A Rimini cartelli anti-migranti: “Zona a rischio stupri”, Fn annuncia corteo 8/9

RIMINI – Nastro di segnalazione biancorosso e cartelli “danger”, in vista di un corteo ad hoc sul posto annunciato per l’8 settembre. Nell’area di Rimini sud teatro della violenza ai danni di una turista 26enne danese, per la quale è stato arrestato un 36enne venditore di rose originario del Bangladesh, è Forza Nuova a mettere in guardia tutti. “Danger! No-go-area. Attenzione presenza di immigrati violenti, zona a rischio di violenza sessuale”.

Questo il messaggio, tradotto “a beneficio dei turisti” in numerose lingue, che il movimento di estrema destra ha diffuso la scorsa notte con un blitz nell’area. La zona in questione è quella del parco Viale Regina e degli accessi alla spiaggia compresi tra le frazioni di Rivazzurra e Miramare. “Quella che fino a pochi anni fa sembrava una consuetudine di lontane metropoli europee- scrive il coordinatore regionale Fn Mirco Ottaviani via Facebook- oggi è la triste realtà di numerose zone di tutto il territorio nazionale. Intere aree completamente sottratte al controllo delle autorità e in cui è del tutto preclusa ai nostri connazionali addirittura la fruizione degli spazi e dei servizi pubblici”.

In questo solco parte l’annuncio del nuovo raduno: “Forza Nuova, come sempre in prima linea nella difesa dei propri compatrioti, sarà nuovamente in piazza per denunciare questo scempio. Una mobilitazione di massa- la descrive Ottaviani- che culminerà nel corteo dell’8 settembre a Rimini, mirata a rimarcare la necessità di una radicale, netta e incondizionata opposizione al fenomeno immigratorio”.

Leggi anche:

31 Agosto 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»