Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Modena, ‘il processo si fa in classe’ con gli istituti della città

giustizia
L'iniziativa promossa dall'Associazione magistrati tributari
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MODENA – Gli studenti di tre scuole superiori modenesi indosseranno i panni dei giudici e simuleranno un processo tributario alla presenza delle autorità. L’appuntamento del 1 giugno, che avrà luogo dalle 9 alle 11.30 all’Iis ‘Meucci’ di Carpi con la partecipazione mista in presenza e online, vedrà protagonisti tre istituti superiori modenesi: il ‘Baggi’ di Sassuolo, il ‘Meucci’ di Carpi e il ‘Tassoni’ di Modena e concluderà la nona edizione del progetto ‘Fisco e legalità’ organizzato dalla magistratura tributaria e dalle sezioni territoriali dell’Associazione magistrati tributari (Amt).

Punto d’arrivo di un percorso che ha visto interventi e lezioni ai ragazzi dei tre istituti coinvolti da parte di magistrati, avvocati e rappresentanti delle forze dell’ordine con lo scopo di promuovere la cultura della legalità facendo conoscere norme e casi pratici che regolano il rapporto tra il cittadino e il fisco, all’evento parteciperanno i rappresentanti delle istituzioni e il presidente dell’Amt (Associazione magistrati tributari). A seguito della simulazione del processo tributario da parte degli studenti delle tre scuole verranno consegnati ai docenti e alle studentesse e studenti degli attestati di partecipazione.

Il progetto, coordinato dall’avvocato Mirella Guiccardi, vice presidente della Commissione tributaria provinciale di Modena e presidente regionale dell’Amt, ha permesso ai ragazzi di assistere da remoto ad alcune udienze di processi tributari e di realizzare poi laboratori in cui gli studenti hanno preparato ricorsi tributari di primo grado. I giudici hanno anche formato i ragazzi sulle norme fiscali e sugli adempimenti a carico del cittadino-contribuente.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»