Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

VIDEO | Scambiapassi, il nuovo spazio dedicato all’arte della stazione di Piscinola-Scampia

La nuova stazione per il governatore della Campania "è la più bella dell'Eav, un capolavoro architettonico, simbolo di una nuova Napoli"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – Un museo di terza generazione per la musica sperimentale napoletana nasce in Scambiapassi, il nuovo spazio dedicato all’arte che si trova dentro la stazione dell’Eav di Piscinola-Scampia. I passeggeri diretti alla linea metropolitana 1 e alla linea Arcobaleno potranno visitare un’installazione di quattordici ritratti in bianco e nero di noti musicisti e cantanti napoletani, da Enrico Caruso a Pino Daniele, entrambi interpretati da attori immortalati di spalle, a Lina Sastri, James Senese, Meg, Enzo Avitabile, gli ‘o Rom, Francesco di Bella, Enzo Gragnaniello, Raiz, Teresa De Sio, Eugenio Bennato, Lino Vairetti e Daniele Sanzone degli A67.

Altri spazi sono dedicati all’arte e all’architettura, come i progetti ‘Elegia di Scampia’ e ‘Tracce di rissa’ che raffigura una piramide irregolare simbolicamente dedicata alla lava del Vesuvio. Un nuovo volto anche per lo spazio esterno della stazione già arricchito dai murales di Jorit dedicati ad Angela Davis e a Pier Paolo Pasolini.

DE LUCA: “É UNA STAZIONE UMANIZZATA, SIMBOLO DI UNA NUOVA NAPOLI”

Gli interventi di illuminazione realizzati permetteranno ai loro volti di essere illuminati di notte e la sera anche degli esagoni luminosi restituiranno colore alla stazione. “Completiamo questa stazione – spiega Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, durante l’inaugurazione del contenitore Scambiapassi a Scampia – che è molto importante perché funge da interscambio tra Piscinola, Napoli e Aversa. E’ la più bella dell’Eav e la più bella di Napoli, un capolavoro architettonico arricchito da opere e immagini di artisti napoletani e di Scampia, con un sottofondo musicale e giochi di luce bellissimi. E’ una stazione umanizzata, il simbolo di una nuova Napoli”. Durante la presentazione delle opere del metrò alla stampa De Luca ha mostrato una delle immagini che raffigurano la stazione nel 2015, quando il governatore subentrò all’ex presidente di Regione del centrodestra Stefano Caldoro.

“La stazione era così, con lavori bloccati dal 2010 – commenta De Luca -. Oggi siamo soddisfatti di mostrare un pezzo della Napoli moderna ed europea, la Napoli che vogliamo continuare a realizzare”. De Luca ha annunciato anche che a gennaio presenterà “5, 6 o 7 progetti di grande qualità architettonica per Napoli. A gennaio cominciano i lavori a Porta Nolana e tra qualche settimana presenteremo il progetto di arredo urbano pensato, oltre che per Scampia, anche per piazza Garibaldi”.

“In soli tre anni – sottolinea il presidente di Eav Umberto De Gregorio – abbiamo riconsegnato una staziona nuova, bellissima che diventa, insieme alla piazza

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»