Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Calo record di nascite in Cina, il governo autorizza tre figli a coppia

La politica del controllo delle nascite è stata introdotta a Pechino nel 1979, permettendo un figlio per ogni famiglia. Nel 2013 era arrivata l'estensione a due
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Troppe poche nascite, e così il governo della Cina ha deciso di estendere da due a tre il numero di figli che ogni famiglia può avere. La decisione, come riferisce l’agenzia di stato Xinhua, è stata assunta dopo aver registrato un forte calo delle nascite: a inizio mese un report ha rivelato che gli ultimi dieci anni sono stati caratterizzati da una costante riduzione nei nuovi nati, raggiungendo la media di 1,3 bambini per ogni donna in età fertile. È la prima volta che il gigante asiatico osserva un declino simile dagli anni Cinquanta. La politica del controllo delle nascite è stata introdotta da Pechino nel 1979, concedendo alle famiglie di avere un solo figlio, pena il pagamento di sanzioni onerose. La strategia “del figlio unico” è stata poi aggiornata nel 2013, consentendo fino a due figli a coppia.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»