Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Attaccamento e neuroscienze, la psicologa: “Il cervello è un organo sociale”

La psicoterapeuta e docente Francesca Malatacca affronta nel libro 'Dalle origini della psicologia alla psicologia sociale con elementi di neuroscienze' il tema dello sviluppo e del funzionamento del cervello in relazione a quello degli altri
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Dalle origini della psicologia alla psicologia sociale con elementi di neuroscienze”. È il titolo del nuovo lavoro della psicoterapeuta Francesca Malatacca, anche docente alla Link Campus, che ha curato l’edizione del libro con la prefazione del professore Francesco Paolo Tronca. ‘Dalle basi biologiche del comportamento dell’uomo alla costruzione del Cervello Sociale’ e ‘Le neuroscienze paradigma della psicologia, come anche la psicologia paradigma delle neuroscienze’ rappresentano il cuore del lavoro. “Navigo da molti anni negli oceani delle menti dei pazienti – ha detto la docente autrice del libro alla Dire, spiegando l’ispirazione da cui è partito questo studio – e ne sono affascinata. L’attaccamento, le relazioni, l’empatia sono alle base della regolazione emotiva. Dobbiamo capire in che modo lo sviluppo e il funzionamento del cervello esiste in relazione a quello degli altri, il cervello è un organo sociale. Le persone con le quali interagiamo svolgono un ruolo fondamentale nel regolare il nostro comportamento emotivo. Perciò vengono esaminati temi quali l’attaccamento e la biologia dei sistemi imitativi ed emozionali, a partire dai neuroni specchio all’amigdala”.


Il volume illustra in maniera chiara le varie correnti della psicologia: lo sviluppo della personalità, dalle pulsioni di Freud alla costruzione del Sé, dalla costruzione della realtà alla mente del gruppo. Descrive il modo in cui si sviluppa la personalità, dai bisogni e conflitti, quindi dell’esperienza precoce del bambino nell’ambiente in cui cresce, fino all’attivazione dei meccanismi di difesa che sviluppa per proteggere il proprio ‘Io’ dall’angoscia. Un aspetto centrale è quello legato alla teoria dell’attaccamento: la relazione primaria del bambino con la madre o la figura del caregiver. Nel testo si considera quanto le relazioni tra le figure di riferimento e la realtà in cui si costruisce il Sé, possano dare origine anche a forme di personalità nelle quali sono presenti forme di devianza e di criminalità. La psicoterapeuta affronta anche il fenomeno della psicologia del terrorista.

Lo scopo di questo manuale è fornire al lettore le basi per capire come oggi attraverso lo studio delle neuroscienze si sviluppa il cervello, fino al cervello sociale. Tratta anche della violenza sulle donne durante l’emergenza Covid-19 e descrive inoltre l’emergenza degli adolescenti e l’iperconnessione, nonché il ruolo della famiglia. Un aspetto conclusivo è legato ai mutamenti sociali e a come la crisi indotta dalla pandemia possa essere anche opportunità di cambiamento.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»