Coronavirus, De Palo (Forum Famiglie): “Sì a ora d’aria per i bambini”

"Ma non sprechiamo quanto fatto fino ad ora, serve elasticità mentale"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Un giro intorno al palazzo e non andando a riempire i parchi, servirebbe elasticita’ mentale da parte delle famiglie e delle Forze dell’ordine“. Gigi De Palo, presidente nazionale del Forum delle associazioni familiari, commenta cosi’ la possibilita’ di una d’aria per i bambini, richiesta nei giorni scorsi in una lettera aperta di associazioni, insegnanti e psicologi.

“Posto che le famiglie sono chiamate a stare a casa, si stanno vedendo i risultati, oggi non e’ il momento di perdere questa grande occasione. Ma vedere i cani al guinzaglio, persone che vanno a comprare le sigarette, fa pensare quanto sia difficile stare a casa. Non bisogna buttare via gli sforzi fatti fino ad ora. È meglio rimanere un’altra settimana a casa e poi tornare alla normalita’, oppure uscire un’ora ogni giorno e pero’ rischiando un allungamento dei tempi?”.

Per De Palo “non servirebbe un decreto ulteriore. La sensazione e’ che purtroppo spesso e volentieri uno allarga le maglie e tornare alla normalita’ diventa un problema”. Comunque “non si puo’ fare un discorso nazionale ma dipende dalla singola situazione. Da parte delle famiglie arrivano segnalazioni e lamentele, la gente ci rimane male, ci chiedono ‘perche’ ai figli e’ vietato uscire e a chi ha i cani no’?”. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

31 Marzo 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»