15 anni fa il terremoto che distrusse la scuola a San Giuliano di Puglia: morirono 27 bambini

La tragedia verrà ricordata oggi, ci sarà anche Angelo Borrelli
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Quindici anni. Sono passati quindici anni dal terremoto che il 31 ottobre 2002 fece crollare la scuola elementare Jovine di San Giuliano di Puglia, in provincia di Campobasso, Molise, togliendo la vita a 27 bambini e alla loro maestra, Carmela Ciniglio. Nel paese morirono anche due donne, per un totale di 30 vittime, quanti i 30 ritocchi della campana del paese che anche oggi suoneranno alle 11.32 per ricordare quel tragico evento.

Anche oggi, come ogni anno, ci sarà un corteo che dal cimitero arriverà fino al Parco della memoria, costruito sulle rovine della scuola crollata. Alla cerimonia parteciperà anche Angelo Borrelli, il capo del dipartimento della Protezione civile, che arriverà oggi a San Giuliano di Puglia nel giorno della memoria. Questa sera, invece, alle 20 ci sarà la fiaccolata organizzata dal Comitato vittime della scuola.

Nel 2012 la Corte di Cassazione ha confermato la condanna a 5 anni per progettisti e costruttori della scuola: a far crollare l’edificio fu stata una parte sopraelevata costruita in un secondo momento.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»