Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Salvini: “Citofonare ai mafiosi? Ho abbattuto a colpi di ruspa la villa dei Casamonica”

Condividi su facebook Condividi su twitter Condividi su whatsapp Condividi su email Condividi su print MODENA - "Zingaretti dice che devo citofonare ai mafiosi? Io
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MODENA – “Zingaretti dice che devo citofonare ai mafiosi? Io ho abbattuto a colpi di ruspa una villa confiscata ai Casamonica, l’ho fatto con orgoglio e raccogliendo minacce di morte, dei Casamonica. Se c’è una mamma coraggio, a Bologna come a Modena, che lotta contro la droga, al Pilastro o sotto i portici della stazione, e mi segnala che in quel quartiere, palazzo o negozio si spaccia, io do voce a queste mamme”. Lo dice Matteo Salvini nel corso del suo nuovo tour elettorale oggi a Modena cominciato sotto i portici di viale Crispi, nell’area della stazione, dove da anni i residenti segnalano episodi di degrado. Aggiunge il leader della Lega appena arrivato sul posto, dove incontra diverse signore: “Non vorrei che anche a Modena qualche benpensante di sinistra preferisse tutelare gli spacciatori rispetto alle signore del quartiere”. A differenza di quanto avvenuto al Pilastro di Bologna, Salvini a Modena non citofona ma si inoltra nel viale fermandosi in un paio di negozi, compresi quelli etnici già colpiti da provvedimenti di chiusura della Questura negli ultimi anni. Salvini viene scortato da fan e residenti oltre che dalle forze dell’ordine, presenti anche oggi a decine, sia nell’area della stazione sia verso la successiva tappa elettorale di piazza Grande, con tanto di unità cinofile e mezzi di artificieri.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»