Basilicata, Consiglio regionale in lingua dei segni nella giornata internazionale della disabilità

Un interprete Lis tradurrà l’intera seduta in aula e contemporaneamente apparirà in uno schermo durante la diretta on line
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

POTENZA – Si svolgeranno anche nella lingua dei segni i lavori del Consiglio regionale di Basilicata convocato in occasione della Giornata internazionale della disabilità.

Un interprete Lis tradurrà l’intera seduta in aula e contemporaneamente apparirà in uno schermo durante la diretta on line. Un modo “per riaffermare l’impegno del Consiglio regionale della Basilicata per la tutela dei diritti fondamentali e civili di tutte le persone con disabilità, offrendo la possibilità anche ai non udenti di seguire l’intera seduta consiliare”, ha detto il presidente Carmine Cicala in apertura dell’assemblea.

Cicala ha ricordato che la Regione Basilicata nel 2014 ha aderito alla Convenzione Onu istituendo un apposito osservatorio regionale al fine di “sensibilizzare e promuovere la cultura e i diritti delle persone con disabilità e concretizzare azioni politiche realmente inclusive mediante studi, analisi, proposte e programmazioni”.

Attraverso la legge regionale del 29 maggio 2017, inoltre, “in tema di riduzione degli assegni vitalizi, il Consiglio regionale si è impegnato a destinare il 30 per cento a iniziative di solidarietà”.

Per Cicala “la sfida è collegare in modo trasversale tutti i dipartimenti per offrire progetti a trecentosessanta gradi e integrazioni socio sanitarie, fornendo un percorso familiare, scolastico e sanitario in una visione ampia che intenda la vita delle persone con disabilità nella loro completezza”.

Il presidente ha poi annunciato l’intenzione dell’ufficio di Presidenza di costituire “un tavolo permanente operativo per connettere istituzioni, l’osservatorio regionale, dirigenti scolastici, associazioni, Inps e Asl al fine di fare un censimento della realtà lucana per conoscere e gestire i diversi tipi di disabilità e proporre congiuntamente soluzioni”. Tra i progetti, quello di rendere fruibile il Consiglio regionale mappando uffici e targhe orientative in braille.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»