Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Congresso delle famiglie, Pillon scherza tra la folla: “Facciamo un selfie dal Medioevo”

Bagno di folla per il senatore Pillon al congresso di Verona, tra strette di mano, foto e complimenti. Oggi la marcia finale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

VERONA – Bagno di folla per il senatore Simone Pillon (Lega) tra i partecipanti della marcia finale del Congresso Mondiale delle Famiglie che si stanno riunendo di fronte alla Gran Guardia di Verona. Il firmatario dell’omonimo ddl, bersaglio ieri di buona parte degli attacchi sferrati durante la contro-marcia femminista di ‘Non una di meno’, oggi si gode le celebrazioni dei suoi supporter. Ai giornalisti che gli fanno domande risponde solo: “ora voglio stare con la gente”.

LEGGI ANCHE: VIDEO | Congresso mondiale delle famiglie, Amato: “Abolire divorzio, 194, eutanasia e unioni civili”

Questo non è un selfie, è un’immagine dal Medioevo“, scherza il senatore con chi gli chiede una foto. Tra i suoi fan c’è chi lo ringrazia “per tutto ciò che fa per la famiglia”, chi lo esorta ad “andare avanti con la grazia di Dio”.

Un uomo gli porge un album di foto e insieme ne guardano alcune. “Vedo una donna che è stata lasciata libera“, scherza con una donna incinta che prontamente gli risponde “ho lasciato il mestolo a casa”.

Dopo strette di mano, foto e complimenti, Pillon si allontana con un cronista straniero, l’unico giornalista con cui accetta di parlare. Se ne va dicendo ai suoi sostenitori: “Sono contentissimo di vedervi, mi date forza”.

LEGGI ANCHE: 

VIDEO | Congresso famiglie, tra i gadget un feto di gomma. Boldrini: “Operazione mostruosa”

A Verona via a Congresso famiglie, Gandolfini: “Su aborto il diritto del bambino viene prima”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»