Il 74% dei milanesi non rinuncerà mai alle sigarette

Complessivamente, pero', il numero di fumatori milanesi e' in leggero calo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – Sono sempre di piu’ i milanesi che non rinunciano alle bionde. Secondo un’indagine condotta dalla Doxa per la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori – Lilt, in occasione della Giornata mondiale senza tabacco, il 74% dei milanesi intervistati ha, infatti, risposto di non voler smettere di fumare: nel 2016 era, invece, il 63%. E solo il 23%, contro il 26% del 2016, ha dichiarato di essere intenzionato a spegnere per sempre la sigaretta.

Complessivamente, pero’, il numero di fumatori milanesi e’ in leggero calo: sono il 19% della popolazione nel 2017 contro il 20% dello scorso anno. Lo stesso vale per il consumo medio giornaliero di sigarette che e’ sceso a 9,9 nel 2017 contro le 10,5 del 2016. Tra i giovani dai 15 ai 24 anni il 25% e’ fumatore, mentre il 68% dichiara di non aver mai fumato. E anche tra loro e’ alta la percentuale di chei non ha intenzione di smettere, il 67%, contro il 25% che vuole invece perdere il vizio.

“L’esposizione al fumo passivo e il rischio di tumori, soprattutto quello del polmone e delle vie aero-digestive superiori, confermano che non esiste una dose sicura per l’esposizione al fumo – dichiara Marco Alloisio, Presidente LILT Milano e Coordinatore Unione Regionale- . Smettere di fumare, invece, riduce, dopo 5 anni, del 50% il rischio di sviluppare tumori del cavo orale, dell’esofago e della vescica e, dopo 10 anni, di morire per carcinoma del polmone“.

Gli stili di vita salutari, tra cui non fumare, fare attivita’ fisica e alimentarsi in maniera sana, rivestono un ruolo fondamentale nella prevenzione dei tumori. Secondo i dati dell’indagine Lilt Milano, i milanesi che fumano mostrano in ogni caso attenzione alla forma fisica (74%) e all’alimentazione (87%). Per quanto riguarda i giovani fumatori, l’83% e’ attento alla forma fisica e l’81% all’alimentazione: i ragazzi sono consapevoli che le sigarette possano creare dipendenza ma l’80% di loro non rinuncia a spegnerle.  (Dires – Redattore Sociale)

LEGGI ANCHE Lorenzin: Per il fumo in Italia muoiono 83.000 persone all’anno

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»