Lazio – dire.it https://www.dire.it dire.it - Agenzia di Stampa Nazionale Sat, 04 Jul 2020 16:51:03 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.4.2 Coronavirus, oggi nel Lazio 31 positivi. Zingaretti: “Rispettiamo le regole o si torna indietro” https://www.dire.it/04-07-2020/481451-coronavirus-oggi-nel-lazio-31-positivi-zingaretti-rispettiamo-le-regole-o-si-torna-indietro/ Sat, 04 Jul 2020 16:43:14 +0000 https://www.dire.it/?p=481451 zingaretti_coronavirus

D'Amato:"’Aumento dei casi deriva principalmente dai casi di importazione e da un abbassamento del livello di attenzione"

L'articolo Coronavirus, oggi nel Lazio 31 positivi. Zingaretti: “Rispettiamo le regole o si torna indietro” proviene da dire.it.

]]>
zingaretti_coronavirus
D'Amato:"’Aumento dei casi deriva principalmente dai casi di importazione e da un abbassamento del livello di attenzione"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Oggi registriamo un dato di 31 casi positivi e un decesso. A Roma citta’ si registrano 14 nuovi casi. L’aumento dei casi deriva principalmente dai casi di importazione e da un abbassamento del livello di attenzione. Sono 10 i casi relativi ad attivita’ di screening pre-ricovero ospedaliero. Lo dico da giorni: vi e’ un calo di tensione e questo produce inevitabilmente un aumento dei casi e registriamo un abbassamento anche dell’eta’ dei contagi. C’e’ bisogno per chi arriva da zone ad alta incidenza di circolazione del virus che sia posto in isolamento per evitare che le regole extra Schengen vengano aggirate con gli scali intermedi”. Cosi’ l’assessore alla Sanita’ e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D’Amato, subito dopo l’odierna videoconferenza della task-force regionale per il Covid-19 con i direttori generali delle Asl e Aziende ospedaliere, Policlinici universitari e l’ospedale Pediatrico Bambino Gesu’. “Nella Asl Roma 1- spiega D’Amato- dei due casi odierni uno si registra in fase di pre-ospedalizzazione al San Camillo e uno al Covid Hospital Columbus. Nella Asl Roma 2 si registrano 6 casi e di questi cinque sono riferiti a un unico link familiare gia’ noto e posto in isolamento domiciliare, un ulteriore caso riguarda un bambino di un paziente deceduto dell’Irccs San Raffale Pisana. Nella Asl Roma 3 sono 6 i casi odierni e di questi due sono dipendenti del World Food Program di rientro dalla Somalia segnalati da un medico delle Nazioni Unite. Un ulteriore caso positivo di rientro da Brescia, dove era stato per motivi sanitari”. E ancora: “Nella Asl Roma 4 si registrano 4 nuovi casi- spiega l’assessore- e di questi uno in fase di pre-ospedalizzazione al San Camillo di Roma e due casi di due donne in accesso al Pronto soccorso di Civitavecchia. Si registra anche un decesso di un uomo di 74 anni di Capena. Nella Asl Roma 5 dei sei nuovi casi quattro sono riferiti a un cluster familiare di Zagarolo, un famiglia possibile caso indice dei casi dei due fratellini del centro estivo e della cena scolastica sulla Casilina. La famiglia, che ha ospitato i due fratelli risultati positivi e’ stata posta in isolamento domiciliare. Un ulteriore caso riguarda una ragazza ricoverata al Policlinico Umberto I“. Nella Asl Roma 6, “dei 5 nuovi casi positivi due casi gia’ isolati a domicilio hanno un link con il cluster familiare di Anzio-Ardea, un caso positivo di importazione di un ragazzo di nazionalita’ del Bangladesh di ritorno da Dacca e’ risultato positivo ed e’ stato posto in isolamento domiciliare, il volo era uno di quelli gia’ attenzionati e su cui si era avviato un contact tracing internazionale. Sempre nella Asl Roma 6 un bambino di un mese a Ciampino e’ risultato positivo ed e’ stato trasferito all’ospedale pediatrico Bambino Gesu’ di Palidoro. I genitori sono risultati negativi al tampone e si sta svolgendo l’indagine epidemiologica sui contatti stretti. Infine- cosi’ ancora D’Amato- per quanto riguarda i viaggi di rientro in Italia nella Asl di Frosinone sono due i casi giornalieri e uno di questi riguarda una donna in quarantena e di rientro dal Peru’ e’ risultata positiva. Avviate le procedure di contact tracing internazionale”.

L’APPELLO DI ZINGARETTI

“Faccio un nuovo appello a tutti a rispettare le regole. I contagi aumentano perche’ molti non le rispettano. Atteggiamenti spavaldi e irresponsabili mettono a rischio la sicurezza degli altri. Come diciamo da tempo, il virus e’ ancora in circolazione e abbassare la guardia ora e’ davvero sbagliato. Grazie alle centinaia di operatori sanitari, forze dell’ordine, sindaci e amministratori che sono attivissimi a individuare i positivi e poi isolare i focolai. Ma questo non puo’ bastare: bisogna continuare a usare la mascherina, mantenere la distanza di sicurezza e igienizzare mani e ambiente. Regole che non sono complicate, ma sono fondamentali per tutelarci e per questo vanno osservate, altrimenti rischiamo di tornare indietro e bruciare tutti i sacrifici che abbiamo fatto in questi mesi”. Lo dichiara in una nota il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

COBAS: “PREOCCUPA AUMENTO A ROMA, NEL COMMERCIO SALTATE REGOLE”

“Negli ultimi giorni l’aumento di casi di positivita’ a Roma e provincia desta forte preoccupazione. L’abbassamento dell’eta’ dei contagiati, misto a un evidente abbassamento del livello di attenzione, come richiamato piu’ volte dall’assessore alla Salute della Regione Lazio, Alessio D’Amato, rischiano di diventare una miscela esplosiva che puo’ far esplodere la pandemia fuori controllo. E i lavoratori del commercio sarebbe tra i primi a farne le spese, visto il continuo contatto con il pubblico”. Lo dice il Cobas in una nota. “Ormai sembrano saltate tutte le regole, dal contingentamento agli ingressi al distanziamento sociale, fino al corretto uso delle mascherine- dichiara Francesco Iacovone, del Cobas nazionale- i lavoratori del commercio vivono in luoghi di lavoro che potenzialmente possono trasformarsi in veri e propri focolai. Richiamiamo con forza l’assessore alla Salute D’Amato e la sindaca Virginia Raggi, entrambi responsabili della salute dei cittadini di Roma e provincia, a vigilare, attraverso gli enti preposti, sul rispetto di quelle regole che sono a salvaguardia dei lavoratori e dei consumatori”. Secondo Iacovone “il lassismo di molti, che vedo tutti i giorni nei luoghi di lavoro del commercio, accompagnato dall’arroganza di clienti che si sentono al di sopra della legge e del buonsenso, non puo’ avere la meglio sulla salute di chi lavora e sulle istituzioni. Che Raggi e D’amato intervengano celermente e con decisione”. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

L'articolo Coronavirus, oggi nel Lazio 31 positivi. Zingaretti: “Rispettiamo le regole o si torna indietro” proviene da dire.it.

]]>
A Roma venerdì 10 luglio sciopero dei trasporti: a rischio bus, metro e treni https://www.dire.it/04-07-2020/481395-roma-venerdi-10-luglio-sciopero-bus-metro-treni/ Sat, 04 Jul 2020 13:58:23 +0000 https://www.dire.it/?p=481395

Interessata la rete Atac, Roma Tpl e Cotral

L'articolo A Roma venerdì 10 luglio sciopero dei trasporti: a rischio bus, metro e treni proviene da dire.it.

]]>
Interessata la rete Atac, Roma Tpl e Cotral
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – A Roma venerdi’ 10 luglio trasporto pubblico della rete Atac a rischio per lo sciopero di 24 ore indetto dal sindacato Faisa Cisal. L’agitazione interessera’ bus, tram, metropolitane e ferrovie Roma-Civitacastellana-Viterbo, Roma-Lido e Termini-Centocelle. Il servizio sara’ comunque regolare nelle due fasce di garanzia: fino alle 8.30 e dalle 17 alle 20. Sempre venerdi’ 10 luglio possibili disagi su alcune linee periferiche gestite dalla Roma Tpl per lo sciopero di 4 ore, dalle 9 alle 13, proclamato dal sindacato Usb.

SI BLOCCANO ANCHE I BUS COTRAL

“Il prossimo venerdi’ 10 luglio l’organizzazione sindacale Faisa Cisal ha proclamato uno sciopero di 24 ore con astensione dalle prestazioni lavorative dalle ore 8.30 alle ore 17 e dalle ore 20 a fine servizio. Saranno garantite tutte le partenze dai capolinea fino alle ore 8.30 e alla ripresa del servizio alle ore 17 fino alle ore 20. Tutte le informazioni sulla modalita’ di sciopero saranno disponibili sul sito internet cotralspa.it e sull’account Twitter@BusCotral”. Cosi’ Cotral in un comunicato.

 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

L'articolo A Roma venerdì 10 luglio sciopero dei trasporti: a rischio bus, metro e treni proviene da dire.it.

]]>
VIDEO | Conte a sorpresa a San Cosimato dai ragazzi del Cinema America https://www.dire.it/04-07-2020/481287-conte-a-sorpresa-a-san-cosimato-dai-ragazzi-del-cinema-america/ Sat, 04 Jul 2020 10:15:02 +0000 https://www.dire.it/?p=481287 conte_cinema_america1

Per l'inaugurazione della rassegna ‘Il cinema in piazza’

L'articolo VIDEO | Conte a sorpresa a San Cosimato dai ragazzi del Cinema America proviene da dire.it.

]]>
conte_cinema_america1
Per l'inaugurazione della rassegna ‘Il cinema in piazza’
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “A Piazza San Cosimato c’e’ il Presidente del Consiglio”. Cosi’ sul profilo twitter Piccolo cinema, che ieri sera ha aperto la rassegna ‘Il cinema in piazza’. “I cuscini di Piazza San Cosimato sono belli perche’ capita di vedere chiunque, anche Presidenti del Consiglio”, aggiungono in un successivo twitter. Nel video pubblicato si vede il premier Conte sedersi per terra poi aprire la maglietta con la scritta ‘Cinema America Trastevere’. Accolta da applausi la visita a sorpresa del premier per l’apertura della stagione di Piazza San Cosimato.

CAROCCI: “GRAZIE A CONTE PER SUA PRESENZA A SAN COSIMATO”

“Ringraziamo di cuore il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, nonche’ Olivia Paladino: la loro presenza a sorpresa e informale a San Cosimato ha dato a tutti noi ancora piu’ forza nel proseguire con un’iniziativa che portiamo avanti da tanti anni per i cittadini, per Roma e per questo Paese”. Cosi’ in una nota Valerio Carocci, presidente Associazione Piccolo America. “La partecipazione del presidente e’ un bellissimo segnale per tutti i giovani e le realta’ che si attivano per essere al fianco di chi e’ in difficolta’ economica o ancor peggio senza lavoro e che quindi, oggi piu’ che mai in questo momento di crisi, ha difficolta’ a investire in cultura e socialita’, in sicurezza e serenita’ economica. Tanti ragazzi come noi- dice Carocci- abbandonano l’Italia per cercare migliori opportunita’ all’estero, ma anche la presenza del presidente Giuseppe Conte, come il sostegno del ministro Dario Franceschini e del presidente del Lazio Nicola Zingaretti a ‘Il Cinema in piazza’, sono una risposta chiara al dubbio che era nato dentro di noi in queste ultime settimane cosi’ dolorose e complesse: dobbiamo e vogliamo rimanere in Italia, possiamo rendere migliore questo Paese, noi non vogliamo andare via”. Per questo, cosi’ ancora Carocci, “siamo orgogliosi di essere tra i primi che, al contrario, riporteranno in Italia nei prossimi due mesi personalita’ del calibro del premio Oscar Pawel Pawlikowski e del regista Tony Kaye, rispettivamente provenienti da Varsavia e Los Angeles. Ieri, nella prima serata inaugurale, il cinema, con Paolo Virzi’ e Sabrina Ferilli, e’ tornato a incontrarsi con le persone, e’ tornata la voglia di distendere le tensioni, combattere la paura e stare vicini, in sicurezza, in un rapporto che non guarda al conflitto, ma guarda alla solidarieta’. Tutto questo e’ stato possibile anche grazie al Patrocinio del Parlamento europeo, al sostegno dei partner istituzionali, quali Mibact, Miur e Regione Lazio, nonche’ del main sponsor Bnl gruppo Bnp Paribas. Grazie inoltre al contributo di Poste Italiane, Acea, Camera di commercio di Roma e Asilo Savoia, ‘Il Cinema in piazza’ e’ divenuto un modo diverso e positivo di vivere i territori”.

LEGGI ANCHE: Dal 3 luglio a Roma torna ‘Il Cinema in Piazza’ a San Cosimato

VIDEO | FOTO | Conte alle prese con le avances dell’ex studentessa, ‘Manteniamo le distanze’

CONTE  E LA NUOVA FIAT 500 ELETTRICA A PALAZZO CHIGI

Prima di recarsi a San Cosimato, nel corso del pomeriggio, il premier ha incontrato a Palazzo Chigi una delegazione di Fca per la presentazione della nuova Fiat 500 elettrica. Nella mattina i vertici di FCA , guidati da John Elkann, avevano presentato la vettura al presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Quirinale. “Una icona italiana abbraccia la transizione energetica: la nuova generazione della #Fiat500 sarà integralmente elettrica e sarà totalmente Made in Italy”, ha scritto su Twitter il premier.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

L'articolo VIDEO | Conte a sorpresa a San Cosimato dai ragazzi del Cinema America proviene da dire.it.

]]>
VIDEO | Polemica su Raggi nel promo accanto a Bulgari. Pd: “Anche meno…” https://www.dire.it/03-07-2020/481244-video-polemica-su-raggi-nel-promo-accanto-a-bulgari-pd-anche-meno/ Fri, 03 Jul 2020 17:43:53 +0000 https://www.dire.it/?p=481244

Raggi, nel video di Bulgari Hotels e resorts che viene rilanciato in queste ore dai social, veste i panni del 'cicerone' accanto a Jean Cristophe Babin Ceo di Bulgari

L'articolo VIDEO | Polemica su Raggi nel promo accanto a Bulgari. Pd: “Anche meno…” proviene da dire.it.

]]>

ROMA – Polemica sulla partecipazione della sindaca di Roma Virginia Raggi a un video promozionale di Bulgari, per la presentazione del nuovo albergo di lusso che la casa francese aprira’ in piazza Augusto Imperatore. L’hotel in forza di una convenzione col Campidoglio occupera’ l’ex edificio dell’Inps, costruito tra il 1936 e il 1938 sul progetto dell’architetto VIttorio Ballio Morpurgo.

 Raggi, nel video di Bulgari Hotels e resorts che viene rilanciato in queste ore dai social, veste i panni del ‘cicerone’ accanto a Jean Cristophe Babin Ceo di Bulgari. “Ci troviamo nel cuore di Roma a un passo da piazza di Spagna, a un passo da piazza Venezia, con affaccio sul Tevere. Questo vuol essere un’ulteriore testimonianza dell’amore della tua maison per questa citta’”, dice la sindaca a Babin. “Perche’ ripartire dal turismo in un luogo centrale come questo – aggiunge Raggi – vuol dire avere visione, avere coraggio riqualificare una piazza bellissima, con il mausoleo che a breve sara’ di nuovo visitabile. E sopratutto vuol dire portare valore e nuova occupazione. Io credo che questi siano segnali fondamentali per il valore che hai deciso di donare alla nostra amata citta’“. 

L’amministratore delegato del gruppo Bulgari apprezza le parole della sindaca: “Noi pensiamo che Roma meriti piu’ alberghi di grande lusso, perche’ e’ una citta’ molto turistica e probabilmente in Europa oggi ha il piu’ grande potenziale di sviluppo su una clientela molto alta di gamma. Con i Bulgari hotels avra’ gli alberghi piu’ di lusso che la citta’ ha mai conosciuto“. 

Sui social c’e’ chi non apprezza la partecipazione della sindaca a un’iniziativa promozionale di un gruppo privato. Come Filippo Sensi, deputato romano del Pd. “Per carita’, ma forse anche meno no? In un video promozionale di una importante catena alberghiera? Che dite?”, chiede ai suoi follower su twitter. Contraria anche Marianna Madia, deputata dem gia’ ministra della Pa, che ironizza: “Dai Cinquestelle ai sei stelle“.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

L'articolo VIDEO | Polemica su Raggi nel promo accanto a Bulgari. Pd: “Anche meno…” proviene da dire.it.

]]>
Al Castello di Fiano Romano appuntamento con il festival dedicato a Sordi https://www.dire.it/03-07-2020/481218-foto-al-castello-di-fiano-romano-appuntamento-con-il-festival-dedicato-a-sordi/ Fri, 03 Jul 2020 17:07:14 +0000 https://www.dire.it/?p=481218 cineteca lucana fiano romano

'Lo schermo è donna' è la manifestazione resa possibile grazie agli archivi della Cineteca Lucana: proiezioni fino a domenica 5 luglio

L'articolo Al Castello di Fiano Romano appuntamento con il festival dedicato a Sordi proviene da dire.it.

]]>
cineteca lucana fiano romano
'Lo schermo è donna' è la manifestazione resa possibile grazie agli archivi della Cineteca Lucana: proiezioni fino a domenica 5 luglio
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – È iniziata la 23esima edizione di ‘Lo schermo è donna’, la kermesse cinematografica di Fiano Romano che fino a domenica 5 luglio porta al Castello ducale Orsini, in provincia di Roma, cinque pellicole con Alberto Sordi come unico protagonista. Una monotematica dedicata all’attore e regista nato cent’anni fa, che seppe ben descrivere l’Italia del dopoguerra e del boom economico.

Motore del festival è Giuliano Ferilli, papà dell’attrice Sabrina Ferilli e grande appassionato di cinema. Le serate nella storica cornice del Castello sono state rese possibili al contributo dell’associazione Cineteca Lucana (cinetecalucana.it) che, oltre a mettere a disposizione le pellicole, impreziosisce la manifestazione con una mostra su Alberto Sordi.

LE 5.000 PELLICOLE DELLA CINETECA LUCANA

Dal 1997, lavoriamo per salvaguardare, tutelare e valorizzare il patrimonio cinematografico ed audiovisivo nazionale ed estero mediante la conservazione, la fruizione di fondi, pellicole e documenti, la collaborazione con cineteche ed istituti culturali e la partecipazione a mostre e rassegne cinematografiche” ha spiegato all’agenzia Dire Henry Martino, da una decina di anni alla guida dell’associazione. La Cineteca Lucana gode di un archivio a tre zeri nel centro di Oppido Lucano, in provincia di Potenza, una collezione di oltre 5.000 pellicole iniziata ben prima della nascita dell’associazione: negli anni ’40, nonno Enore Martino per primo ebbe la felice intuizione di aprire un cinema in città.

Una passione che è proseguita negli anni e grazie al lavoro della famiglia Martino, sono state salvate dall’oblio lungometraggi, cortometraggi e trailer, nonché proiettori e moviole, una delle quali fu concessa in prestito per la nota scena dell’incendio in ‘Nuovo Cinema Paradiso’ di Giuseppe Tornatore.

‘LO SCHERMO È DONNA’

Grazie alle pellicole messe a disposizione dall’archivio lucano, il Festival di Fiano Romano dall’1 luglio ha previsto in rassegna ‘Polvere di stelle’ del 1973 dello stesso Sordi, poi due pellicole di Dino Risi ‘Il vedovo’ e ‘Una vita difficile’, rispettivamente del 1959 e del 1961, per chiudere l’ultima serata con ‘Una botta di vita’ di Enrico Oldoini. Ogni proiezione viene presentata da personaggi del mondo dello spettacolo tra cui Christian De Sica, Max Tortora, Francesca Reggiani, ma anche Paola Tiziana Cruciani, Liliana Fiorelli e Luca Manfredi, insieme ai direttori artistici Alberto Crespi e Rocco Giurato.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti a partire dalle 21,15 con il dibattito, per proseguire con la proiezioni dalle 22.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

L'articolo Al Castello di Fiano Romano appuntamento con il festival dedicato a Sordi proviene da dire.it.

]]>
Roma, esplode caldaia all’Hotel Mercure: tre persone in ospedale https://www.dire.it/03-07-2020/481056-roma-esplode-caldaia-allhotel-mercure-tre-persone-in-ospedale/ Fri, 03 Jul 2020 12:59:10 +0000 https://www.dire.it/?p=481056 hotel mercure

È successo nella struttura di via Reggio Calabria

L'articolo Roma, esplode caldaia all’Hotel Mercure: tre persone in ospedale proviene da dire.it.

]]>
hotel mercure
È successo nella struttura di via Reggio Calabria
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Sono tre le persone ferite nell’esplosione avvenuta dell’hotel Mercure di via Reggio Calabria a Roma. In particolare, si tratta di tre uomini addetti alla manutenzione della caldaia saltata in aria per cause in corso di accertamento. Feriti, padre e figlio di origini italiane, già trasportati all’ospedale San Giovanni, e un terzo operaio straniero. Sul posto i carabinieri del Radiomobile oltre ai colleghi della Compagnia Parioli e della stazione di Piazza Bologna.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

L'articolo Roma, esplode caldaia all’Hotel Mercure: tre persone in ospedale proviene da dire.it.

]]>
VIDEO | Max Gazzè live a Roma: primo concerto dopo il lockdown https://www.dire.it/03-07-2020/481041-max-gazze-live-a-roma-primo-concerto-dopo-il-lockdown/ Fri, 03 Jul 2020 12:44:42 +0000 https://www.dire.it/?p=481041

Mascherine, distanziamento e un appello per i lavoratori del settore. Carl Brave ospite a sorpresa

L'articolo VIDEO | Max Gazzè live a Roma: primo concerto dopo il lockdown proviene da dire.it.

]]>
Mascherine, distanziamento e un appello per i lavoratori del settore. Carl Brave ospite a sorpresa
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Mascherine sul viso, postazioni per igienizzare le mani e certificazioni da firmare per sedere accanto il proprio “congiunto”. È ripartita così la stagione estiva dei live a Roma nel post lockdown. A dare il via ai concerti Max Gazzè, primo protagonista di Auditorium Reloaded – Riaccendiamo la musica, la serie di spettacoli che nelle prossime settimane animerà la Cavea dell’Auditorium Parco della Musica e che è partita ieri sera. Settecento gli spettatori paganti (tra questi anche Luca Barbarossa), tutti composti nel rispettare le norme di sicurezza imposte, che comprendono sedute distanziate tra loro da due postazioni vuote.

Un ottimo inizio per una serata piena di emozione, trascorsa a cantare i più grandi successi di Gazzè. Da ‘Vento D’estate’ a ‘Il solito sesso’, passando per ‘Sotto casa’, ‘Teresa’, ‘La leggenda di Cristalda e Pizzomunno’, ‘Una musica può fare’ e fino al duetto con Carl Brave in ‘Posso’, ospite a sorpresa della serata. In scaletta anche vere e proprie rarità come ‘Gli anni senza un Dio’, brano di ‘Contro un’onda del mare’, primo disco dell’artista romano uscito nel 1996. E sul finire del live tutti in piedi per ballare pezzi come ‘Ti sembra normale’ e ‘La vita com’è’. Gazzè suona con la sua band e ringrazia tutti gli operatori dello spettacolo, colonna portante dei live. Sono proprio loro ad aprire il primo dei tre concerti del cantautore all’Auditorium (si replica stasera e domani 4 luglio) con un appello alle istituzioni perché “quella iniziata il 15 giugno – come hanno ribadito dal palco – non è una vera ripartenza di tutto il settore”. E i lavoratori non usano mezzi termini per denunciare “il silenzio più totale della ministra del lavoro e del governo, che rilancia il suo interesse per la cultura ma ignora la nostra esistenza con i funzionari Inps che balbettano date di pagamento finora mai rispettate”. Ora si chiede “la liquidazione dei bonus, un reddito di continuità e l’indennità di disoccupazione speciale Covid fino alla ripresa delle attività a pieno regime”.

Della serata di ieri, però, oltre all’amaro, resta la gioia – che è anche quella manifestata più volte da Gazzè sul palco- di essere ripartiti in qualche modo, nonostante la capienza ridotta della location. Auditorium Reloaded continuerà fino al 30 settembre. Tra gli appuntamenti più attesi i live de Le Vibrazioni, Alex Britti, Nicola Piovani, Stefano Bollani ed Enzo Avitabile. Il calendario completo è disponibile sul sito dell’Auditorium Parco della Musica.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

L'articolo VIDEO | Max Gazzè live a Roma: primo concerto dopo il lockdown proviene da dire.it.

]]>
Viaggi nell’antica Roma, dall’8 luglio torna lo spettacolo al Foro di Augusto https://www.dire.it/03-07-2020/480908-viaggi-nellantica-roma-dall8-luglio-torna-lo-spettacolo-al-foro-di-augusto/ Fri, 03 Jul 2020 07:55:56 +0000 https://www.dire.it/?p=480908

Successo consolidato per lo spettacolo ideato e curato da Piero Angela e Paco Lanciano con la storica collaborazione di Gaetano Capasso e con la Direzione scientifica della Sovrintendenza capitolina

L'articolo Viaggi nell’antica Roma, dall’8 luglio torna lo spettacolo al Foro di Augusto proviene da dire.it.

]]>
Successo consolidato per lo spettacolo ideato e curato da Piero Angela e Paco Lanciano con la storica collaborazione di Gaetano Capasso e con la Direzione scientifica della Sovrintendenza capitolina
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA  – Dopo i successi degli scorsi anni torna, dall’8 luglio all’8 novembre, lo straordinario progetto Viaggi nell’antica Roma con lo spettacolo multimediale che racconta e fa rivivere la storia del Foro di Augusto.

Il progetto, che fa parte del nuovo palinsesto di Roma Capitale Romarama, è promosso da Roma Capitale, assessorato alla Crescita culturale-Sovrintendenza capitolina ai Beni culturali e prodotto da Zetema Progetto Cultura. Ideazione e cura di Piero Angela e Paco Lanciano con la storica collaborazione di Gaetano Capasso e con la Direzione scientifica della Sovrintendenza capitolina. Seduti sull’apposita tribuna realizzata in via Alessandrina, gli spettatori potranno tornare a godere di una rappresentazione emozionante e allo stesso tempo ricca di informazioni dal grande rigore storico e scientifico, accompagnati dalla voce di Piero Angela e dalla visione di magnifici filmati e proiezioni che ricostruiscono il luogo così come si presentava nell’antica Roma.

Lo spettacolo – fruibile in 8 lingue (italiano, inglese, francese, russo, spagnolo, tedesco, cinese e giapponese) e con tre repliche di 40 minuti ogni sera – si svolgerà nel rispetto delle misure di prevenzione anti Covid-19: ingresso contingentato (max 50 persone a replica), misurazione della temperatura, utilizzo di audioguide protette da involucro monouso e auricolari monouso, distanziamento interpersonale di un metro con segnaposti prestabiliti sulle tribune. I biglietti possono essere preacquistati online sul sito www.viaggioneifori.it o al call center 060608 (attivo tutti i giorni dalle ore 9 alle 19). Possono essere acquistati anche sul posto, previa compilazione della scheda anagrafica con i dati personali del visitatore, e nei Tourist Infopoint. Per i possessori della Mic card e della Roma Pass è previsto il biglietto d’ingresso ridotto. 

LO SPETTACOLO

Il racconto del Foro di Augusto inizia dai marmi ancora visibili nel Foro. Attraverso una multiproiezione di luci, immagini, filmati e animazioni, il racconto di Piero Angela si sofferma sulla figura di Augusto, la cui gigantesca statua, alta ben 12 metri, era custodita accanto al tempio dedicato a Marte Ultore.

Con Augusto, Roma ha inaugurato un nuovo periodo della sua storia: l’età imperiale è stata, infatti, quella della grande ascesa che, nel giro di poco più di un secolo, ha portato Roma a regnare su un impero esteso dall’attuale Inghilterra ai confini con l’odierno Iraq, comprendendo gran parte dell’Europa, del Medio Oriente e tutto il Nord Africa. Queste conquiste portarono all’espansione non solo di un impero, ma anche di una grande civiltà fatta di cultura, tecnologia, regole giuridiche, arte.

In tutte le zone dell’Impero ancora oggi sono rimaste le tracce di quel passato, con anfiteatri, terme, biblioteche, templi, strade. Dopo Augusto, del resto, altri imperatori come Nerva e Traiano lasciarono la loro traccia nei Fori Imperiali costruendo il proprio Foro. Roma a quel tempo contava più di un milione di abitanti: nessuna città al mondo aveva mai avuto una popolazione di quelle proporzioni. Era la grande metropoli dell’antichità: la capitale dell’economia, del diritto, del potere e del divertimento. 

GLI ORARI E I BIGLIETTI

Dall’8 luglio al 31 agosto: tutti i giorni ore 21-22-23 (3 repliche); dall’1 al 30 settembre: tutti i giorni ore 20-21-22 (3 repliche); dall’1 ottobre all’8 novembre: tutti i giorni ore 19-20-21 (3 repliche). Durata: 40 minuti a replica. Posti disponibili: max 50 persone a replica.

Dove. Fori Imperiali – Foro di Augusto, via Alessandrina, lato largo Corrado Ricci. Biglietti. Preacquisto online su www.viaggioneifori.it o al call center 060608 (tutti i giorni ore 9-19). Intero: 15 euro; ridotto: 10; Gruppi (superiori alle 10 unità): 10 euro a persona.

La riduzione è prevista per: forze dell’ordine, militari, insegnanti, giornalisti, under 26, possessori di Mic card e Roma Pass. I biglietti possono essere acquistati anche sul posto, previa compilazione della scheda anagrafica con i dati personali del visitatore, e presso i Tourist Infopoint. Disabili: previsti, su apposite pedane, 4 posti per ogni replica (nel numero dei posti sono compresi anche gli accompagnatori). Per lo spettacolo in esclusiva scrivere a viaggioneifori@060608.it.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

L'articolo Viaggi nell’antica Roma, dall’8 luglio torna lo spettacolo al Foro di Augusto proviene da dire.it.

]]>
Lo stallo del bilancio 2017 di Ama fa un’altra vittima: si è dimesso il collegio sindacale https://www.dire.it/02-07-2020/480719-lo-stallo-del-bilancio-2017-di-ama-fa-unaltra-vittima-si-e-dimesso-il-collegio-sindacale/ Thu, 02 Jul 2020 15:04:32 +0000 https://www.dire.it/?p=480719

L'annuncio è stato dato giovedì scorso in assemblea

L'articolo Lo stallo del bilancio 2017 di Ama fa un’altra vittima: si è dimesso il collegio sindacale proviene da dire.it.

]]>
L'annuncio è stato dato giovedì scorso in assemblea
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – La consapevolezza di avere concluso un percorso, ma soprattutto quella dello stallo di un’azienda incagliata da due anni su un bilancio, quello del 2017, e con davanti una prospettiva appesa alla volontà del socio di sottoscrivere un aumento di capitale. Per questi motivi giovedì scorso, nel corso dell’assemblea dei soci, il collegio sindacale di Ama ha colto la palla al balzo, visto che la loro sostituzione era all’ordine del giorno dell’assemblea di Ama da 18 convocazioni ma solo in 2 Roma Capitale si è presentata, e rassegnato le proprie dimissioni.

In teoria il mandato dell’organo composta dal presidente Mauro Lonardo e dai componenti Aldo Atanasio e Donatella Ceci sarebbe scaduto naturalmente con l’approvazione del bilancio 2017 e i tre confidavano nel fatto che entro la metà di giugno la bozza di progetto inviata a marzo dall’amministratore unico, Stefano Zaghis, finalmente sarebbe stata approvata da Roma Capitale, dopo i tentativi andati a vuoto con il cda presieduto da Lorenzo Bagnacani (due volte), rimosso dalla sindaca Virginia Raggi, e da quello guidato da Luisa Melara (che si è dimesso a ottobre scorso dopo che il Campidoglio aveva comunicato l’impossibilità di approvare quel documento).

Invece a maggio Zaghis ha chiesto e ottenuto da Roma Capitale una sospensione dell’iter di approvazione del bilancio, elemento che ha rappresentato la classica goccia che ha fatto traboccare un vaso colmo da tempo e riempito anche dalle inchieste della magistratura, avviate già dal 2018, sul bilancio 2017 di Ama, che hanno coinvolto anche i componenti dello stesso Collegio sindacale.

Eppure il Campidoglio, nella delibera dello scorso 9 giugno, con la quale dava l’ok ad Ama di sospendere l’iter del bilancio, aveva dato mandato alla sua partecipata di richiedere anche al Collegio sindacale una relazione (da presentare entro 45 giorni) su come l’azienda aveva gestito la vicenda Tari (oggetto di un’inchiesta della magistratura) dal 2010 al 2019. Ma l’organo di controllo ha ritenuto insufficiente questa motivazione rispetto alla volontà di lasciare, anche perché e’ sicuro di avere già fornito il suo punto di vista sulla questione Tari lo ha già fornito in vari verbali. Secondo il Collegio era lecito per Ama avere un proprio conto su cui incassare la Tari dai cittadini, salvo poi rappresentare in bilancio il fatto che quei soldi non appartenevano ad Ama ma al Campidoglio, cosa che ad avviso del Collegio sindacale è stata fatta. Come, allo stesso modo, tutte le.parti politiche erano consapevoli che almeno fino al 2017 i soldi della Tari che Ama (in qualità di agente contabile) incassava erano oggetto di compensazioni rispetto a quanto la municipalizzata doveva ricevere dal Comune per il contratto di servizio.

Ma da maggio 2017, ha scritto il Collegio sindacale, le cose sono cambiate. Perché il Campidoglio ha cominciato ad emettere fatture di pagamento per il contratto di servizio e quindi Ama, ad avviso della ‘terna di controllori’, avrebbe da subito dovuto chiudere il suo conto intestato presso la Banca Popolare di Sondrio (dove i cittadini versavano la Tari), che invece a sua volta ha girato i soldi alla Bnl la quale nell’agosto 2018, nel momento in cui ha deciso di chiudere la linea di credito a breve termine da oltre 200 milioni, ha fatto propri quei soldi (destinati invece al Campidoglio) per rientrare dell’esposizione che aveva Ama.

Per ora il Collegio sindacale resta in proroga fino a quando la sindaca Raggi non redigerà l’ordinanza di nomina del nuovo organo. Il Campidoglio già nell’agosto 2018 aveva individuato i nuovi componenti, salvo poi a sorpresa stoppare tutto perché aveva scoperto che alcune personalità individuate avevano dei carichi pendenti e altre non possedevano i requisiti. Adesso, dopo 18 sedute di assemblea sembra che i tre sindaci effettivi siano stati trovati, mancano i due supplenti. A loro l’arduo compito di stendere l’ennesima relazione sul bilancio più tribolato della storia di Ama e soprattutto quello di controllare in quale direzione verrà portata l’azienda.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

L'articolo Lo stallo del bilancio 2017 di Ama fa un’altra vittima: si è dimesso il collegio sindacale proviene da dire.it.

]]>
VIDEO | FOTO | Aborto, Zampa: “Rivedere linee guida. E su obiezione serve rispetto legge e diritto” https://www.dire.it/02-07-2020/480641-video-foto-aborto-zampa-rivedere-linee-guida-e-su-obiezione-serve-rispetto-legge-e-diritto/ Thu, 02 Jul 2020 13:34:03 +0000 https://www.dire.it/?p=480641 zampa_presidio pro choice

A Roma il presidio di Pro Choice per chiedere l'estensione dell'aborto farmacologico da 7 a 9 settimane in consultorio o ambulatorio: una delegazione ricevuta da Sandra Zampa che promette aggiornamenti delle linee guida

L'articolo VIDEO | FOTO | Aborto, Zampa: “Rivedere linee guida. E su obiezione serve rispetto legge e diritto” proviene da dire.it.

]]>
zampa_presidio pro choice
A Roma il presidio di Pro Choice per chiedere l'estensione dell'aborto farmacologico da 7 a 9 settimane in consultorio o ambulatorio: una delegazione ricevuta da Sandra Zampa che promette aggiornamenti delle linee guida
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Sull’aborto farmacologico “è tempo di rivedere le linee-guida e lo dobbiamo fare alla luce delle evidenze scientifiche. Le linee guida varranno per tutti, la Regione Umbria ha scelto una strada senza nessun fondamento scientifico“. Così ai giornalisti la sottosegretaria al ministero della Salute, Sandra Zampa, a margine dell’incontro con una delegazione delle attiviste Pro-Choice che stamattina hanno manifestato in piazza Castellani a Roma, proprio davanti al ministero della Salute, per chiedere l’aborto farmacologico fino a 9 settimane senza ricovero ospedaliero e la contraccezione gratuita.

Confermati tempi brevi per l’aggiornamento delle linee guida, per cui “noi pensiamo che si possa prendere in considerazione il day hospital e l’ambulatoriale– aggiunge Zampa-. Nessuna evidenza scientifica porta a ritenere che siano necessari tre giorni, al contrario in tutta Italia si pratica in realtà il day hospital o l’ambulatoriale, alcune Regioni andavano già verso la formula ambulatoriale che è quella usata in Europa. Non so cosa il Consiglio superiore di sanità deciderà, ma certamente andrà in una direzione che tiene conto delle evidenze”.

LEGGI ANCHE: In Umbria stop all’aborto farmacologico in day hospital, e le donne scendono in piazza: ‘Libere di scegliere’

E sugli aborti clandestini Zampa conclude: “La relazione che è stata consegnata al Parlamento ci dimostra che la legge 194 funziona. Ha un problema serio che è quello dell’obiezione di coscienza, che raggiunge ormai percentuali oggettivamente preoccupanti. Tuttavia il ministro ha ricordato che anche l’obiezione deve fare i conti con il rispetto del diritto e anche, io aggiungo, di una legge”.

IL PRESIDIO DI PRO-CHOICE A ROMA

‘Mattina e sera staremo qua a ricordarvi la nostra libertà, oggi e domani Speranza lo sa noi non molliamo finché a 9 arriverà’. Cantano così le attiviste della rete Pro-Choice Rete Italiana contraccezione e aborto che stamattina si sono date appuntamento vestite di rosso, con fiori, striscioni e palloncini, in piazza Castellani a Roma, davanti al ministero della Salute, per chiedere l’estensione dell’aborto farmacologico da 7 a 9 settimane in consultorio o ambulatorio e la contraccezione gratuita per tutte.

Rivendicazioni tornate alla ribalta con la manifestazione femminista dello scorso 21 giugno a Perugia contro la decisione della governatrice dell’Umbria, Donatella Tesei, di obbligare al ricovero ospedaliero di tre giorni le donne che scelgono la pillola abortiva. L’atto politico ha fatto da detonatore alla mobilitazione delle donne, culminata oggi con la consegna alla sottosegretaria della Salute, Sandra Zampa, e a una rappresentante dell’Aifa, delle 80mila firme raccolte dalla petizione per la contraccezione gratuita e responsabile e delle sottoscrizioni ricevute dal mondo della politica, dell’associazionismo, della cultura e delle professioni mediche all’appello sull’aborto farmacologico promosso dalla rete Pro-Choice durante l’emergenza coronavirus.

RU2020 Rete Umbra per l’autodeterminazione, Amica (Associazione medici italiani contraccezione e aborto), Non Una Di Meno, Casa Internazionale delle Donne, Laiga, Amnesty International, Unar, Vita di Donna, Coordinamento delle assemblee delle donne dei consultori di Roma e del Lazio solo alcune delle realtà presenti in piazza a manifestare per la piena attuazione della legge 194, per il suo aggiornamento con l’introduzione della prescrizione domiciliare della Ru486, resa ancora più urgente dalla pandemia, e il rafforzamento della rete consultoriale.

Nessuna obiezione sui nostri corpi‘, si legge su uno striscione steso a terra, ‘Più preservativi meno Salvini’ sta scritto più in là su un cartello steso al sole assieme a preservativi e foglietti illustrativi. Mentre a terra in un ombrello aperto giacciono scatole vuote di Mifegyne (Mifeprostone), accanto a sedano e prezzemolo messi ai piedi del rotolo delle firme, “erbe usate dalle donne in decotto per provocare l’aborto quando non avevano altri mezzi, spesso rimettendoci la pelle, con cui oggi vogliamo dire di abbandonare il passato per proiettarci verso il futuro”, spiega alla Dire Carla Eleonora Ciccone di Laiga e Rete Pro-Choice.

“Siamo qui davanti al ministero della Salute perché vogliamo mettere un po’ fretta, perché la percezione è che per loro l’estate non sia un problema– dichiara all’agenzia di stampa Dire Marina Toschi, ginecologa della Rete umbra per l’autodeterminazione e della Rete italiana per la contraccezione e l’aborto-. Noi che vediamo le donne che rimangono senza servizi ivg aperti durante l’estate, sappiamo quanto sarebbe importante cominciare subito a utilizzare l’aborto farmacologico in maniera più semplice e diffusa. In Italia si può usare solo fino a 7 settimane, nel resto del mondo fino a 9“.

Stop all’obbligo del farmacologico in ospedale, quindi, “perché si può fare benissimo all’interno di un consultorio o un poliambulatorio– aggiunge Toschi- In Portogallo si fa, in Irlanda lo fanno i medici di famiglia, in Francia le ostetriche, perché non è possibile da noi? Chiediamo questo: accorgersi che è tanto tempo che aspettiamo, anche per la contraccezione gratuita, per cui chiediamo il rispetto dell’articolo 2 della 194 che lo prevede”.

“Ascoltiamo donne di tutta Italia che ci dicono che non danno la pillola del giorno dopo, tolta da Beatrice Lorenzin dalla lista dei farmaci obbligatori che bisogna avere in farmacia”, sottolinea Elisabetta Canitano, ginecologa dell’associazione Vita di Donna, mentre Serena Fredda, attivista di Non Una Di Meno-Roma punta il dito contro il sistema sanitario che durante l’emergenza coronavirus “ha messo sostanzialmente ai margini i servizi ivg e per la salute sessuale e riproduttiva delle donne, che hanno funzionato a scartamento ridotto producendo un enorme disagio per le donne che si sono ritrovate a vivere in quel momento una gravidanza non desiderata. Introdurre la Ru486 a pieno regime senza ricovero ospedaliero- sottolinea Fredda alla Dire- alleggerisce ospedali e spesa sanitaria e consente alle donne un approccio più sereno a questo intervento”. 

“Durante il lockdown abbiamo avuto tante segnalazioni di ragazze che ci chiamavano da un consultorio che risultava chiuso per il Covid– riprende Toschi- Una delle cose che noi chiediamo è che ci sia un numero unico del ministero che risponda alle donne che hanno problemi di salute sessuale e riproduttiva come c’è per l’Aids” così come è fondamentale “un sito sulla contraccezione. Andremo avanti finché non otterremo il risultato, compreso la riorganizzazione dei consultori”, è la promessa di Toschi, che auspica l’apertura di un tavolo al ministero su questi temi.

E proprio dal ministero, dopo l’incontro con le attiviste, arriva un impegno: “Abbiamo presentato le 80mila firme che chiedono che i contraccettivi siano resi gratuiti e le firme raccolte per facilitare l’accesso all’aborto farmacologico ostacolato dalle linee guida ferme a dieci anni fa e dalle indicazioni dell’Aifa nel 2010 diede quando autorizzò l’immissione in commercio- fa sapere ai giornalisti Eleonora Cirant, della rete Pro-Choice-. Le rappresentanti delle istituzioni ci hanno garantito che entro il mese il Consiglio superiore di sanità a cui il ministro ha fatto richiesta di un parere per la modifica delle linee di indirizzo risponderà e che Aifa sta collaborando per dare una risposta. La dichiarazione è che le linee di indirizzo verranno aggiornate sulla base delle nostre richieste“. Sollevato nel corso dell’incontro “anche il problema degli aborti clandestini che sono 11-14mila. A 41 anni dall’introduzione di una legge che legalizza l’aborto nel nostro Paese- conclude Cirant- riteniamo che sia molto grave”.

COSSUTTA (CASA DONNE): CHIEDIAMO CONTO A GOVERNO E PARLAMENTO, SERVE UNO SCATTO

“Siamo qui perché queste sono battaglie fondamentali che sono dentro la storia delle lotte delle donne. La battaglia per la 194, per la sessualità libera, per la libertà di scelta sulla procreazione. E siamo qui perché l’attacco la legge 194 viene da lontano, continua, e oggi c’è una strategia organizzata e finanziata con grandissima ipocrisia”. Così all’agenzia di stampa Dire la presidente della Casa Internazionale delle Donne di Roma, Maura Cossutta, a margine del presidio organizzato dalla rete Pro-Choice davanti al ministero della Salute in piazza Castellani a Roma per chiedere l’aborto farmacologico fino a 9 settimane senza ricovero ospedaliero e la contraccezione gratuita. “Io dico che bisogna fare un’operazione verità- aggiunge Cossutta- Parlano di difesa della salute delle donne perché la Ru486 non può essere data se non in ospedale. Dove erano quando con la legge 40 difendevano gli embrioni e non la salute delle donne? Dove erano e dove sono quando con gli obiettori di coscienza non si dà assistenza alle donne che abortiscono, anche quando sono in pericolo di vita? C’è una grande ipocrisia, serve uno scatto. Siamo qui perché le donne stanno chiedendo conto al Governo, al Parlamento, al ministro della Salute. Si dice tanto che con il Covid ci vuole il cambiamento. Non c’è cambiamento possibile- conclude la presidente della Casa Internazionale delle Donne- senza la libertà e i diritti delle donne”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

L'articolo VIDEO | FOTO | Aborto, Zampa: “Rivedere linee guida. E su obiezione serve rispetto legge e diritto” proviene da dire.it.

]]>
Dal 3 luglio a Roma torna ‘Il Cinema in Piazza’ a San Cosimato https://www.dire.it/02-07-2020/480564-dal-3-luglio-a-roma-torna-il-cinema-in-piazza-san-cosimato/ Thu, 02 Jul 2020 12:39:51 +0000 https://www.dire.it/?p=480564

Film anche al Casale della Cervelletta e al Porto Turistico

L'articolo Dal 3 luglio a Roma torna ‘Il Cinema in Piazza’ a San Cosimato proviene da dire.it.

]]>
Film anche al Casale della Cervelletta e al Porto Turistico
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – ‘Il Cinema in Piazza’ ci sarà e riaprirà per primo le porte d’Italia agli ospiti internazionali, accogliendo inoltre a Roma a partire dal 3 luglio fino al 30 agosto 2020 decine di autori, registi, attori e maestranze della settima arte italiana. Appuntamenti con il cinema che torneranno a far sognare il pubblico a San Cosimato, Casale della Cervelletta e Porto Turistico di Roma, dove stanno sorgendo in questi giorni i grandi schermi del Piccolo America.

LE PROIEZIONI

Si parte venerdì 3 luglio alle ore 21.15 a Trastevere, con la presentazione del film ‘La Bella Vita’, opera prima di Paolo Virzì, per l’occasione digitalizzato dalla Cineteca Nazionale e introdotto alla presenza di Paolo Virzì, Sabrina Ferilli, Claudio Bigagli e Massimo Ghini. E’ quanto si legge in una nota del Piccolo Cinema America. L’edizione 2020 de “Il Cinema in Piazza” sarà in parte diversa dalle altre: la sicurezza di pubblico, ospiti e personale è una priorità assoluta per il Piccolo America, pertanto nell’organizzare la manifestazione l’associazione ha seguito attentamente i protocolli stabiliti adempiendo a tutte le misure anti-Covid 19. L’ingresso sarà dunque consentito solo su prenotazione obbligatoria, tramite registrazione su www.prenotaunposto.it/ilcinemainpiazza, su cui sarà possibile prenotare la propria “piazzola” dove sarà possibile partecipare alle serate con cuscini, teli e sedute portati da casa. Per approfondire il tema delle prenotazioni e delle misure anti-coronavirus, è disponibile un apposito articolo di domande e risposte.

‘Il Cinema in Piazza ci sarà- dichiara Valerio Carocci, presidente del Piccolo America- con i suoi schermi e proiettori, con ospiti provenienti da Los Angeles, Varsavia, Amburgo, Berlino, Parigi e da tutta Italia. Roma ad agosto non sarà mai stata così bella. Tuttavia, quelle appena trascorse sono state settimane veramente complesse, purtroppo per noi non solo a causa dell’emergenza coronavirus. Le difficoltà nell’ottenere i film hanno assunto caratteristiche tali da rendere impossibile al Piccolo America, per la prima volta in sei anni, la pubblicazione del programma completo.

IL PROGRAMMA VERRA’ PRESENTATO SETTIMANALMENTE

“Il Cinema in Piazza” porterà in piazza ospiti che tuttavia non potranno vedere proiettati i propri film. Nello specifico, quattro di queste “non-proiezioni” saranno alla presenza di autori, attori e registi provenienti dal resto del mondo. Pertanto, qualora le proiezioni continueranno a non essere autorizzate dai distributori, gli incontri con gli ospiti si svolgeranno ugualmente. Ogni volta che mancherà il film, proietteremo La Corazzata Potëmkin di Sergej Ejzenstejn, nella versione restaurata dalla Cineteca di Bologna”. “Nonostante alcune case di distribuzione abbiano autorizzato alcune opere, apertura avvenuta principalmente a seguita della denuncia pubblica del Piccolo America e delle diverse realtà di tutta Italia, non è stato ancora possibile reperire titoli a sufficienza per presentare il nostro programma completo- spiega Carocci- con rassegne in linea, per qualità e tipologia, con il lavoro portato avanti in passato. Il programma, in attesa della risoluzione di questa vicenda, sarà pubblicato settimanalmente. Noi andiamo avanti, invitando tutta la città a partecipare con l’amore e la passione di cui oggi più che mai hanno bisogno i nostri territori’.

I NUMERI DI QUESTA EDIZIONE

Ottomiladuecento metri quadri di superficie dedicata ad attività culturali. Centoquattro serate a ingresso gratuito in sessanta giorni, di cui ventisei alla presenza di ospiti, tra cui anche sei incontri con ospiti internazionali. Tremila posti a sedere nelle tre piazze coinvolte, in cui saranno impiegati quaranta ragazzi, quaranta collaboratori tra service e consulenti e venti ragazzi volontari. Questi i numeri della sesta edizione de ‘Il Cinema in Piazza’, che nell’arco della stagione vedrà l’arrivo da Varsavia, Los Angeles, Parigi, Amburgo e Berlino di ospiti come il Premio Oscar Pawel Pawlikowski che presenterà “Cold War”, Tony Kaye regista di ‘American History X’, l’attrice Audrey Tautou con il regista e attore Mathieu Kassovitz per ‘Il Favoloso Mondo di Amélie’ e “L’ordre et la morale” titolo mai distribuito nelle sale italiane, a cui seguono i registi tedeschi Jan-Ole Gerster per “Oh Boy” e Dennis Gansel con “L’onda”. Insieme a personalità italiane come Francesca Archibugi, Gianluca Arcopinto, Lello Arena, Claudio Bigagli, Francesco Bruni, Andrea Carpenzano, Daniele Cini, Stefano Cipani, Paola Cortellesi, Leonardo D’agostini, Diodato, Sabrina Ferilli, Agostino Ferrente, Fabrizio Fichera, Massimo Ghini, Matilde Gioli, Chiara Martegiani, Angela Massafra, Valerio Mastandrea, Giacomo Mazzariol, Valerio Mieli, Riccardo Milani, Giuliano Montaldo, Susanna Nicchiarelli, Riccardo Noury, Roy Paci, Rocco Papaleo, Francesco Piccolo, Isabella Ragonese, Paola Randi, Desideria Rayner, Michele Riondino, Marco Risi, Andrea Sartoretti, Giorgio Testi, Luca Vendruscolo, Carlo Verdone, Giovanni Veronesi, Carlo Virzì, Paolo Virzì, Francesco Zippel, Matteo Zuppi Vescovo di Bologna’. 

“Crediamo che lo spettatore per primo debba essere considerato parte attiva della filiera cinematografica e non semplice fruitore. Il Cinema cresce con lo spirito e la partecipazione attiva del pubblico e non morirà mai se continueremo a creare occasioni d’incontro e scambio tra chi il cinema lo fa e chi lo vuole vivere”. Spiega Federico Croce, direttore generale dell’associazione Piccolo America, a cui seguono le parole di Giulia Flor Buraschi, promotrice della collaborazione con le scuole che afferma, in riferimento al Premio Piccolo America realizzato con i Centri Sperimentali di Milano, Roma e Palermo e Scuola d’Arte Cinematografica Gian Maria Volonté e sostenuto da MIUR e MIBACT: “Dalle nostre prime iniziative è passato molto tempo, durante il quale è maturata dentro di noi l’esigenza di scoprire, incontrare e sostenere, già nella fase di formazione, gli autori. Questi, in occasione delle proiezioni introdotte dagli ospiti, presenteranno 12 cortometraggi prodotti nell’ambito delle attività didattiche, e potranno incontrare il pubblico, che a sua volta potrà conoscere coloro che potenzialmente daranno vita alla prossima produzione cinematografica. Una giuria composta dalla giornalista de L’Obs Marcelle Padovani, dal regista e sceneggiatore Francesco Bruni, dal direttore della fotografia Luca Bigazzi, dal regista Fulvio Risuleo e dall’interprete Gelsomina Pascucci, determinerà la miglior opera, il cui regista vincerà un premio economico pari a 5.000 euro da investire in una nuova produzione cinematografica”. 

La partenza di venerdì 3 Luglio a Piazza San Cosimato con Paolo Virzì, Sabrina Ferilli, Claudio Bigagli, Massimo Ghini, accompagnati dal direttore della fotografia Paolo Carnera e dalla costumista Maria Giovanna Caselli per la presentazione del film ‘La Bella Vita’, sarà seguita dalla serata di sabato 4 luglio, con la proiezione del cartone animato ‘La Carica dei 101’, di Walt Disney. Domenica 5 luglio arriva ‘Ovosodo’, nell’ambito di una retrospettiva di dieci opere dedicata a Paolo Virzì, tutte digitalizzate dalla Cineteca Nazionale, che si concluderanno domenica 30 agosto, con il ritorno in piazza del regista insieme ai co-sceneggiatori Francesca Archibugi e Francesco Piccolo e all’autore delle musiche Carlo Virzì, che presenterà The Leisure Seeker, proiettato in versione originale.

Mercoledì 8 luglio a Trastevere il regista Giovanni Veronesi, insieme a Rocco Papaleo e Matilde Gioli, dibatteranno con il pubblico del film ‘I moschettieri del Re – La penultima missione’, di G. Veronesi. Giovedì 9 luglio si inaugura l’arena a Tor Sapienza, con l’arrivo di Valerio Mastandrea e Chiara Martegiani che introdurranno ‘Ride’, di Valerio Mastandrea. Venerdì 10 luglio si torna a San Cosimato con la consegna del Premio Talento&Tenacia da parte dell’Asilo Savoia, a cui presenzierà il regista del film Leonardo D’Agostino insieme all’attore Andrea Carpenzano, per la presentazione del film ‘Il Campione‘. Domenica 12 luglio, grazie alla collaborazione tra l’Ambasciata della Repubblica Federale di Germania a Roma e il Piccolo America, a Trastevere arriva il regista tedesco Jan-Ole Gerster, che introdurrà il suo ‘OH BOY – Un caffè a Berlino’, opera prima in bianco e nero che gli è valsa nel 2013 il premio ‘Miglior Rivelazione’ agli EFA. Medici Senza Frontiere, charity partner della manifestazione, parteciperà con la nuova campagna #UnitiSenzaFrontiere che collega la realtà improvvisamente stravolta dalla pandemia di Covid-19 al costante impegno di MSF, qualsiasi sia l’emergenza, nel salvare vite ovunque ce ne sia bisogno. E un esempio concreto di questo impegno è raccontato nel film documentario “La Febbre di Gennaro” di Daniele Cini e Claudia Pampinella, realizzato in collaborazione con MSF, la cui prima nazionale si terrà il 16 luglio al Casale della Cervelletta. La pellicola racconta le numerose missioni umanitarie di Gennaro, giovane tarantino di 29 anni, dal Medio Oriente alla Colombia, dalle navi di ricerca e soccorso nel Mediterraneo alle epidemie di Ebola e Covid-19, che oggi affronta in Yemen con MSF. Venerdì 17 luglio a San Cosimato, Agostino Ferrente e il cast del documentario ‘Selfie‘ Miglior Doc. ai David di Donatello, sarà presentato in collaborazione con Amnesty International Italia, alla presenza del portavoce Riccardo Noury e di Ascanio Celestini.

Il grande schermo di Ostia al Porto Turistico sarà inaugurato sabato 18 luglio da Marco Risi, con una maratona delle sue celebri opere ‘Mery per sempre’ e ‘Ragazzi fuori’. Mercoledì 22 luglio si torna nel cuore di Roma, con l’arrivo in piazza di Riccardo Milani e Paola Cortellesi, per la presentazione de ‘Il Posto dell’Anima’, di R. Milani, seguiti a Cervelletta il 23 Luglio dalla prima proiezione della versione integrale del documentario ‘Liberi e Pensanti. Uno Maggio Taranto’, di Fabrizio Fichera, Giorgio Testi eFrancesco Zippel, con la presenza di Diodato, Roy Paci e Michele Riondino e altri membri del cast a sorpresa. Nella serata di venerdì 24 luglio la piazza di Trastevere omaggerà Massimo Troisi, con Lello Arena che presenterà ‘Scusate il Ritardo’, di M. Troisi, appuntamento seguito da sabato 25 luglio con l’arrivo di Dennis Gansel da Amburgo che presenterà il suo ‘L’Onda’, Die Welle (*), serata nuovamente in collaborazione con l’Ambasciata della Repubblica Federale di Germania a Roma.

Domenica 26 luglio Ostia vedrà l’arrivo di Valerio Mieli e Isabella Ragonese per ‘Dieci Inverni’, di V. Mieli. Il regista inoltre mercoledì 29 Luglio assieme alla montatrice Desideria Rayner incontreranno il pubblico per “Ricordi?” di V. Mieli. Giovedì 30 luglio Luca Vendruscolo e Andrea Sartoretti introdurranno il film ‘Piovono Mucche’, di L. Vendruscolo scritto con il compianto Mattia Torre. Nell’ultima serata del mese di luglio, venerdì 31 a Trastevere, da un’idea del Piccolo America e Francesco Bruni, è nata una serata particolare in Piazza San Cosimato. I ragazzi insieme al regista e sceneggiatore, hanno invitato il Cardinale Don Matteo Zuppi, Vescovo di Bologna, che introdurrà la pellicola da lui amata ‘Tutto Quello Che Vuoi’, di F. Bruni, uno speciale incontro a cui prenderà parte anche il maestro Giuliano Montaldo. Sabato 1 agosto si torna a Ostia per l’atteso arrivo di Mathieu Kassovitz con il film ‘Ordre et Morale’. Kassovitz sarà anche presente a Cervelletta insieme all’attrice e modella Audrey Tautou, nella serata di domenica 2 agosto, per la presentazione del film ‘Il Favoloso Mondo di Amélie’, di Jean-Pierre Jeunet. Giovedì 6 agosto proseguono gli appuntamenti con il cinema internazionale, con l’arrivo a Tor Sapienza del regista britannico Tony Kaye, che volerà da Los Angeles a Roma per incontrare il pubblico e parlare del suo American History X, pellicola con Edward Norton dedicata al tema della tensione sociale e del razzismo negli Stati Uniti. Venerdì 7 agosto a San Cosimato, il regista Stefano Cipani, insieme a Giacomo Mazzariol, introdurranno ‘Mio Fratello rincorre i Dinosauri’, tratto dall’omonimo libro di G. Mazzariol. A Tor Sapienza domenica 16 agosto, l’arena darà il benvenuto al Premio Oscar Pawel Pawlikowski che presenterà ‘Cold War‘. Venerdì 21 agosto a Trastevere, arriva Gianluca Arcopinto con ‘Il Caricatore’, di Eugenio Cappuccio, Massimo Gaudioso e Fabio Nunziata, mentre sabato 22 agosto il Porto Turistico di Ostia accoglierà l’ultimo appuntamento con ospiti sul litorale romano con Paola Randi, per la proiezione di ‘Tito e gli Alieni’, alla quale parteciperanno i giovani membri del cast.

Giovedì 27 agosto si torna a Trastevere per gli ultimi tre giorni targati Piccolo Cinema America, con l’arrivo della regista Susanna Nicchiarelli con ‘Cosmonauta’. Chiudono la manifestazione Carlo Verdone, nella serata di venerdì 28 agosto con l’omaggio per il centenario di Alberto Sordi, per cui sarà presentato ‘Lo Scapolo’ di Antonio Petrangeli, seguito dal ritorno di Paolo Virzì assieme a Francesca Archibuigi e Francesco Piccolo nella serata conclusiva di domenica 30 agosto. Tutti i titoli in programma saranno proiettati alle 21.15 in versione originale con sottotitoli in italiano, a esclusione dei titoli dedicati ai bambini, come i classici disney.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

L'articolo Dal 3 luglio a Roma torna ‘Il Cinema in Piazza’ a San Cosimato proviene da dire.it.

]]>
Somalia, Antar Marincola: “Roma renda omaggio al ‘partigiano nero'” https://www.dire.it/01-07-2020/480263-somalia-antar-marincola-roma-renda-omaggio-al-partigiano-nero/ Wed, 01 Jul 2020 13:59:08 +0000 https://www.dire.it/?p=480263 marincola

La storia dello studente universitario italo-somalo divenuto partigiano ha ispirato di recente un'iniziativa lanciata dal giornalista dell'Espresso Massimiliano Coccia, che propone di intitolargli la nuova fermata romana della metro C Amba Aradam-Ipponio

L'articolo Somalia, Antar Marincola: “Roma renda omaggio al ‘partigiano nero'” proviene da dire.it.

]]>
marincola
La storia dello studente universitario italo-somalo divenuto partigiano ha ispirato di recente un'iniziativa lanciata dal giornalista dell'Espresso Massimiliano Coccia, che propone di intitolargli la nuova fermata romana della metro C Amba Aradam-Ipponio
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “La storia coloniale dell’Italia non si può ridurre a foto ingiallite e a nomi di vie che non si comprendono. Il passato va conosciuto per ciò che è stato, d’altra parte esiste anche un rapporto di amicizia tra l’Italia e la Somalia che negli ultimi 30 anni si è annacquato, ma che si può recuperare, e sempre grazie alla memoria”. Ne è convinto Antar Marincola, che dello studio del passato ha fatto un lavoro, con la stesura di vari romanzi.

La sua fonte di ispirazione sono le origini della sua famiglia, che racchiudono pezzi di un’Italia ignota ai più, a partire dalla vicenda dello zio Giorgio Marincola, il “partigiano nero” onorato con la Medaglia al valor militare perché morto combattendo nella resistenza.

“Era il fratello di mia madre, Isabella” racconta lo storico all’agenzia Dire: “Entrambi nacquero dall’unione tra nonno Giuseppe e Askhiro Hassan, conosciuta in Somalia”. Il sottufficiale Marincola, ricorda lo studioso, parte nel 1919 per la colonia somala “all’epoca dell’Italia liberale, retta da Giolitti. Quando tornò con i due figli neri, era il 1926, l’Italia era ormai fascista e guidata da Mussolini“. In quegli anni, sono tanti i militari che scelgono di prestare servizio nelle colonie dell’Impero, ma nonno Giuseppe fa qualcosa di inedito: “Riconobbe entrambi i figli e li fece allevare in Italia dalla sua seconda moglie, da cui ebbe altri due bambini. Furono una delle primissime famiglie miste in Italia”.

Una volta adolescenti, Giorgio e Isabella vengono mandati a Roma per studiare. Al liceo classico dell’Esquilino, Giorgio si lascia affascinare dalle idee anti-fasciste del suo professore di filosofia, Pilo Albertelli, che oggi dà il nome a quell’istituto. L’armistizio dell’8 settembre e l’eccidio delle Fosse Ardeatine in cui Albertelli muore, convincono Giorgio a unirsi alle file della resistenza romana per liberarla dai nazifascisti. La vittoria arriva nel giugno 1944, ma il giovane decide di proseguire la lotta nel nord, dove dopo alterne vicende resta ucciso nella Val di Fiemme, in Trentino, “nell’ultima strage tedesca sul suolo italiano”, ricorda oggi il nipote.

La storia dello studente universitario italo-somalo divenuto partigiano ha ispirato di recente un’iniziativa lanciata dal giornalista dell’Espresso Massimiliano Coccia, che propone di intitolargli la nuova fermata romana della metro C Amba Aradam-Ipponio. Una richiesta che sarà al centro di un webinar alle 18 di oggi organizzato dall’associazioni Neri italiani black italians (Nibi), in collaborazione con Black Lives Matter – Roma.

“E’ una proposta che condivido – dice Antar Marincola – perché il sottopassaggio della metro simbolizza la vita nascosta dei partigiani ma soprattutto quella di Giorgio, che essendo nero, doveva nascondersi due volte“.

Lo scrittore, però, aggiunge: “Esigiamo una targa di rettifica accanto al nome di viale dell’Amba Aradam: in quella località dell’Etiopia i soldati fascisti nel 1936 uccisero 20.000 persone con l’uso di gas tossici“. Lo studioso denuncia: “Non è possibile che Roma sia piena di strade dedicate a protagonisti ed episodi del colonialismo di cui sui libri di storia non si trova nulla”.

Un passato, evidenzia Marincola, che emerge ad esempio tra le vie del quartiere Trieste, nel quadrante nord-est della capitale, meglio noto ai romani come “quartiere africano” perché riporta i nomi degli Stati conquistati dall’Italia nonché le località delle principali battaglie: Viale Somalia, Viale Etiopia, Viale Eritrea, via Gadames. “Le nuove generazioni devono sapere” esorta lo storico, che ribadisce l’importanza di recuperare anche i rapporti positivi, rappresentata da quella generazione nata da coppie miste e da quei giovani che hanno studiato negli atenei italiani o si sono trasferiti in Italia.

Una memoria che però è sempre più sbiadita: “Oggi, 1 luglio, cade il sessantennale dell’indipendenza della Somalia: allora si festeggiava la fine piena del colonialismo italiano e un nuovo inizio nei rapporti con quel Paese, ma il quadro odierno è molto diverso. Il sogno dei somali adesso è la pace”. Trent’anni di guerra civile, frammentazioni interne e nuovi conflitti secondo Antar Marincola “stanno allentando sempre di più i legami culturali con l’Italia, che continua a ignorare quel rapporto con l’Africa, lasciando campo libero a Paesi come la Turchia, sempre più presente in quell’area”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

L'articolo Somalia, Antar Marincola: “Roma renda omaggio al ‘partigiano nero'” proviene da dire.it.

]]>
VIDEO | Bellanova visita il Centro Agroalimentare di Roma: “Qui si esercita un diritto costituzionale” https://www.dire.it/01-07-2020/480211-video-bellanova-visita-il-centro-agroalimentare-di-roma-qui-si-esercita-un-diritto-costituzionale/ Wed, 01 Jul 2020 13:05:43 +0000 https://www.dire.it/?p=480211

La ministra ha fatto un sopralluogo nei padiglioni dell'ortofrutta e dei prodotti ittici, intrattenendosi con operatori e commercianti

L'articolo VIDEO | Bellanova visita il Centro Agroalimentare di Roma: “Qui si esercita un diritto costituzionale” proviene da dire.it.

]]>
La ministra ha fatto un sopralluogo nei padiglioni dell'ortofrutta e dei prodotti ittici, intrattenendosi con operatori e commercianti
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Malgrado l’emergenza i mercati all’ingrosso hanno continuato a servire i cittadini di prodotto fresco e si sono confermati ancora una volta come un pezzo importante della filiera agroalimentare e una struttura con un ruolo importante per i cittadini”. A dirlo e’ il direttore generale del Car e presidente di Italmercati, Fabio Massimo Pallottini, in occasione della visita al Centro della ministra delle Politiche agricole, Teresa Bellanova. Quest’ultima, accompagnata dal presidente della struttura, Valter Giammaria, dallo stesso Pallottini, dall’assesore al capitolino alle Attivita’ produttive, Carlo Cafarotti, e dal sindaco di Guidonia, Michel Barbet, ha fatto un sopralluogo nei padiglioni dell’ortofrutta e dei prodotti ittici, intrattenendosi con operatori e commercianti.

Pallottini ha quindi rimarcato che “in una condizione di grande difficolta’ i mercati all’ingrosso hanno sempre lavorato anche nei momenti piu’ difficili, anche nelle zone piu’ colpite come Bergamo e Brescia”.

Dello stesso avviso anche la ministra Bellanova che ha lodato il Car per la gestione delle attivita’ nella fase del lockdown, ricordando che “il diritto al cibo deve essere garantito dalla Costituzione al pari della Sanita’ e dell’Istruzione”. Questo quindi, “e’ un luogo dove si esercita un diritto costituzionale“.

DA MERCATI ALL’INGROSSO RUOLO IMPORTANTE FILIERA

“I mercati all’ingrosso hanno un ruolo molto importante, perche’ il covid ci ha messo nella condizione di comprendere cosa sia una filiera che funziona”. Lo ha detto il ministro per le Politiche agricole, Teresa Bellanova, nel corso della visita al Centro agroalimentare romano di questa mattina.
La ministra ha ricordato che la filiera “va dalla produzione alla vendita, passando per la trasformazione e queste grandi strutture che danno ai cittadini la possibilita’ di accedere a prodotti freschi, del territorio e tracciabili. Ringrazio tutti gli attori di questa filiera per aver garantito a tutti i cittadini durante l’emergenza momenti di normalita’”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

L'articolo VIDEO | Bellanova visita il Centro Agroalimentare di Roma: “Qui si esercita un diritto costituzionale” proviene da dire.it.

]]>
Sanità, Magi (Omceo): “Enpam ente solido, apriremo di più ai giovani” https://www.dire.it/01-07-2020/480138-sanita-magi-omceo-enpam-ente-solido-apriremo-di-piu-ai-giovani/ Wed, 01 Jul 2020 11:13:16 +0000 https://www.dire.it/?p=480138 medici

Il presidente dell'Ordine dei medici di Roma, Antonio Magi, guiderà la Fondazione per il quinquennio 2020-2025

L'articolo Sanità, Magi (Omceo): “Enpam ente solido, apriremo di più ai giovani” proviene da dire.it.

]]>
medici
Il presidente dell'Ordine dei medici di Roma, Antonio Magi, guiderà la Fondazione per il quinquennio 2020-2025
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Mantenere una gestione oculata dell’ente, aprire ai giovani il più possibile, ma anche battersi affinché il governo non tassi due volte i soldi della previdenza. Su queste direttrici si muoverà la Fondazione Enpam nei prossimi cinque anni. A spiegarlo, all’agenzia Dire, il presidente dell’Ordine dei medici di Roma, Antonio Magi, scelto sabato scorso, dall’Assemblea nazionale dell’ente, tra i componenti del nuovo Cda che guiderà la Fondazione per il quinquennio 2020-2025. Alla presidenza è stato rieletto Alberto Oliveti.

“Il lavoro fatto dall’Enpam in questi anni ha portato a notevoli profitti- ha sottolineato Magi-. Il capitale è stato ben gestito e questo ha permesso di garantire non soltanto le attività di natura pensionistica-previdenziale, ma anche quelle assistenziali. In periodo di emergenza Covid, abbiamo sostenuto tanti colleghi in difficoltà riuscendo a risolvere problematiche al posto del governo, che per alcune categorie di medici non ha previsto nulla. Adesso è importante continuare con una gestione oculata per garantire la stabilità dell’ente. Oggi siamo in grado di erogare pensioni per cinquant’anni anche se non entrasse un contributo”.

Il presidente dell’Omceo Roma ha poi sottolineato che tra gli obiettivi dei prossimi anni “c’è quello di aprire ai giovani e aiutarli il più possibile. Dobbiamo dare continuità a quanto fatto finora ma anche avere uno slancio maggiore. Ricordo che oggi possono iscriversi all’Enpam anche gli studenti del quinto e sesto anno di Medicina”. Sullo sfondo, però, resta un vulnus con il governo.

Chiediamo come ente che i soldi della previdenza non vengano tassati due volte. Siamo l’unico Paese in Europa in cui questo accade- ha concluso Magi- L’Iva per noi è un costo, non una detrazione. Vogliamo adeguarci agli altri Paesi, non continuare a vivere con questa particolarità”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

L'articolo Sanità, Magi (Omceo): “Enpam ente solido, apriremo di più ai giovani” proviene da dire.it.

]]>
VIDEO | ‘Ripartiamo in sicurezza’, a Roma test sierologici gratuiti per gli avvocati https://www.dire.it/01-07-2020/480083-ripartiamo-in-sicurezza-a-roma-test-sierologici-gratuiti-per-gli-avvocati/ Wed, 01 Jul 2020 08:54:29 +0000 https://www.dire.it/?p=480083 test_sierologici_avvocati_roma (1)

Sileri e Galletti presentano l'iniziativa, tre camper in piazza per screening

L'articolo VIDEO | ‘Ripartiamo in sicurezza’, a Roma test sierologici gratuiti per gli avvocati proviene da dire.it.

]]>
test_sierologici_avvocati_roma (1)
Sileri e Galletti presentano l'iniziativa, tre camper in piazza per screening
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Test sierologici gratuiti per tutti gli avvocati di Roma in occasione della ripresa a pieno regime dell’attività giudiziaria. Si chiama ‘Ripartiamo in sicurezza‘ ed è l’iniziativa di screening anti-Covid per gli iscritti all’Ordine degli avvocati della Capitale organizzata insieme a Cassa Forense e al policlinico Agostino Gemelli e presentata stamattina a piazza Cavour proprio di fronte al Palazzaccio, sede della Corte di Cassazione. A inaugurare i tre camper – uno a piazza Cavour, uno a piazzale Clodio e uno a via Lepanto – che monitoreranno la salute dei legali romani da oggi al 17 luglio sono stati, tra gli altri, il presidente dell’Ordine degli avvocati di Roma, Antonino Galletti e il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri.

“Sono orgoglioso di presentare questa iniziativa, si tratta di un progetto pilota di tutti gli ordini italiani che parte da Roma con l’intenzione di condividere questa esperienza anche al di fuori dell’avvocatura, e la presenza del viceministro ci rafforza”, ha detto Galletti parlando dal palco allestito per l’occasione. “Il nostro obiettivo è salvaguardare la salute degli oltre 26mila avvocati e mille praticanti iscritti al nostro Ordine per ripartire in sicurezza, e iniziamo da oggi non a caso perché riparte l’attività giudiziaria nella sua interezza- ha proseguito il presidente- Forniremo i dati statistici ed epidemiologici dei test anche al sistema sanitario regionale e a quello nazionale, tutto senza oneri per l’Erario grazie allo sforzo di Cassa Forense. Un’iniziativa che già prima di partire sta avendo successo, visto che per i primi quattro giorni i posti nei nostri tre camper sono tutti prenotati: proseguiremo con lo screening a tappeto fino al 17 luglio, poi ricominceremo a settembre e a ottobre quando secondo gli esperti ci sarà una possibilità di recrudescenza del virus”. Per Sileri si tratta di “un’iniziativa molto importante non solo perché verranno fatti quasi 30mila test entro il 17 luglio, ma soprattutto perché questa iniziativa fa sistema e fa rete sul territorio, un elemento che forse è mancato all’inizio dell’epidemia”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

L'articolo VIDEO | ‘Ripartiamo in sicurezza’, a Roma test sierologici gratuiti per gli avvocati proviene da dire.it.

]]>
Sparatoria a Ostia, condannati a oltre 20 anni Ottavio Spada e altri membri del clan https://www.dire.it/30-06-2020/479810-sparatoria-ostia-spada-condanna/ Tue, 30 Jun 2020 13:00:22 +0000 https://www.dire.it/?p=479810

Fu testimone oculare la giornalista del quotidiano 'La Repubblica', Federica Angeli, che denunciò agli inquirenti quanto aveva visto

L'articolo Sparatoria a Ostia, condannati a oltre 20 anni Ottavio Spada e altri membri del clan proviene da dire.it.

]]>
Fu testimone oculare la giornalista del quotidiano 'La Repubblica', Federica Angeli, che denunciò agli inquirenti quanto aveva visto
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Oltre 20 anni di carcere distribuiti in sette condanne ad esponenti del clan Spada sono state inflitte dai giudici della prima corte d’assise di Roma in relazione alla sparatoria tra clan rivali avvenuto il 17 luglio del 2013, a Ostia. I giudici hanno inflitto 8 anni a Ottavio Spada, accusato di tentato omicidio. Tra i condannati anche Carmine Spada per il quale i giudici hanno disposto 3 anni di reclusione. Della sparatoria fu testimone oculare la giornalista del quotidiano ‘La Repubblica’, Federica Angeli, che denunciò agli inquirenti quanto aveva visto. Una decisione che determinò l’assegnazione di una scorta che tuttora segue la cronista.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

L'articolo Sparatoria a Ostia, condannati a oltre 20 anni Ottavio Spada e altri membri del clan proviene da dire.it.

]]>
Maxxi e Triennale Milano premiano Francesca Torzo e Lucy Styles https://www.dire.it/30-06-2020/479778-maxxi-e-triennale-milano-premiano-francesca-torzo-e-lucy-styles/ Tue, 30 Jun 2020 12:33:36 +0000 https://www.dire.it/?p=479778 premio_maxxi_architettura

Vincono il Premio italiano di architettura 2020. Melandri: "Donne brillanti e visionarie"

L'articolo Maxxi e Triennale Milano premiano Francesca Torzo e Lucy Styles proviene da dire.it.

]]>
premio_maxxi_architettura
Vincono il Premio italiano di architettura 2020. Melandri: "Donne brillanti e visionarie"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Francesca Torzo e Lucy Syles sono le giovani architette vincitrici della prima edizione del Premio italiano di architettura 2020, indetto dal Maxxi e da Triennale Milano, con il patrocinio del Mibact. A consegnare loro il riconoscimento questa mattina, a Roma, è stata la presidente della Fondazione Maxxi, Giovanna Melandri, alla presenza della direttrice della Direzione generale per la creatività contemporanea del Mibact, Margherita Guccione e, in collegamento, del presidente della Triennale, Stefano Boeri.

Francesca Torzo ha vinto il Premio al miglior edificio con il progetto ‘Z33 House for Contemporary Art, Design and Architecture‘, uno spazio espositivo da poco aperto al pubblico nel centro storico di Hasselt, in Belgio, integrato nel contesto del giardino dell’antico beghinaggio. Lucy Styles ha vinto il premio al miglior progettista under 40 con ‘Home Sweet Home‘, la casa a cielo aperto nella piazza del Maxxi, vincitrice dell’edizione 2020 di Yap Rome at Maxxi. Dal 2 luglio farà da sfondo agli appuntamenti Estate al Maxxi, il palinsesto estivo del museo con libri, musica, teatro, cinema.

“Sono felice che le vincitrici di questa prima edizione del Premio siano due architette brillanti e visionarie, premiate nel museo della grande Zaha Hadid”, ha detto Melandri. “I progetti sono meravigliosi e l’ambizione del premio è di crescere nei prossimi anni” ha aggiunto Boeri. Menzione d’onore a Cino Zucchi per Lavazza Headquarters, a Torino, che si sviluppa intorno a una piazza alberata. A Renzo Piano, infine, il Premio alla Carriera. I vincitori e i finalisti del Premio saranno protagonisti di una mostra al Maxxi a ottobre.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

L'articolo Maxxi e Triennale Milano premiano Francesca Torzo e Lucy Styles proviene da dire.it.

]]>
Roma, arrestate dodici persone e sequestrata droga per 1,4 chili https://www.dire.it/28-06-2020/479391-roma-arrestate-dodici-persone-e-sequestrata-droga-per-14-chili/ Sun, 28 Jun 2020 14:06:20 +0000 https://www.dire.it/?p=479391

Le operazioni della Polizia hanno interessato varie aree della Capitale, da Corviale a Fidene, fino anche a Tivoli

L'articolo Roma, arrestate dodici persone e sequestrata droga per 1,4 chili proviene da dire.it.

]]>
Le operazioni della Polizia hanno interessato varie aree della Capitale, da Corviale a Fidene, fino anche a Tivoli
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Prosegue il lavoro della Polizia di Stato nella lotta allo spaccio di stupefacenti con 12 persone arrestate. Sequestrati circa 1kg e 400 grammi di sostanze stupefacenti tra cocaina, marijuana, hashish e crack e denaro contante per 9.400 euro.

Gli uomini della sezione Volanti durante lo svolgimento del normale servizio di controllo del territorio hanno notato nel parcheggio esterno di un’attività commerciale, situata in via del Ponte Pisano, un uomo a bordo di un’autovettura che alla vista degli agenti ha cercato di allontanarsi.

O. F., cittadino Italiano di 56 anni, che si trovava in prossimità dell’agglomerato di abitazioni di edilizia popolare, denominato Corviale, un’area altamente vocata alla consumazione di reati in materia di stupefacenti, è stato immediatamente fermato e sottoposto a perquisizione personale. I poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato un involucro trasparente con 1,928 grammi lordi di cocaina che l’uomo nascondeva nella tasca destra dei pantaloni e 400 euro in contanti, mentre sotto i sedili posteriori del veicolo sono state rinvenute 2 buste con all’interno 1,018 kg lordi di marijuana, inoltre nella sua abitazione gli agenti hanno sequestrato un bilancino di precisione e 150 euro in contanti.

Sempre gli uomini della sezione Volanti hanno arrestato un 20enne Romano F. C. per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Gli agenti mentre transitavano in Via Trano hanno notato il giovane mentre riceveva del denaro contante da un’altra persona e successivamente raccoglieva una bustina di plastica occultata in un aiuola per poi riporla nuovamente nello stesso punto. I poliziotti accortisi dell’attività illecita hanno tentato di fermare i due uomini ma mentre l’acquirente è riuscito a darsi alla fuga , F. C. è stato fermato. All’interno della bustina di plastica prontamente recuperata dagli agenti sono stati trovati 4 involucri di hashish per un peso lordo di 2,6 grammi e 1 involucro di plastica contenente 0,5 grammi di marijuana mentre il 20enne sottoposto a perquisizione è stato trovato in possesso di 200,00 euro in contanti e un telefono cellulare che si presume fosse utilizzato per contattare eventuali acquirenti.

Gli Agenti del commissariato Borgo durante un ordinario pattugliamento volto al controllo del territorio hanno arrestato 2 cittadini albanesi, P. E. di 25 anni con precedenti per reati di droga e S. K. di 40 anni, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. I due sono stati trovati in possesso di 8,85 grammi lordi di cocaina suddivisa in 18 involucri.

Gli agenti del commissariato Fidene Serpentara hanno tratto in arresto D. V. M. T., un cittadino cubano di 19 anni, per resistenza, oltraggio a Pubblico Ufficiale e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. L’uomo è stato sorpreso in via Giuseppe de Marini mentre era intento a cedere sostanza stupefacente e dopo un vano tentativo di fuga è stato fermato dagli agenti nei confronti dei quali il 19enne ha opposto fin da subito resistenza cercando di divincolarsi con calci e pugni. Effettuata la perquisizione personale e domiciliare questa dava esito positivo rinvenendo 68 grammi di hashish e circa 7.000 euro in contanti.

Ancora gli investigatori del commissariato Fidene-Serpentara hanno arrestato G.A., romano 50enne, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Durante la perquisizione domiciliare, gli agenti hanno rinvenuto un borsone contenente una cassaforte che, è stata aperta in commissariato con l’ausilio dei Vigili del Fuoco. All’interno è stata rinvenuta cocaina per un peso lordo complessivo di 172 grammi suddivisa in involucri di vario peso.

A seguito di uno specifico servizio di appostamento ed osservazione volto a contrastare il dilagante fenomeno del traffico delle sostanze stupefacenti o psicotrope, gli uomini della squadra investigativa del commissariato distaccato ‘Tivoli’ hanno arrestato R. A., cittadino italiano di 26 anni per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. L’uomo, infatti, deteneva in casa un considerevole quantitativo di marijuana da destinare allo spaccio per l’illecito mercato di Tivoli e di Guidonia Montecelio. La perquisizione presso la sua abitazione ha permesso di rinvenire 100 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana e hashish, strumenti di precisione per la quantificazione del peso, involucri utilizzati per il confezionamento della sostanza, nonché numeroso materiale che comprova l’effettiva attività di spaccio svolta dall’uomo, come agende, annotazioni e 785 euro in contanti.

Gli Agenti del commissariato ‘Porta Maggiore’ hanno arrestato un cittadino senegalese C. L. di 47 anni, nel corso di un attività di monitoraggio degli ambienti legati alla tossicodipendenza. Gli agenti sono venuti a conoscenza di una possibile attività di spaccio messa in atto da cittadini africani che sostando nella sede tramviaria sita nei pressi delle fermate di Piazzale Prenestino erano soliti vendere sostanza stupefacente, confondendosi con i passeggeri in attesa dei mezzi pubblici. I poliziotti hanno arrestato C. L. per aver ceduto, in cambio di denaro, 0,40 grammi di sostanza stupefacente del tipo eroina ad un cittadino italiano, anch’egli fermato e segnalato al prefetto. L’arrestato è stato sottoposto a perquisizione personale ed è stato trovato in possesso di 85,00 euro in contanti ritenuto il provento dell’illecita attività di spaccio di sostanza stupefacente.

Gli agenti del commissariato Esquilino hanno arrestato due sorelle, cittadine della Repubblica Dominicana, D. P. M. A. di 34 anni e D. P. A. R. di 32 anni, dedite allo spaccio di sostanza stupefacente del tipo crack all’interno del loro appartamento. I poliziotti a seguito di un servizio di osservazione e hanno notato un uomo che si era introdotto all’interno dell’appartamento per poi uscire in possesso di 0,2 grammi di crack. Perquisito l’appartamento, sono stati rinvenuti 10 grammi di crack e 115 euro in contanti.

Gli uomini del commissariato San Basilio hanno arrestato in flagranza di reato 2 romani pluripregiudicati con precedenti per reati inerenti gli stupefacenti, S. T. di 34 anni e M. C. di 30 anni. I due erano sospettati di aver messo in atto una fiorente attività di spaccio di stupefacenti all’interno dell’abitazione di S. T. I due soggetti sono stati visti mentre cercavano di nascondere qualcosa in mezzo ai ciottoli dell’aiuola condominiale e sono stati colti in flagranza mentre vendevano una dose con 5 grammi di cocaina. Un’attenta ricerca anche tramite le unità cinofile della Questura di Roma, ha permesso di rinvenire nella medesima aiuola 9 involucri di cocaina per un totale di 3,9 grammi. La perquisizione domiciliare effettuata presso l’abitazione di S. T. ha dato esito positivo, sono infatti stati rinvenuti 250,00 euro in contanti mentre nell’abitazione di M. C. sono stati rinvenuti 420,00 euro ritenuti anch’essi provento dell’illecita attività e della sostanza polverosa bianca, verosimile cocaina, del peso di 0,1 grammi posta su un ripiano dell’armadio della camera da letto.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

L'articolo Roma, arrestate dodici persone e sequestrata droga per 1,4 chili proviene da dire.it.

]]>
Per Anzio bandiera verde: l’unica a misura di bambino sul litorale romano https://www.dire.it/28-06-2020/479355-per-anzio-bandiera-verde-lunica-a-misura-di-bambino-sul-litorale-romano/ Sun, 28 Jun 2020 10:35:13 +0000 https://www.dire.it/?p=479355 velia fontana

Il riconoscimento viene assegnato dai pediatri alle località marine che hanno caratteristiche tali da renderle adatte ai più piccoli

L'articolo Per Anzio bandiera verde: l’unica a misura di bambino sul litorale romano proviene da dire.it.

]]>
velia fontana
Il riconoscimento viene assegnato dai pediatri alle località marine che hanno caratteristiche tali da renderle adatte ai più piccoli
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Anzio ha ottenuto la bandiera verde 2020, “un riconoscimento molto importante, che viene assegnato dal comitato tecnico-scientifico dei pediatri italiani alle località marine che hanno caratteristiche (quali l’acqua pulita, fondali bassi, presenza di giochi e aree per i più piccoli), tali da renderle adatte a misura di bambino. Questa è la dimostrazione dell’ottimo lavoro portato avanti dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Candido De Angelis”. Lo rende noto l’assessore alle Politiche sociali del comune di Anzio Velia Fontana.

Ad Alba Adriatica (Teramo) “ho avuto l’onore di ritirare la bandiera verde durante la cerimonia di consegna, alla presenza, tra gli altri, di rappresentanti della provincia di Teramo, della regione Abruzzo- prosegue Fontana-. E’ stata una bella manifestazione, e non posso che esprimere la mia massima soddisfazione per la nostra città, anche perché Anzio e’ l’unica bandiera verde del litorale romano. Ora, lo stimolo è quello di andare avanti per cercare di fare sempre meglio, per rispondere con la massima attenzione alle istanze dei cittadini e dei turisti”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

L'articolo Per Anzio bandiera verde: l’unica a misura di bambino sul litorale romano proviene da dire.it.

]]>
Roma, dall’1 luglio a Garbatella torna la Festa dell’Altra Estate https://www.dire.it/27-06-2020/479300-roma-dall1-luglio-a-garbatella-torna-la-festa-dellaltra-estate/ Sat, 27 Jun 2020 15:54:08 +0000 https://www.dire.it/?p=479300

Un mese di eventi a Casetta rossa

L'articolo Roma, dall’1 luglio a Garbatella torna la Festa dell’Altra Estate proviene da dire.it.

]]>
Un mese di eventi a Casetta rossa
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Dal 1 luglio inizia la Festa dell’Altra Estate a Casetta Rossa a Garbatella più bella, lunga e importante di sempre. Durerà un mese, quasi tutto il mese di luglio e ospiterà eventi e personalità di grande valore culturale, politico e sociale. Sarà un festival gioioso e combattivo, di festa, di riflessione, di proposta e di protesta. Sarà il festival di una città che non ha smesso di pensare con fiducia al futuro, nonostante i danni causati da una amministrazione che è riuscita a uccidere anche l’Estate romana”. Si legge in una nota di Casetta Rossa.

“Sarà la festa della città che non si è arresa, che nei mesi della ‘chiusura’ ha resistito con le armi della fantasia, delle buone prassi solidali, della reciprocità, della voglia di uscire migliori dalla pandemia, del rifiuto di targettizzare gli ultimi come untori- spiega la nota- La pandemia ha mostrato le falle e la falsità della novella neoliberista e la vera natura di un sistema economico fondato sullo sfruttamento dell’umanità e della natura“, scrivono.

“Nei nostri eventi troverete i volti di chi ha idee buone e pratiche sane per andare alla radice del problema- continua la nota- Troverete i volti di chi in questi mesi si è messo in gioco, di chi ha fatto della solidarietà un’arma per sconfiggere l’oblio. Dietro le mascherine di chi accoglierà il pubblico, si potranno incontrare le decine di volontarie e volontari che da mesi sono in strada per non far rimanere nessuno indietro. Sarà una festa responsabile che osserverà le regole del distanziamento fisico e non sociale, però. Un mese di musica, teatro, cinema, dibattiti, presentazione di libri e buon cibo animeranno il Parco di Cavallo Pazzo. Una festa green e a impatto zero. Tutti gli eventi saranno ad accesso libero e gratuito”.

“E’ un regalo, un atto di amore per il nostro territorio e per Roma- spiegano gli organizzatori- In una città in cui il Comune prova a desertificare l’offerta culturale, la nostra comunità si mette a disposizione per alimentarla e lo fa senza risorse pubbliche, facendo leva sulla forza dei volontari e delle volontarie. Siamo consapevoli della sfida, ma la nostra città rifiorisce se valorizza e riconosce le sue forze migliori, quell’umanità che investe le proprie energie creative per rendere Roma una città più giusta e solidale. In questo quadro così duro per la società e il mondo culturale. L’amministrazione capitolina non aiuta e, se può, mette i bastoni tra le ruote. Nonostante questo, andremo avanti lo stesso. Quando l’impresa è enorme ci piace affrontarla e rilanciare. E quindi faremo un mese di festa e tutte le iniziative saranno free e ad accesso libero”.

IL PROGRAMMA

 “Si parte mercoledì 1 luglio con il consueto brindisi di apertura con l’esibizione della Stradabanda e i saluti del Municipio Roma VIII- continuano- Tra gli incontri si segnalano, tutti a partire dalle 18.30, giovedì 2 luglio la presentazione di ‘Attraverso i tuoi Occhi, Cronache dalle migrazioni’ di Angela Caponnetto. Ne discutono con l’autrice Annalisa Camilli e Riccardo Noury.

Il 3 luglio sarà presentato “Libia” di Francesca Mannocchi e Gianluca Costantini. Intervengono insieme agli autori Riccardo Noury e Gianluca Peciola. Sabato 4 luglio si parla di “Mutualismo e progetto di società, siamo cittadini di mondi a venire”. Interverranno in collegamento dalla Grecia “Solidarty for all”, in presenza le reti mutualistiche di Roma, tra cui: Astra, A Buon Diritto, Comune-Info, Municipio Solidale Roma VII, Solid, Mediterranea, Rete mutualistica del Municipio Roma III, Replay Network ASP, Nonna Roma, SFA, Csoa Spartaco, Municipio Solidale, Casetta Rossa, Csoa La Strada, Radio Anticorpi. Coordina Luciano Ummarino, Brigata Lena Modotti (Milano) con Federico De Ambrosis”.

“Lunedì 6 luglio si parla di diritti umani con il dibattito ‘Abuso di potere e discriminazioni- scrivono ancora- Le statue intoccabili dell’Occidente’ con Marco Damilano, Ilaria Cucchi, Fabio Anselmo, Cathy La Torre, Amin Nour, Gianluca Peciola. Giovedì 9 luglio mettiamo al centro il lavoro con l’incontro ‘Un passo avanti e due indietro. Il lavoro femminile dentro la pandemia’ con Francesca Re David, Marta Fana e Celeste Costantino. Coordina Francesca Fornario. Venerdì 17 luglio verrà presentato il libro “Le mappe disuguaglianze su Roma” di Leli Keto, Salvatore Monni, Federico Tomassi. Ne discutono con gli autori Sonia Spila e Fabio Ciconte. Coordina Arianna Lalli.

Martedì 21 sarà presentato il libro ‘La linea del colore’ con l’autrice Igiaba Scego, Eleonora Calvino e Arianna Lalli. E giovedì 23 ancora spazio ai libri con la presentazione di “Vittorio Arrigoni, ritratto di un utopista” con Anna Maria Selini, Mery Calvelli, modera la giornalista Ilaria Cruciati del Manifesto”.

“Spazio agli spettacoli con Valerio Aprea che legge ‘Gola’ e altri pezzi brevi di Mattia Torre, Claudio Morici, Tiziano Scrocca e Ivan Talarico, e l’intervento speciale di Pif che insieme al giornalista Paolo Borrometi ci parlerà di mafia e giovani. Tanta musica con Emilio Stella, Cecilia Sanchietti, Lavinia Mancusi & Felice Zaccheo, Giulia Anania, Kento, Brusca. Non mancherà il cinema, con la proiezione venerdì 10 luglio di ‘Ciao Renato!’ (di Cristina Torelli, Paolo Luciani, Roberto Torelli) Omaggio a Renato Nicolini e alla sua visione rivoluzionaria di città- concludono- Presentazione di Roberto Torelli. Seguirà il dibattito con Marilù Prati, Amedeo Ciaccheri, Christian Raimo, Toni Jop e Camilla De Boni. Modera Dina Giuseppetti. Seguiranno altre serate di cinema con ‘The milky way – Nessuno si salva da solo’ di Luigi D’Alife, il documentario ‘Deforestazione Made in Italy’, ‘Terroriste. Zehra e le altre’ di Marica Casalinuovo, Francesca Nava, Vichie Chinaglia, Marella Bombini. La Festa dell’Altra Estate sarà questo e tanto altro e vi aspetta dal 1 al 26 luglio alla Casetta Rossa, in via Magnaghi 14”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

L'articolo Roma, dall’1 luglio a Garbatella torna la Festa dell’Altra Estate proviene da dire.it.

]]>
Ritrovata a Ventotene un’ancora in pietra del VI-IV secolo a.C. https://www.dire.it/27-06-2020/479288-ritrovata-a-ventotene-unancora-in-pietra-del-vi-iv-secolo-a-c/ Sat, 27 Jun 2020 15:11:23 +0000 https://www.dire.it/?p=479288 venotene

In fondo al mare, a quaranta metri di profondità, anche altri resti di navi romane

L'articolo Ritrovata a Ventotene un’ancora in pietra del VI-IV secolo a.C. proviene da dire.it.

]]>
venotene
In fondo al mare, a quaranta metri di profondità, anche altri resti di navi romane
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – I fondali di Ventotene custodiscono dei tesori per gli amanti dell’archeologia. Ne è prova la recente scoperta di reperti appartenenti a navi di epoca romana, alcuni addirittura databili al VI-IV secolo a.C. Tutto è partito dalla segnalazione di un sub, che si è accorto della presenza di elementi antichi durante un’immersione e ha prontamente avvertito le autorità.

Così, nel mese di giugno, i militari del nucleo Carabinieri tutela patrimonio culturale (Tpc) di Roma e del nucleo Carabinieri subacquei di Roma, coordinati da funzionari archeologi della Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per le province di Frosinone Latina e Rieti, diretta dalla soprintendente Paola Refice, hanno individuato a una profondità di circa 40 metri e sottoposto a rilievi metrici e fotografici i seguenti reperti di elevato interesse storico e archeologico: un’ancora in pietra di forma ovale (lunghezza 60 cm) proveniente da una nave risalente al periodo compreso tra il VI e il IV sec. a.C.; un ceppo di ancora in piombo (lunghezza 65 cm) e una contromarra in piombo (lunghezza 47 cm), già facenti parte della medesima ancora in legno non conservatasi, verosimilmente appartenente ad una nave romana risalente al periodo compreso tra il III sec. a.C. ed il I-II sec. D.C.; un ceppo di ancora in piombo (lunghezza 51 cm) interessato da processi di ossidazione e corrosione, saldato ad un’ancora di “tipo ammiragliato” in ferro con barra mobile (lunghezza 1,5 m) ed un’ancora di minori dimensioni, tutte verosimilmente appartenenti al medesimo relitto di nave romana di epoca imperiale (I-II sec. D.C.); un’ancora di “tipo ammiragliato” in ferro (lunghezza 4 m) proveniente da relitto moderno; un’ancora di “tipo rampino” (lunghezza 3 m) proveniente da relitto moderno”.

Inoltre, “la Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per le province di Frosinone Latina e Rieti, attraverso il suo servizio di tutela subacquea, ha stabilito di valorizzare il contesto archeologico in situ, secondo le recenti indicazioni Unesco in merito al patrimonio culturale subacqueo”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

L'articolo Ritrovata a Ventotene un’ancora in pietra del VI-IV secolo a.C. proviene da dire.it.

]]>
A Fiumicino un altro ristorante chiuso per Coronavirus https://www.dire.it/27-06-2020/479255-a-fiumicino-un-altro-ristorante-chiuso-per-coronavirus/ Sat, 27 Jun 2020 11:17:56 +0000 https://www.dire.it/?p=479255

La Asl Roma 3 raccomanda a tutti i titolari di ristoranti di conservare i contatti degli avventori per facilitare le operazioni di contact tracing

L'articolo A Fiumicino un altro ristorante chiuso per Coronavirus proviene da dire.it.

]]>
La Asl Roma 3 raccomanda a tutti i titolari di ristoranti di conservare i contatti degli avventori per facilitare le operazioni di contact tracing
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – La Asl Roma 3 ha disposto la chiusura di un secondo ristorante a Fiumicino “a causa della positività del titolare di entrambi i locali. Dei 400 tamponi eseguiti ieri al drive-in di Casal Bernocchi, 8 sono risultati positivi: 2 titolari del locale, 2 dipendenti e 4 conviventi del paziente del Bangladesh ricoverato ieri allo Spallanzani“. Lo comunica in una nota l’Unità di Crisi COVID-19 della Regione Lazio.

LEGGI ANCHE: No del Consiglio di Stato: nel Lazio i privati non possono fare i tamponi per il Coronavirus

“Continua l’indagine epidemiologica e l’esecuzione dei tamponi drive-in a Casal Bernocchi- conclude la nota- Si raccomanda a tutti i titolari di ristoranti di conservare i contatti degli avventori per facilitare le operazioni di contact tracing qualora si rendessero necessarie ed evitare pesanti sanzioni. La Asl Roma 3 è in costante contatto con il sindaco di Fiumicino”.

IL SINDACO MONTINO: “CHI E’ STATO NEI LOCALI SI SOTTOPONGA A TAMPONE”

“La Asl RM3 ha comunicato che sui 400 tamponi eseguiti ieri al drive-in di Casal Bernocchi, 8 sono risultati positivi: 2 titolari del locale, 2 dipendenti e 4 conviventi del dipendente del locale ricoverato ieri allo Spallanzani. E’ importante sottolineare che, al momento, nessun cliente risulta positivo al tampone: gli unici tamponi positivi sono di dipendenti, titolari e conviventi del primo paziente“. Così su Facebook il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino.

“Poiché i titolari di Indispensa sono anche i gestori del chiosco Spuma sul lungomare della Salute anche il chiosco è stato chiuso in via precauzionale- spiega Montino- La Asl RM3 sta proseguendo i controlli e, dato il grande afflusso di persone, ha deciso di tenere aperto il drive-in di Casal Bernocchi fino alle 20 anche oggi, domani e per i giorni a seguire. Ricordo che chi fosse andato a Indispensa o a Spuma dal 21 giugno scorso deve recarsi al drive-in per essere sottoposto al tampone“.

“Se giunti a Casal Bernocchi vi trovaste davanti un numero consistente di macchine, com’è avvenuto ieri e tuttora sta succedendo, si può ritornare successivamente o domani- continua Montino- Nel frattempo, però (e comunque fino all’esito del tampone), è necessario rimanere isolati e non avere contatti con nessuno. Per lo stesso principio, bisogna andare al drive-in in auto, ma da soli o accompagnati esclusivamente da persone conviventi. Non andate insieme ad amici o persone che non vivono con voi perché si mettono a rischio anche loro”.

 “Infine rinnovo l’appello ai proprietari e gestori di locali, stabilimenti e tutte le strutture per cui la misura è stabilita dai decreti, di tenere in maniera scrupolosissima i registri dei clienti segnando nome, cognome e numero di telefono- prosegue Montino- L’elenco dei clienti è uno strumento fondamentale per risalire a tutte le persone entrate in contatto con chi dovesse risultare positivo. Questo permette di intervenire tempestivamente e circoscrivere i casi che emergono. Oltre al fatto che tenendo i registri si evita di incorrere in sanzioni anche pesanti”.

“In caso di comparsa dei sintomi compatibili con un quadro di Covid-19 (febbre, tosse, mialgia, difficoltà respiratoria, congiuntivite, diarrea, vomito, malessere generale) nel periodo di isolamento o nei 14 giorni successivi all’ultimo accesso al locale, allo scopo di contenere l’eventuale contagio, si raccomanda che la persona interessata chiami il medico curante e, se necessario, i numeri dedicati: 1500 (numero nazionale),800118800 (numero regionale), 3336107008 o 33336107007 o 3387916706 (numeri ASL Roma3) per avere indicazioni”, conclude Montino.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

L'articolo A Fiumicino un altro ristorante chiuso per Coronavirus proviene da dire.it.

]]>
Caso Serena Mollicone, martedì si torna in aula: la prima volta senza papà Guglielmo https://www.dire.it/27-06-2020/479245-caso-serena-mollicone-martedi-in-aula-la-prima-volta-senza-papa-guglielmo/ Sat, 27 Jun 2020 10:39:27 +0000 https://www.dire.it/?p=479245 guglielmo mollicone_serena

Udienza preliminare relativa all'omicidio di Serena e alla morte di Santino Tuzi, il brigadiere che vide la ragazza entrare nella caserma dei Carabinieri di Arce

L'articolo Caso Serena Mollicone, martedì si torna in aula: la prima volta senza papà Guglielmo proviene da dire.it.

]]>
guglielmo mollicone_serena
Udienza preliminare relativa all'omicidio di Serena e alla morte di Santino Tuzi, il brigadiere che vide la ragazza entrare nella caserma dei Carabinieri di Arce
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Sarà la prima udienza a cui Guglielmo Mollicone non sarà presente, per la prima volta in 19 anni. Il papà di Serena, la ragazza di Arce, in provincia di Frosinone, scomparsa l’1 giugno del 2001 e ritrovata senza vita dopo due giorni in un boschetto a pochi chilometri da casa, è morto il 31 maggio scorso: era stato colpito da arresto cardiaco, finito in coma, non si era più ripreso.
Martedì 30 giugno si terrà una l’udienza preliminare relativa all’omicidio di Serena e alla morte di Santino Tuzi, il brigadiere che vide la ragazza entrare nella caserma dei Carabinieri di Arce, in provincia di Frosinone, quel primo giugno del 2001.

LEGGI ANCHE: FOTO | VIDEO Ad Arce l’ultimo saluto a Guglielmo Mollicone, commozione per il papà di Serena

La pm Beatrice Siravo ha chiesto il rinvio a giudizio per i cinque indagati per l’omicidio della diciottenne. Il maresciallo dei Carabinieri Franco Mottola, la moglie Anna Maria, il figlio Marco e il maresciallo Vincenzo Quatrale sono accusati di concorso nell’omicidio. Quatrale, inoltre, e’ accusato anche di istigazione al suicidio di un altro collega, il brigadiere Santino Tuzi, mentre Francesco Suprano deve difendersi dall’accusa di favoreggiamento. Ora il gup del Tribunale di Cassino Domenico Di Croce decidera’ se mandare a processo i 5 indagati o archiviare definitivamente.

LEGGI ANCHE: Omicidio Serena Mollicone, il papà. “Uccisa perché voleva denunciare traffico di droga”

Una decisione che sarà presa di certo non il 30 giugno: “Non si concluderà la fase dell’udienza preliminare- conferma all’agenzia Dire l’avvocato Dario De Santis- È prevista una discussione dei difensori delle parti civili e poi ci saranno altre due udienze a luglio e quindi la decisione ci sarà nella seconda di queste altre due udienze, con tutta probabilità. Martedì, però, sicuramente non ci sarà la decisione”..

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

L'articolo Caso Serena Mollicone, martedì si torna in aula: la prima volta senza papà Guglielmo proviene da dire.it.

]]>
No del Consiglio di Stato: nel Lazio i privati non possono fare i tamponi per il Coronavirus https://www.dire.it/26-06-2020/479056-no-del-consiglio-di-stato-nel-lazio-i-privati-non-possono-fare-i-tamponi-per-il-coronavirus/ Fri, 26 Jun 2020 14:52:40 +0000 https://www.dire.it/?p=479056 coronavirus tamponi

I tamponi saranno possibili solo tramite la rete Coronet-Spallanzani. Necessità di monitoraggio pubblico su positivi e negativi nelle motivazioni

L'articolo No del Consiglio di Stato: nel Lazio i privati non possono fare i tamponi per il Coronavirus proviene da dire.it.

]]>
coronavirus tamponi
I tamponi saranno possibili solo tramite la rete Coronet-Spallanzani. Necessità di monitoraggio pubblico su positivi e negativi nelle motivazioni
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Il Consiglio di Stato, con il decreto cautelare monocratico 3769/2020 depositato oggi, in riforma dell’ordinanza cautelare del Tar Lazio, stabilisce che i centri diagnostici privati non possono eseguire i tamponi, in quanto tale attività di analisi e tracciatura e’ stata affidata dalla Regione, in esclusiva, al servizio diagnostico pubblico tramite la rete d’eccellenza Coronet Lazio.

La rete Coronet “è idonea a gestire, tracciare, elaborare la sottoposizione a test senza che l’auspicato contributo privato sia di decisiva utilità”. L’esistenza dei falsi positivi e negativi, infatti “deve condurre a un impegno sempre più forte per ridurne la percentuale” e ciò “appare realizzabile meglio e in più breve tempo se il sistema dei test sia concentrato in una rete di presidi per lo più pubblici, di grandi dimensioni, ovvero sedi di corsi universitari, con la guida – di assoluta e indiscussa affidabilità – allo Spallanzani”.

Tale scelta risulta legittima in quanto risponde “ad esigenze di prioritario interesse generale” e ragionevolmente giustifica la scelta di “concentrazione nel Coronet Lazio della effettuazione, tracciatura, elaborazione di tale tipo di test anti Covid-19”.

La discussione collegiale del merito è già fissata per il 16 luglio 2020.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

L'articolo No del Consiglio di Stato: nel Lazio i privati non possono fare i tamponi per il Coronavirus proviene da dire.it.

]]>
Arriva ‘Prendiamola con filosofia’, a Roma talk per donne e diritti https://www.dire.it/26-06-2020/478917-arriva-prendiamola-con-filosofia-a-roma-talk-per-donne-e-diritti/ Fri, 26 Jun 2020 11:44:08 +0000 https://www.dire.it/?p=478917 prendiamola con filosofia

Domenica 28 c'è 'Siamo Pride', mentre dal 9 luglio partono gli incontri al parco Appio

L'articolo Arriva ‘Prendiamola con filosofia’, a Roma talk per donne e diritti proviene da dire.it.

]]>
prendiamola con filosofia
Domenica 28 c'è 'Siamo Pride', mentre dal 9 luglio partono gli incontri al parco Appio
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Durante il lockdown, il format ‘Prendiamola con filosofia’, ideato da Piano B e Tlon, ha riunito milioni di persone in Italia creando una piazza virtuale di confronto sulla filosofia e sul dibattito culturale. ‘Prendiamola con filosofia’ è infatti un luogo aperto e comunitario e ora torna dal vivo presso il Parco Appio di Roma, il “Parco della Filosofia” con una serie di incontri in presenza, oltre che in streaming, a partire da domenica 28 giugno con una giornata dedicata al Pride. Dalle 17.30 alle 23.00 talk, dialoghi, reading e musica dal vivo, per riflettere e toccare tutti i temi legati al binomio Diversità e Inclusione. Si parlerà infatti di diritti, cittadinanza, femminismi, rappresentazione di genere e molto altro a conclusione di un mese del Pride svoltosi necessariamente senza le tradizionali manifestazioni e parate.

Prendiamola con filosofia-Siamo Pride sarà presentato da Maura Gancitano e Cathy La Torre che passeranno i microfoni a tanti ospiti durante la serata: Alessia Arcolaci, Aboubakar Soumahoro, KnowPMW, Cristiana dell’Anna, Ludovico Bessegato e Pietro Turano con Sumaya Abdel Qader, Iacopo Melio, Francesca Cavallo con Luca Paladini, Nicola Lagioia, Muriel, Costanza Rizzacasa d’Orsogna, Miki Formisano, Michela Murgia e Chiara Tagliaferri, Isabella Conti, Papàperscelta, Martina Panini, Spora, Vladimir Luxuria e Martina Dell’Ombra, Madame. Chiuderà un djset a cura di Dev e Peppe Amore.

Prendiamola con filosofia Live proseguirà, sempre presso il Parco Appio, dal 9 al 30 luglio con quattro incontri estivi, ogni giovedì dalle 19 a tarda sera. Gli appuntamenti saranno composti da un format con quattro diversi momenti: Circles talk, dialoghi nel verde facilitati da un filosofo con il pubblico disposto in cerchio, intento a riflettere sui grandi temi della filosofia; Tlon talk, dialoghi tra personaggi del mondo della cultura, dell’arte e dello spettacolo; Lyrics, incontri filosofici con la musica per riflettere sul senso dei testi, sul valore della musica e sul potere della relazione con musicisti e interpreti; Tlon Show, un talk show condotto da Maura Gancitano e Andrea Colamedici che tra interviste e dialoghi a più voci mescolerà cultura alta e mondo pop, filosofia e contemporaneità. Anche questi eventi saranno fruibili in streaming grazie alla diretta sui social di Tlon.

Tra gli ospiti dei quattro appuntamenti di luglio: Inna Shevchenko, attivista politica ucraina per i diritti delle donne e leader delle Femen; il sociologo e politologo britannico Colin Crouch; lo storico statunitense Robert Darnton; Eva Illouz, professoressa di sociologia a Gerusalemme; Sara R. Farris professoressa associata presso la Goldsmiths University of London; Emma, fumettista e autrice per Laterza del libro Bastava chiedere. E ancora: Niccolò Fabi, Vasco Brondi, Cathy La Torre, Stefania Auci, Ascanio Celestini, Vera Gheno, Sonny Olumati, DiMartino, Colapesce, Dardust, Margherita Vicario, Pietro Del Soldà, Ilaria Gaspari, Giulia Blasi, Matteo Saudino (Barbasophia), Giovanni Truppi, Jennifer Guerra, Francesca Cavallo, Marina Pierri, Tommaso Ariemma, i ragazzi di Visionary Days; Lorenzo Gasparrini e molti altri. Il programma completo sarà disponibile a breve su www.prendiamolaconfilosofia.it
I biglietti per accedere agli eventi al Parco Appio saranno disponibili su: www.tlon.it

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

L'articolo Arriva ‘Prendiamola con filosofia’, a Roma talk per donne e diritti proviene da dire.it.

]]>