VIDEO | Massimo Di Cataldo: “Tornare alla musica è stata un’esigenza”

Lo ha detto alla Dire il cantautore durante il suo instore tour di presentazione del nuovo album ‘Dal profondo’, uscito dopo anni di pausa dalla scena musicale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “Tornare a comunicare attraverso la musica è stata un’esigenza. In qualche modo ‘Dal profondo’ è anche una forma di terapia: quando dentro di te c’è una sorta di magma, devi trovare un modo per descriverlo. Per me, è la canzone, con cui comunico i miei sentimenti e le mie emozioni”. Lo ha detto alla Dire il cantautore Massimo Di Cataldo, durante il suo instore tour di presentazione del nuovo album ‘Dal profondo’, uscito dopo anni di pausa dalla scena musicale. Al firmacopie, tenutosi alla libreria Feltrinelli di piazza Garibaldi, erano presenti molti fan.

“Da un punto di vista sonoro, il disco è prodotto in stretta collaborazione con i miei musicisti e ognuno ha portato qualcosa di suo. Ne è uscita una contaminazione rock ma in modo sano, con sfumature pop, come se fosse un buon ingrediente che, se dosato, dà un certo spessore a tutte le composizioni”, ha aggiunto Di Cataldo.

L’album, l’ottavo nella carriera dell’artista a quasi dieci anni di distanza dal precedente, è uscito lo scorso 24 maggio e include 10 brani. Negli ultimi anni, Di Cataldo ha concentrato i propri sforzi su musica live e partecipazioni televisive, fra cui il talent show Ora o mai più condotto da Amadeus.

A NAPOLI PRESENTATO ‘DAL PROFONDO’, IL NUOVO ALBUM

“Napoli è una città molto importante per me, è qui che ho iniziato la mia carriera da attore, da cui poi è partito il percorso che mi ha portato al successo come cantautore. Ho lavorato al teatro Bellini per due stagioni, è fra i ricordi più belli che ho della mia vita da ragazzo”, ha detto alla Dire Di Cataldo. “È stato un momento molto impegnativo – ha aggiunto Di Cataldo – e soprattutto una grande scuola per me, perché tutto quello che ho imparato lo ho poi portato come bagaglio professionale di musicista e artista”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

31 Maggio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»