AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE politica

Ministro Costa si dimette; 25 anni dalla strage di via d’Amelio; incendi, anno record di interventi


SI DIMETTE IL MINISTRO DEGLI AFFARI REGIONALI ENRICO COSTA

Con una lettera indirizzata al presidente del Consiglio, il ministro degli affari regionali Enrico Costa si e’ dimesso dal governo. Costa ha spiegato di non voler essere accusato di ambiguità politiche. Ora- ha spiegato- bisogna lavorare a un programma politico di ampio respiro che riunisca le forze liberali. Per il ministro Angelino Alfano le dimissioni di Costa sono inevitabili e tardive. Il premier Paolo Gentiloni ha ringraziato il ministro uscente ed ha assunto l’interim del dicastero.

STRAGE DI VIA D’AMELIO, IL RICHIAMO DI MATTARELLA

Troppi errori e incertezze nella ricerca della verita’. Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ricorda Paolo Borsellino a 25 anni dalla strage di via D’Amelio rivolgendo un invito a proseguire con determinazione nelle indagini. Il figlio del magistrato Manfredi Borsellino in una lettera pubblicata dal Sir ne ricorda le doti umane: “Mio padre amava in modo viscerale la vita, ci ha insegnato ad essere umili”, scrive.

SINISTRA, PISAPIA ACCELERA SU NUOVO SOGGETTO

Si mette in moto Campo progressista, la nuova forza politica che fa riferimento a Giuliano Pisapia. L’ex sindaco di Milano ha avuto nelle scorse ore una serie di incontri a Roma, da Pippo Civati a Roberto Speranza, a Massimo D’Alema, Andrea Orlando e Gianni Cuperlo. La prossima settimana nascera’ un coordinamento politico, intanto si lavora al manifesto programmatico del primo luglio.

INCENDI, 2017 ANNO RECORD DI INTERVENTI

Nel 2017 ci sono gia’ state quasi mille richieste di intervento per spegnere gli incendi. E’ il valore più alto degli ultimi dieci anni. Lo ha detto il Capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio, in audizione in Commissione Ambiente del Senato. Per chiedere più forze in campo i sindacati hanno promosso un presidio alla Camera, chiedendo l’assunzione di 3.500 nuovi vigili del fuoco.

COMMISSIONE URANIO, SOLDATI INDIFESI E TERRITORI DEVASTATI

Militari morti o gravemente ammalati. Territori devastati. Indennizzi mortificanti. Lancia accuse durissime la commissione d’inchiesta sull’uso dell’uranio impoverito, che oggi ha approvato la relazione finale. Per tutelare il personale della Difesa, propone la commissione presieduta da Gianpiero Scanu, servirebbe un’agenzia nazionale competente e una nuova legge sulle politiche della sicurezza nel mondo delle Forze Armate.

19 luglio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988