AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE TV

“La musica del silenzio” vince gli ascolti, 6 milioni di spettatori per il film su Bocelli

ROMA – “La musica del silenzio” vince il prime time del 2 ottobre. Il film sulla vita di Andrea Bocelli, andato in onda su Rai 1, ha totalizzato 6.080.000 spettatori (25,08% di share). Un gradino più in giù, con 4.768.000 (24,77%),  troviamo invece il Grande Fratello Vip, condotto da Ilary Blasy.

Il reality show di Mediaset viene quindi sconfitto per la seconda settimana di seguito da un biopic. Il 25 settembre “In arte Nino” , film sulla vita di Nino Manfredi con protagonista Elio Germano, ha infatti totalizzato 5,6 milioni di spettatori, il 23,40% di share, contro i 4,124 milioni  del Grande Fratello Vip.

La musica del silenzio record di ascolti

Prodotto da Picomedia per Ambi Media Group, in collaborazione con Rai Fiction, “La Musica del Silenzio” si ispira all’omonimo romanzo autobiografico di Andrea Bocelli.  Il film narra la storia di Amos Bardi (alter ego di Andrea Bocelli) ragazzo dalla voce meravigliosa, che nasce con un grande deficit della vista. Già da piccolo  viene Amos sottoposto a diversi interventi chirurgici, ma perde completamente la vista a causa di un incidente.  Il futuro tenore però non abbandona il sogno di diventare un grande cantante e, una sfida dopo l’altra, riesce alla fine a conquistare l’agognato successo.

Nel film ad interpretare il ruolo di Amos è Toby Sebastian, attore celebre per la sua partecipazione ne “Il trono di spade”. La straordinaria somiglianza tra l’attore ed Andrea Bocelli e la sua intensa interpretazione trasmettono al pubblico la sofferenza e la determinazione che sono state alla base del percorso compiuto dal grande artista. Nel cast di respiro internazionale  troviamo anche Antonio Banderas, nei panni del maestro di musica di Amos, colui che gli insegnerà l’importanza del silenzio, sia dal punto di vista fisico che personale.

Il film è in sintesi un messaggio di speranza e fede che Bocelli desiderava condividere con il grande pubblico: “Il caso non esiste”, dice il cantante e “anche il talento non è un merito personale ma un dono”, sta quindi ad ognuno di noi impegnarci per valorizzare ciò che ci è stato dato dalla vita.

Prossimamente su Rai 1 il film tv su Fabrizio De André

I biopic di personaggi celebri dimostrano ancora una volta di catturare l’interessare pubblico e continuano a mietere i consensi. Dopo “In Arte Nino” e “La musica del silenzio” la Rai ha in serbo un’altra sorpresa per i suoi spettatori amanti del ‘cinema verità’. Tra la fine di quest’anno e l’inizio del 2018 andrà in onda su  Rai 1  il “Principe libero”, film per la tv dedicato a uno dei più importanti cantautori italiani, Fabrizio De André. Ad interpretarlo, reduce dal successo di “Lo chiamavano Jeeg Robot”, il talentuoso Luca Marinelli, nel fim diretto da Luca Facchini. Accanto a lui, nel suolo dell’artista e moglie di De Andrè Dori GhezziValentina Bellè.

 

03 ottobre 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988