nel suo genere. Una intelligenza artificiale proverà ad entrare nella mente di alcuni volontari, per indovinare i loro segreti più profondi.

FORMAZIONE CON ‘LEARN’

Si parlerà di formazione e di futuro con Learn, uno spazio, curato da Paolo De Gasperis, che riunisce innovatori, istituzioni, strategie e aziende per le quali lo sviluppo e il rafforzamento delle competenze rappresentano la mission primaria. Insegnanti, formatori, genitori e rappresentanti di istituzioni educative troveranno un ambiente ricco di stimoli e aggiornamenti nel campo della formazione. Si tratta di un’opportunità unica per scoprire nuove metodologie, strumenti e idee da integrare nei programmi didattici. Il padiglione è organizzato in 3 dorsali tematiche, ognuna dedicata a un tema specifico: EdTech, Gaming e Steam Education. Fin dal suo esordio, nel 2013, Maker faire Rome ha dato risalto alla creatività dei giovani, evidenziando il valore delle idee presentate dalle scuole italiane e straniere. Per l’edizione 2023, grazie alla Call For Schools realizzata in collaborazione con il ministero dell’Istruzione e del Merito, l’area ospiterà i progetti di più di 50 scuole, ciascuna delle quali presenterà il proprio progetto a imprese, investitori e grande pubblico. Una vetrina unica per tutti quei progetti nati all’interno delle aule che dimostra come la creatività e l’innovazione siano ingredienti essenziali nell’educazione di oggi.

MAKER SALUS

Altra novità di questa XI edizione sarà Maker Salus, un evento che racconta in maniera completamente nuova il rapporto tra innovazione tecnologica e mondo sanitario. Un’occasione per approfondire la relazione tra presente e futuro della sanità. Da un lato, infatti, l’appuntamento è un’opportunità per indagare circa lo stato attuale della sanità, per approfondire, insieme ai protagonisti del settore, sfide del presente e strumenti e soluzioni per risolverle che guardano al futuro. Dall’altro, invece, la vicinanza a una manifestazione così visionaria e proiettata nel futuro come Maker Faire Rome 2023, favorisce nuovi filtri d’analisi per il mondo sanitario così come la scoperta di case history nati in corsia assolutamente sorprendenti.

A TUTTO PADEL

Grande protagonista sarà poi l’amatissimo Padel con ‘Padel smash future’, un’intera area dedicata a questo sport. Sarà possibile ammirare attrezzature e abbigliamento all’avanguardia, con prodotti che sfruttando i principi della biomeccanica migliorano le performance e agevolano gli allenamenti, ma anche brand che attraverso conoscenza e costante ricerca, continuano a consentire un’evoluzione ininterrotta nelle tecnologie innovative di materiali per i campi e per la messa in opera, tutte legate da un unico comune denominatore: la sostenibilità. Cinque i campi di ultima generazione che saranno montati: due campi da Padel e uno per il Pickleball. Gli altri due? Saranno vere novità dedicate ai più piccoli, mini-campi per far divertire i più giovani nelle due discipline più inclusive del momento.

I CONTEST

Non solo un punto di arrivo per i tanti maker che espongono i propri progetti, Maker faire è anzi punto di partenza verso un futuro migliore. L’edizione 2023 prevede per questo quattro contest finalizzati a valorizzare i migliori progetti: ‘Make to Care’, l’iniziativa di Sanofi che intercetta e valorizza idee e progetti inediti e non convenzionali volti a migliorare la qualità di vita e l’inclusione delle persone con disabilità, dei loro famigliari e dei caregiver, ‘Make it Circular’, che premia le migliori idee in linea con i principi della Carta del Consumo circolare, ‘Startup Awards – Foodtech & Agritech’, la novità di quest’anno che riconosce le idee più innovative nel campo dell’agrifood e dell’agritech, e ‘My Maker Pcba: your electronics for a better planet’, il contest per migliorare il futuro del nostro pianeta.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy