Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Nuove regole per l’accesso in Grecia, voli vietati dal nord Italia. Zaia: “Allucinante”

Dopo le proteste, la Grecia riscrive le regole per l'accesso al paese: rimangono i divieti per Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna e Veneto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dietrofront di Atene dopo le proteste seguite alla decisione di vietare l’ingresso nel paese ai turisti italiani. Sul sito dell’ambasciata greca in Italia, infatti, questa mattina è apparso un articolo dal titolo ‘La Grecia è di nuovo pronta ad accogliere il mondo’ che detta le nuove regole per l’accesso nel paese.

Fino al 1 luglio non sarà possibile accedere in aereo al paese se si proviene dalle aree più colpite dall’epidemia. Queste comprendono Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna e Veneto. Nella lista c’è anche il Belgio, l’area di Parigi in Francia, buona parte dell’Olanda, Lisbona in Portogallo, fra le altre Madrid in Spagna, Stoccolma in Svezia e quasi tutto il Regno Unito. Tante le chiusure totali rispetto ad altri Paesi del resto del mondo fra i quali Bielorussia, Bangladesh, Cile, Indonesia, metà degli Stati Uniti e del Brasile.

Le nuove regole, però, scatenano l’ira del presidente del Veneto Luca Zaia: “La Grecia che mette al bando il Veneto mi pare allucinante. Mi chiedo cosa pensino i loro operatori, sono i nostri turisti che vanno lì”.

Ecco come funzionerà:

  • Fase 1- fino al 15 giugno:

Ι voli internazionali sono ammessi solo all’aeroporto di Atene. A tutti i visitatori all’ arrivo sarà effettuato un test  e dovranno trascorrere la notte in un albergo designato. Se il test è negativo, il passeggero si mette in  auto- quarantena per 7 giorni. Se il test è positivo, il passeggero viene messo in quarantena sotto controllo per 14 giorni.

  • Fase 2- dal 15 giugno al 30 giugno:

I voli internazionali sono ammessi negli aeroporti di Atene e Salonicco. Se il viaggio è stato effettuato da un aeroporto non presente nell’elenco delle aree colpite di EASA, I passeggeri sono soggetti a test casuali solo all’arrivo.

Se il viaggio è stato effettuato da uno degli aeroporti dell’elenco delle aree colpite di EASA, I passeggeri verranno sottoposti a test all’arrivo. È richiesto il soggiorno di una notte in un albergo designato. Se il test è negativo, il passeggero si mette in auto- quarantena per 7 giorni. Se il test è positivo, il passeggero viene messo in quarantena sotto controllo per 14 giorni.

  • Fase 3 – 1 luglio in poi

I voli internazionali sono ammessi in tutti gli aeroporti di Grecia. I visitatori sono soggetti a test casuali all’arrivo. Ulteriori restrizioni relative ad alcuni paesi saranno annunciate in un secondo momento.

Inoltre: Gli arrivi alle frontiere terrestri dall’Albania, dalla Macedonia del Nord e dalla Bulgaria saranno consentiti a partire dal 15 giugno. I visitatori saranno soggetti a test casuali all’arrivo.

Gli arrivi via mare saranno consentiti dal 1 ° luglio. I visitatori saranno soggetti a test casuali all’arrivo.

La Grecia in qualsiasi momento si riserva il diritto di modificare qualunque previsione sopra citata alla luce delle mutate circostanze.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»