hamburger menu

La Giunta Vda approva le linee guide per l’enoturismo

Saranno disciplinate da una futura legge multifunzionalità in agricoltura

31-07-2022 13:06
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

(DIRE – Notiziario Turismo e Sport) Aosta, 31 lug. – Consentire lo svolgimento immediato dell’enoturismo in Valle d’Aosta, per rafforzare un settore che è già in forte crescita, non solo per la qualità delle produzioni, ma anche per la dinamicità delle aziende e delle cooperative. La Giunta regionale valdostana ha approvato le linee guida per lo svolgimento dell’attività enoturistica in Valle, recependo quanto disposto dal decreto del ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali e del turismo.

Le linee guide approvate – che saranno più compiutamente disciplinate nell’apposita legge sulla multifunzionalità in agricoltura attualmente in fase di elaborazione – definiscono i soggetti che possono operare nel settore dell’enoturismo, ossia gli imprenditori vitivinicoli, le cantine cooperative e i consorzi di tutela dei vini, le attività che possono essere svolte, tra cui le visite guidate ai vigneti e alle strutture pertinenti, le iniziative di carattere didattico, culturale e ricreativo nelle cantine e nei vigneti, le degustazioni e la commercializzazione delle produzioni, gli standard minimi, gli obblighi e gli adempimenti per l’avvio delle attività.

A questo proposito, “è importante ricordare- precisa una nota- che l’esercizio dell’attività enoturistica è soggetta alla segnalazione certificata di inizio attività (Scia) da presentare allo sportello unico degli enti locali (Suel)”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-07-31T13:06:34+02:00