Tg Pediatria, edizione dell’11 giugno 2020

È online l'edizione settimanale del Tg Pediatria
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

VACCINO ANTINFLUENZALE GRATIS PER BAMBINI IN MOLTE REGIONI

“Quest’anno la vaccinazione contro l’influenza è ancora più importante. In molte regioni italiane verrà offerta in maniera attiva e gratuita per i bambini da 6 mesi a 6 anni e sarà importante ottenere coperture vaccinali elevate”. Lo afferma Alberto Villani, presidente Sip, commentando la circolare del Ministero della Salute su ‘Prevenzione e controllo dell’influenza: raccomandazioni per la stagione 2020-2021’, in cui si ribadisce che non è esclusa una co-circolazione di virus influenzali e SARS-CoV-2. “Sarà importante- ribadisce il pediatra- prepararsi nell’identificare tutta la popolazione a rischio, per procedere poi alla vaccinazione in tutti i soggetti delle categorie elencate nella circolare. Sarà, infine, fondamentale che si vaccinino tutti i pediatri e promuovere la vaccinazione in tutte le gestanti”.

VACCINO ANTINFLUENZALE, RUSSO: GESTIRE STRATEGIE ORGANIZZATIVE

“Il problema è come implementare questa determinata strategia delle vaccinazioni antinfluenzali sul territorio nazionale nella popolazione 6 mesi – 6 anni. La difficoltà è legata al modello organizzativo perché da ottobre a gennaio bisognerebbe vaccinare, con due dosi a distanza di quattro settimane l’una dall’altra, il 75% dei bambini”. A parlarne è Rocco Russo, responsabile del tavolo tecnico vaccinazioni della Sip.

BIMBA MORTA IN USA, SIP: SARS-COV-2 NON FA SCOMPARIRE ALTRE MALATTIE

“In assenza di una descrizione dell’accaduto da parte dei sanitari che si sono presi cura della bambina, bisogna essere molto prudenti nel trarre conclusioni. Basta poco per creare panico, specie quando si parla di bambini”. Lo dichiara Rino Agostiniani, vicepresidente Sip, commentando la notizia riportata dai media secondo cui una bambina americana di otto anni della Carolina del Nord sarebbe morta per complicazioni dopo aver contratto il Coronavirus. In seguito a una crisi epilettica e il ricovero in ospedale il suo cervello – secondo il racconto della sorella maggiore, riportato dal canale CBS17 – avrebbe cominciato a gonfiarsi mandandola in coma e procurando il decesso. “Bisogna tenere sempre presente- spiega Agostiniani- che il Sars-CoV-2 non ha fatto scomparire altre malattie che, specie nei bambini, possono essere assai più gravi”.

SCUOLA A SETTEMBRE, RAVELLI (GASLINI): SÌ MA CON DOVUTE CAUTELE

“Il ritorno a scuola dovrà essere fatto con le dovute cautele: la distanza di sicurezza, la mascherina, evitando gli assembramenti nella ricreazione e soprattutto senza le classi pollaio”. Lo dichiara Angelo Ravelli, professore ordinario dell’Università degli studi di Genova, direttore della Clinica Pediatrica del Gaslini e segretario del gruppo di studio di Reumatologia della Sip, evidenziando il ruolo fondamentale della scuola per bambini e ragazzi.

CORONAVIRUS, SISPE: IN ITALIA 4.406 CONTAGI E 5 DECESSI FASCIA 0-9 ANNI

“Fino a oggi i casi di contagio da Covid-19 tra bambini e ragazzi sono stati pochi in Italia. In tutto 4.406, con un tasso di letalità molto basso, pari allo 0,3%. Ci sono stati 5 decessi nei bambini, dai 0 ai 9 anni, che soffrivano di patologie sottostanti gravi, mentre tra i 10 e i 18 anni non ci sono stati decessi. Anche il tasso di ospedalizzazione è stato basso”. Lo dichiara alla Dire Teresa Mazzone, presidente Sispe, in chiusura del convegno scientifico e telematico ‘Il bambino ai tempi del Covid-19’ che ha coinvolto i vertici della Sip, il virologo Roberto Burioni, e Magda Di Renzo, responsabile del servizio Terapie dell’IdO. 

:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»