Sondaggio Dire-Tecnè: boom di italiani a contatto con positivi, e 1 su 3 ha paura per il proprio lavoro

Secondo il sondaggio Dire-Tecnè il 13% degli italiani voleva fare un tampone, ma non ha potuto
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Il 37% degli intervistati ha avuto un contatto indiretto con un positivo nell’ultima settimana (dal 12% rispetto a 7 giorni fa). Lo rileva il sondaggio Monitor Italia, condotto da Tecne’ per l’agenzia Dire.

Il 53,1 non ha avuto alcun contatto (dall’81,5% della settimana scorsa); lo 0,6% degli intervistati e’ positivo e il 3,1% non risponde.

Campione di 1.000 casi, rappresentativo della popolazione maggiorenne residente in Italia, articolato per sesso, eta’, area geografica. Estensione territoriale nazionale.

Interviste effettuate il 29 e 30 ottobre 2020 con metodo cati – cawi. Margine di errore: 3,1%. Totale contatti: 6.212 (100%) – rispondenti: 1.000 (16,1%) – rifiuti/sostituzioni: 5.211 (83,9%).

DIRE TECNE’: 13% VOLEVA FARE TAMPONE MA NON HA POTUTO

Il 12,8% degli intervistati voleva fare un tampone nell’ultima settimana ma non c’e’ riuscito. Lo rileva il sondaggio Monitor Italia, condotto da Tecne’ per l’agenzia Dire.

Il 4,9% ha fatto un tampone o un test sierologico mentre l’80,8% non ne ha avuto bisogno perche’ non ha vissuto situazioni di rischio. L’1,5% non risponde.

DIRE-TECNE’: 33% HA PAURA PER IL POSTO DI LAVORO

Il 32,7% degli intervistati teme che nei prossimi tre mesi la sua attuale occupazione sia a rischio a causa dell’emergenza pandemica. Tra questi il 19,9% pensa sia “molto” a rischio, il 12,8% “abbastanza”. Lo rileva il sondaggio Monitor Italia, condotto da Tecne’ per l’agenzia Dire.

Piu’ tranquilli gli altri soggetti del campione: per il 20,4% il posto di lavoro e’ “poco” a rischio mentre secondo il 41,7% “per nulla”. Non sa il 5,1%.

DIRE-TECNE’: PER 79% RISCHIO CONTAGIO NEI TRASPORTI

Per il 79,2% degli intervistati sono i trasporti pubblici a favorire maggiormente la diffusione del covid. Lo rileva il sondaggio Monitor Italia, condotto da Tecne’ per l’agenzia Dire.

Per il 61,4% e’ la scuola mentre per il 22,4% gli assembramenti dei giovani. Il 13,2% vede in bar e ristoranti il rischio maggiore di contagiarsi e il 9% nei negozi e centri commerciali. Non sa il 2%.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

31 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»