Giorgetti: “Fondi Lega? Se condannati, dal 5 settembre non esisteremo più”

ROMA – “Tutti i soldi che avevamo sono stati presi dalla magistratura quindi noi in questo momento non abbiamo piu’ nulla”. Il “problema” e’, lo decidera’ il Tribunale del riesame “il 5 settembre”, che “se tutti i futuri proventi, che fondamentalmente sono i versamenti dei parlamentari e dei consiglieri, che affluiscono nelle casse della Lega vengono requisiti allora e’ evidente che un partito politico non puo’ piu’ esistere perche’ non ha piu’ i soldi”. Lo rivela il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, intervistato da Peter Gomez alla festa de Il Fatto quotidiano.

“Se dovessere essere questa l’intepretazione della magistratura per noi questa sentenza sarebbe definitiva” senza che il procedimento su Bossi e Belsito sia passato in giudicato.
Questo “noi lo contestiamo”, conclude.

LEGGI ANCHE:

Lega: “Dalla Cassazione attacco alla democrazia”

31 Agosto 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»