hamburger menu

Vda regione europea dello sport 2023, la Commissione di valutazione in visita

Guichardaz: "Raccontare la vocazione di un territorio piccolissimo"

31-07-2022 13:15
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

(DIRE – Notiziario Turismo e Sport) Aosta, 31 lug. – “Per noi questa candidatura è la possibilità di raccontare una vocazione di un territorio piccolissimo”. Lo ha detto Jean-Pierre Guichardaz, assessore al Turismo e allo Sport della Regione Valle d’Aosta. Nei giorni scorsi al Palazzo regionale, ad Aosta, è stata presentata la candidatura della Valle d’Aosta a Regione europea dello sport dell’Aces, la Federazione delle capitali europee dello sport. La Valle d’Aosta è l’unica regione candidata per il 2023; nel 2022, la Regione europea dello sport per l’Italia è il Piemonte.

“Il fatto di essere regione europea dello sport ci darebbe la possibilità di raccontare e narrare al di fuori le nostre qualità” sostiene Guichardaz. Gian Francesco Lupattelli, presidente dell’Aces Europe, spiega: “Abbiamo visto il dossier, che è stato fatto con cura e professionalità. La commissione, formata da cinque persone darà una votazione. Se questa supera i 75 punti, la Valle d’Aosta passa come Regione europea europea dello sport 2023”. Il 5 dicembre è prevista la consegna delle bandiere a “più di 200 municipi nell’emiciclo del Parlamento europeo”. Per Lupattelli, che ha ricordato “anche i precedenti premi di Aosta Città europea dello sport 2017 e della Valle del Monte Bianco come Comunità europea dello sport 2021”, il premio è “una pubblicità politica che andrà al Parlamento europeo per far conoscere cosa fa questa regione per lo sport dei cittadini della vostra Valle”.

Jean Dondeynaz, presidente del comitato valdostano del Coni, aggiunge: “La Valle d’Aosta è tra le regioni più sportive d’Italia. Dopo la pandemia, tante persone si sono riavvicinate allo sport. Questa candidatura va riempita di contenuti, per avere delle infrastrutture utilizzabili, stimolare l’organizzazione di eventi che ci possono dare grandi risultati”.

La commissione dell’Aces Europe è stata in visita a Breuil-Cervinia per visitare il ghiacciaio del Plateau Rosa e la pista che a ottobre ospiterà la Coppa del mondo di sci alpino; in pomeriggio visiterà il Golf club del Cervino; poi a Pila, per vedere il bike park e il comprensorio sciistico. Il dossier di candidatura, di 60 pagine, è stato curato dal giornalista Denis Falconieri.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-07-31T13:15:58+02:00