Visco (Bankitalia): “L’Italia si gioca il suo futuro, noi pronti a tutto per sostenere l’economia”

"Siamo disposti ad aumentare il volume degli acquisti, a modificarne la composizione e a esplorare tutte le possibili opzioni per sostenere l’economia in questa fase di acuta difficoltà", annuncia il governatore di Bankitalia
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Il futuro prossimo sarà fortemente condizionato dal modo in cui l’Italia e l’Europa sapranno affrontare l’emergenza, prima di tutto sul piano sanitario, poi su quello economico-finanziario”. E’ quanto si legge nella relazione del governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, all’Assemblea dei partecipanti al capitale della Banca in occasione dell’approvazione del Bilancio 2019.

“Stiamo seguendo da vicino gli sviluppi e le implicazioni della pandemia per l’economia, la stabilità dei prezzi, le condizioni degli intermediari e l’andamento dei mercati finanziari. Abbiamo varato un articolato insieme di misure volte a garantire ampie disponibilità liquide a tutti i settori dell’economia, contrastare i rischi di segmentazione finanziaria su base nazionale e assicurare quindi la più efficace trasmissione delle decisioni politica monetaria”, ha spiegato.

LEGGI ANCHE: Tutto chiuso fino a Pasqua

“SFIDA STRAORDINARIA, IMPATTO PROFONDO SU ECONOMIA”

“Il Paese, l’Europa, il mondo intero condividono ansia e difficoltà nell’affrontare una sfida straordinaria”, scrive ancora Visco nella sua relazione. “La repentina diffusione del nuovo coronavirus (Covid-19), oltre a minacciare gravemente la salute della popolazione e a mettere sotto estrema pressione i sistemi sanitari, ha sconvolto le nostre abitudini di vita, i processi di lavoro, il funzionamento delle scuole e delle università; l’impatto sul sistema economico-finanziario sarà di proporzioni molto ampie e profonde”, ha sottolineato.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, Catalfo: “Il reddito di emergenza verrà inserito nel decreto di aprile”

“PRONTI A TUTTO PER SOSTENERE L’ECONOMIA”

“Nell’ambito del nostro mandato siamo disposti ad aumentare il volume degli acquisti, a modificarne la composizione e a esplorare tutte le possibili opzioni per sostenere l’economia in questa fase di acuta difficoltà”, annuncia Visco nella relazione presentata in occasione dell’approvazione del Bilancio 2019 di Bankitalia.

Parlando degli interventi messi in campo dalla Bce per contrastare la crisi innescata dalla pandemia, “si è anche deciso di considerare la possibilità di rivedere i limiti che ci eravamo imposti in passato nello svolgimento di queste operazioni, nella misura necessaria a rendere gli interventi proporzionati ai rischi da affrontare; non si tollereranno impedimenti tali da compromettere l’efficace trasmissione della politica monetaria”, ha ricordato Visco.

“DA BCE A BANCHE 3 MILA MLD PER SOSTENERE PMI”

Per fronteggiare l’impatto negativo della pandemia, l’ammontare massimo che le banche “potranno ottenere in prestito” con le operazioni decise dal Consiglio direttivo “raggiungerà i 3.000 miliardi”, si legge nella relazione di Visco. Le misure della Banca centrale europea sosterranno “il credito bancario a favore dei soggetti economicamente più colpiti dalla diffusione del nuovo Coronavirus, con particolare attenzione alle piccole e medie imprese”.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, Bernaudo: “È pandemia per le aziende, serve un piano straordinario”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

31 Marzo 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»