Mondo

Mali, le donne di Gao sulle elezioni e la pace: ‘Contateci’

ROMA – La politica e la pace hanno bisogno delle donne: e’ il messaggio che arriva da Gao, capoluogo del nord del Mali, dove in settimana le associazioni femminili si sono incontrate per chiedere di poter partecipare di piu’ alla vita nazionale. Il dibattito, che si e’ tenuto anche in vista delle elezioni presidenziali in programma il 29 luglio, e’ stato promosso dalla Missione delle Nazioni Unite per la stabilizzazione del Mali (Minusma).
L’ assunto e’ che oggi le donne costituiscono appena l’8 per cento delle elette locali. Un dato in contrasto con le leggi nazionali, che fissano come soglia minima di rappresentanza il 30 per cento. In vista delle presidenziali di fine mese, poi, su 24 candidati c’e’ solo una donna.
Secondo Haidara Aïssatoune Sango, direttrice per la promozione femminile nel governatorato di Gao, citata dalla stampa locale, uno degli ostacoli e’ di natura economica. “Le donne sono povere – ha detto la responsabile durante l’incontro – e per depositare una candidatura servono tra i 20 e i 22 milioni di franchi Cfa”.

11 luglio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»