AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

Agricoltura, con ‘Sapori del Lazio’ eccellenze alla portata di tutti/ Video

ROMA – Scoprire le eccellenze alimentari della regione Lazio. È questo lo scopo dell’iniziativa ‘Sapori del Lazio’ presentata presso il centro commerciale Euroma 2, che permetterà ai consumatori di conoscere fino all’8 novembre, le specialità alimentari del Lazio all’interno dell’Ipercoop. Dalla sinergia tra Unicoop Tirreno, Coop Alleanza 3.0 e Regione Lazio in collaborazione con Arsial -l’agenzia regionale per lo sviluppo e l’innovazione dell’agricoltura del Lazio- sono messi a disposizione dei consumatori le eccellenze di circa 60 aziende e 160 produttori, tra cui marchi DOP, IGT, DOC e prodotti agroalimentari regionali.

Sono state selezionate da Unicop Tirreno per entrare a far parte della promozione, molte aziende laziali della piattaforma ARSIAL ‘Protagonisti del Cibo’ per rappresentare al meglio i migliori prodotti dei territori laziali. Presenti alla presentazione di oggi il presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti, l’assessore all’Agricoltura del Lazio Carlo Hausmann e l’amministratore unico di Arsial, Antonio Rosati.

HAUSMANN: “C’È NUOVA DIGNITÀ PER PRODOTTI DEL LAZIO”

“Si tratta di un progetto che mette in mostra un catalogo di specialità e tipicità al 100% laziali. Marchi legati a vini, olii e prodotti tipici, molti dei quali vengono chiamati con il nome geografico di appartenenza. C’è, quindi, una dignità nuova e un’educazione alimentare a fare la spesa”. A dirlo è stato l’assessore della Regione Lazio all’Agricoltura, Carlo Hausmann, a margine della presentazione dell’iniziativa ‘Sapori del Lazio’.

L’assessore ha spiegato che “dopo l’Expo il nostro impegno è stato quello di potenziare il settore attraverso una filiera corta, ma anche attraverso un partenariato con la distribuzione, sia specializzata che grande. Quello di oggi è il più grande esperimento in termini numerici- ha proseguito Hausmann- abbiamo sia prodotti deperibili, sia prodotti freschi, dunque, una rappresentazione molto articolata. In quest’ultimo campo, quello dei prodotti freschi, il Lazio è una delle prime regioni italiane e sta crescendo molto”.


ZINGARETTI: “PUNTARE SUL MADE IN LAZIO”

“Oggi inizia un mese straordinario e in ben 70 centri Coop della regione parte per 30 giorni una grande promozione dei prodotti del Lazio, dal vino all’olio, dal formaggio ai biscotti, all’ortofrutta per un mese di campagna all’insegna dello slogan ‘Sapori del Lazio’ il tutto per promuovere la qualità dei prodotti regionali“. A dirlo il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, intervenuto questa mattina alla presentazione di ‘Sapori del Lazio’ all’interno del centro commerciale Euroma2.

“Non sarà una parentesi- ha spiegato Zingaretti- questa campagna arriva dopo mesi e mesi di investimenti nelle fiere del mondo. Con la legge della filiera corta, che da’ più forza alle aziende che producono e vendono nel nostro territorio, si vuole superare quell’atteggiamento di pigrizia ci porta a chiedere quando siamo al ristorante o al bar un bicchiere di vino di altre regioni. Invece il nostro vino – ha sottolineato- è sempre più buono e il nostro olio è eccezionale come gli altri prodotti e grazie a questa potente rete di distribuzione oggi facciamo un passo in avanti. È importante sapere- ha spiegato Zingaretti- che comprare il Made in Lazio significa anche salvaguardare il nostro territorio, perché se un’azienda va bene significa che un ettaro di terra è stato salvato dalla speculazione e dall’abbandono. Come Regione – ha concluso – diciamo che questo è un ottimo modo per chiamare a raccolta il nostro popolo a Roma e fuori Roma”. Zingaretti ha infine voluto ricordare che “tra le aziende coinvolte non potevano mancare le aziende di Amatrice e Accumoli che saranno coprotagoniste di questa grande sfida. Sappiamo quanto i prodotti di quel territorio e del reatino siano di grande qualità. Io sabato sono stato alla sagra della patata di Leonessa e abbiamo visto cosa vuol dire per quel territorio questa economia”.

 


ROSATI: “‘SAPORI DEL LAZIO’ RISPONDE A ECONOMIA DELLA BELLEZZA”

“Questo programma risponde ad un’idea di politica economica che abbiamo in testa e che punta a consumare in maniera intelligente territorio, cibo, cultura, turismo ovvero quella che mi permetto di chiamare economia della bellezza“. A dirlo l’amministratore unico di Arsial, Antonio Rosati, intervenuto alla presentazione dell’iniziativa ‘Sapori del Lazio’, di cui Arsial è partner.

“Difendere il valore aggiunto dei nostri agricoltori, delle nostre aziende agricole, delle aziende che trasformano, significa mantenere un territorio ecosostenibile e difendere un’idea di cultura con un grande e unico assillo: dare una possibilità ai nostri ragazzi“, ha spiegato Rosati, che ha aggiunto: “Oggi il cibo italiano tira molto. Mangiare italiano significa mangiare sano per tanti consumatori del mondo. Questa è la strada che noi dobbiamo battere in maniera costante. Ma come ha ricordato Zingaretti, vuol dire anche turismo. È appunto un’idea di sviluppo, di politica economica. Magari meno quantità ma più qualità– ha specificato Rosati- con un consumo più intelligente in armonia con la natura. Un’idea di sviluppo alternativa ad un liberismo un pó sfrenato che spersonalizza gli individui che si è affermato in questi anni, non produce e soprattutto mette in grave difficoltà il nostro ambiente”, ha concluso il presidente di Arsial


 

09 ottobre 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988