Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Rifiuti, in Basilicata un tavolo per gestire le criticità

Al centro del confronto i problemi determinati dalla chiusura della discarica di La Martella, dove sono in corso i lavori di riqualificazione per rispondere all'infrazione europea
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

POTENZA – “Un tavolo di confronto per individuare una soluzione che consenta di contemplare l’interesse pubblico per evitare che i problemi di gestione del servizio di raccolta dei rifiuti nel Sub Ambito 1, soprattutto a Matera, ricadano ancora una volta sui cittadini“. Lo ha chiesto l’assessore all’Ambiente della Regione Basilicata Gianni Rosa il quale ha garantito che “entro una settimana i Comuni si riuniranno nuovamente con i rappresentanti del Consorzio nazionale servizi e con i responsabili dell’Egrib, a cui la Regione chiede di esercitare un ruolo di garanzia.

Mi auguro – ha concluso Rosa – che nel giro di pochi giorni si possa sbloccare la situazione“. L’area metropolitana di Matera – Sub Ambito 1, oltre alla citta’ dei Sassi, comprende i Comuni di Bernalda, Ferrandina, Irsina e Tricarico. Al tavolo, con i consiglieri regionali Enzo Acito e Giovanni Vizziello (Lega), erano presenti l’assessore all’Igiene del Comune di Matera Giuseppe Tragni, i sindaci di Bernalda, Ferrandina e Tricarico, Domenico Tataranno, Gennaro Martoccia e Vincenzo Carbone, i tecnici del Comune di Irsina, l’amministratore dell’Egrib Canio Santarsiero, i rappresentanti del Consorzio nazionale servizi, che si e’ aggiudicato la gestione del servizio nel Sub Ambito 1, i dirigenti e i tecnici degli uffici del dipartimento Ambiente.

Al centro del confronto i problemi determinati dalla chiusura della discarica di La Martella, dove sono in corso i lavori di riqualificazione necessari per rispondere all’infrazione europea.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»