Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Cancelleria ‘sospesa’, in Valle d’Aosta aiutati 273 studenti

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

(DIRE – Notiziario Sanità e Politiche sociali) Aosta, 31 ott. – Con 2.449 oggetti scolastici raccolti- tra cui quaderni, astucci, diari, acquerelli e molto altro-finiti negli zaini di ben 273 bambini e ragazzi in difficoltà, si chiude la seconda edizione della campagna di solidarietà per la cancelleria sospesa, lanciata il 24 agosto dal Coordinamento solidaristico valdostano (Csv) insieme all’Associazione librai italiani di Confcommercio e al Consorzio degli enti locali della Valle d’Aosta (Celva).


Ad aderire all’iniziativa sono stati 23 esercizi commerciali e 18 enti del Terzo settore. Il Celva, il Comune di Doues, il Comune di Courmayeur ed il Gruppo Alba hanno invece contribuito alla campagna con l’acquisto di ulteriore materiale scolastico e donazioni in denaro. I contributi aggiuntivi saranno utilizzati, in accordo con la Sovrintendenza agli studi della Regione, “per aiutare le scuole valdostane che ne abbiano necessità o che siano a conoscenza di ulteriori situazioni di fragilità”, riferisce il presidente del Csv Claudio Latino, soddisfatto per la buona riuscita dell’iniziativa. “Ancora una volta – aggiunge – la popolazione valdostana, così come il mondo del volontariato e le istituzioni, hanno dimostrato di esserci sempre nel momento del bisogno e di avere un’attenzione ed una sensibilità particolari nei confronti delle famiglie in difficoltà”.


Alle parole di Latino fanno eco quelle di Franco Manes, presidente del Celva, che sottolinea il legame sempre più forte tra il mondo del volontariato e gli enti locali. Dopo aver accettato con entusiasmo l’invito a collaborare all’edizione 2020, un anno dopo, “la collaborazione è stata rinnovata e rafforzata – afferma Manes – con un sostegno ancora più diretto e concreto degli enti locali, a beneficio delle famiglie e dei bambini che quotidianamente incontriamo sui nostri territori”.


Soddisfazione anche nelle parole di Clara Acerbi, dell’Associazione librai italiani. “Il materiale raccolto è stato tantissimo e saper di aver aiutato molti ragazzi a poter affrontare il nuovo anno scolastico con tutto il necessario non può che renderci felici. Speriamo di poter collaborare con il Csv per delle nuove iniziative di successo come questa”, conclude.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»