Bologna, ragazza rifiuta nozze combinate e riceve minacce di morte dalla famiglia

La famiglia della ragazza (di nazionalita' straniera) "non tollerava l'idea di vedere la figlia sposarsi con un ragazzo diverso da quello che loro avrebbero voluto imporle"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

BOLOGNA – Minacciata di morte perche’ rifiuta il matrimonio combinato dai genitori. E’ quanto successo in provincia di Bologna, ad Alto Reno Terme, dove una ragazza e’ fuggita di casa e si e’ rivolta ai Carabinieri perche’ temeva per la propria incolumita’ dopo le minacce ricevute dalla famiglia.

Stando a quanto riportato dai Carabinieri, la famiglia della ragazza (di nazionalita’ straniera) “non tollerava l’idea di vedere la figlia sposarsi con un ragazzo diverso da quello che loro avrebbero voluto imporle”, parlando, tra l’altro, di ucciderla se lei avesse violato la tradizione sposando un altro ragazzo.

Ed e’ proprio grazie all’aiuto del suo fidanzato che la giovane ha trovato il coraggio di rivolgersi all’Arma dei Carabinieri chiedendo aiuto e riportando le minacce ricevute, che, spiega l’Arma, “in questi giorni si stavano facendo sempre piu’ preoccupanti”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

31 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»