AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

Turismo, l’Atac seleziona 50 operatori di stazione. L’inglese? Non è necessario conoscerlo

AtacROMA – L’Atac seleziona 50 operatori di stazione, che tra i vari compiti dovrebbero dare informazioni ai turisti stranieri. L’inglese? Per l’azienda capitolina non è necessario conoscerlo. È quanto prevede una disposizione gestionale (la n. 150 pubblicata l’11 novembre 2015) per indire una selezione interna per la ricerca, appunto, di 50 operatori di stazione da assegnare alle diverse linee metropolitane e ferroviarie (nello specifico, così suddivisi: 5 operatori per la Metro A, 18 per la Metro B, 20 per la ferrovia Roma-Lido e 7 per la Roma-Viterbo). Tra i requisiti, il diploma di scuola secondaria, l’assenza negli ultimi due anni di provvedimenti disciplinari definitivi e i necessari requisiti fisici. Quanto all’inglese, per Atac si tratta solo di “un titolo preferenziale”.

Come si legge infatti nel bando di selezione, di cui l’Agenzia Dire è venuta in possesso, “i primi 60 candidati risultati idonei al test di ammissione saranno ammessi al corso di formazione. I candidati ammessi saranno divisi in due bacini: il primo sarà costituito da coloro che avranno dichiarato di conoscere la lingua inglese, il secondo dai restanti candidati ordinati per età anagrafica, dal più giovane al più anziano”. Qualora il numero degli idonei fosse inferiore ai 60, si legge ancora nel bando, si attingerà quindi “per differenza tra coloro che avranno dichiarato di non conoscere la lingua inglese”.

atac_bando 50 operatori

E questo è proprio quanto avvenuto. Spiega ancora una nota interna dell’azienda: “A seguito del test di lingua inglese, svolto il 16 gennaio 2016, solo 21 partecipanti sono stati dichiarati idonei e le restante carenze saranno coperte attingendo dalla graduatoria di chi non conosce l’inglese”. Insomma: sui 60 che prenderanno parte al successivo corso di formazione per individuare i 50 nuovi operatori di stazione, quasi la metà, in un anno particolare come il Giubileo, non conosce neanche “a livello intermedio” la lingua inglese.

di Carlotta Di Santo – giornalista professionista

25 gennaio 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988