hamburger menu

La Russa: “Piuttosto che all’orfanotrofio io un bambino lo darei a una coppia gay”

Il presidente del Senato sulle coppie omosessuali dice: "È possibile che un bambino stia bene lo stesso, ma non si può dire che è la stessa cosa rispetto ad avere una mamma e un papà"

Pubblicato:31-03-2023 12:51
Ultimo aggiornamento:31-03-2023 23:33
Canale: Politica
Autore:
la russa
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – “Per adottare ci vogliono tanti step, vengono privilegiate le coppie giovani, quelle con redditi più alti, io dico, meglio le coppie di genitori di sesso diverso. Esiste una graduatoria, credo si possano inserire, non so in quale posizione, anche le coppie gay a patto che non sia un modo per poi chiedere e per ottenere sempre altro. Piuttosto che all’orfanotrofio un bambino ad una coppia gay non ho difficoltà a immaginarlo meglio che senza genitori. La cosa sbagliata però è dire che è la stessa cosa per un bambino avere due papà o due mamma e una mamma ed un papà. Non è vero che è la stessa cosa, poi se mi dite che un bambino può stare bene anche con genitori dello stesso sesso, per me è possibile ma non è vero che è esattamente uguale. Si può dire questo o è un offesa?”. Lo ha dichiarato Ignazio La Russa, Presidente del Senato ospite di TERRAVERSO, il podcast di Libero Quotidiano, condotto da Emanuele Ranucci e Pietro Senaldi.

LEGGI ANCHE: “I partigiani volevano il comunismo, non la libertà”, è polemica per le parole di La Russa

“DIRE NO ALLA MATERNITÀ SURROGATA NON È UNA COSA DI DESTRA”

“Non possono dire che opporsi alla maternità surrogata sia una cosa di destra, gente di sinistra, movimenti femministi, amici gay dicono che è un obbrobrio e somiglia al razzismo. Parlano di figli come se fosse la copertura del divano di casa, che stoffa volete? uguale con il figlio, chissà se si può avere un occhio verde e uno nero?”, ha detto ancora La Russa intervistato al podcast di Libero Quotidiano.

LEGGI ANCHE: VIDEO | La Russa: “Sì, ho il busto di Mussolini a casa. E non lo butterò mai”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2023-03-31T23:33:30+02:00