Whirlpool conferma gli investimenti: oltre 250 milioni in Italia

La Morgia: "Collaboreremo con il governo per trovare soluzioni per i dipendenti di Napoli"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

NAPOLI – “L’Italia rimane un Paese fondamentale per Whirlpool nella regione EMEA”. Così Luigi La Morgia, vicepresidente Operazioni industriali della Regione EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa) della multinazionale americana in merito all’aggiornamento del Piano industriale Italia 2019-2021 presentato al ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli, al ministro per il Sud Giuseppe Provenzano, ai rappresentati del ministero del lavoro, ad Invitalia, a sindacati e ai rappresentanti delle Regioni Lombardia, Marche, Toscana e Campania. “Sono confermati – sottolinea – importanti investimenti per i prossimi due anni per rendere la produzione sempre più competitiva. Sarà così possibile contribuire in modo significativo al superamento della crisi dovuta alla pandemia Covid-19. Allo stesso tempo, collaboreremo con il governo per trovare le migliori soluzioni possibili per i dipendenti di Napoli”.

Whirlpool denuncia che nella regione EMEA con la crisi globale causata dal Covid-19 si è generata “una recessione economica senza precedenti, che ha portato a perdite significative nel secondo trimestre del 2020”. Per contrastare questa situazione, l’Azienda ha intrapreso “alcune iniziative per ridurre i costi strutturali al fine di garantire la sostenibilità delle attività nel lungo periodo. Queste azioni rappresentano il primo passo per recuperare al più presto la competitività industriale e affrontare con successo le sfide del futuro”. A risentire “in modo significativo della pandemia” anche i volumi di produzione di tutti gli stabilimenti italiani di Whirlpool EMEA con un ritardo di oltre 12 mesi rispetto al Piano industriale Italia 2019-2021. “Nonostante ciò – ancora la nota – Whirlpool ha confermato gli investimenti per oltre 250 milioni di euro nei siti italiani di Cassinetta di Biandronno (Varese), Melano (Ancona), Comunanza (Ascoli Piceno) e Siena previsti dal Piano industriale“. Come riaffermato nel corso dell’incontro dall’azienda, “l’Italia rappresenta un hub strategico per Whirlpool nella regione EMEA sia dal punto di vista industriale che commerciale. L’azienda ribadisce l’impegno verso il Paese in cui le sue attività contribuiscono all’economia nazionale per quasi un miliardo di dollari all’anno”.

Sempre nel corso dell’incontro al Mise è stato presentato l’avanzamento della reindustrializzazione del sito di Teverola (Caserta), che Whirlpool sta portando avanti insieme al gruppo Seri, leader nella produzione di batterie al litio per lo stoccaggio e la trazione. Il piano per la realizzazione della prima gigafactory europea dedicata alla produzione di batterie al litio prevede investimenti di 500 milioni. Nel primo stabilimento, dove sono già stati assunti 15 ex-dipendenti del sito di Carinaro e dove altri 60 saranno assunti entro settembre, la produzione è pronta per essere avviata.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

31 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»