Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Roma, pronta la Metro C a San Giovanni: è la prima stazione museo

ROMA - Sarà la prima stazione museo della rete metropolitana di Roma. Con un atrio caratterizzato dalla presenza
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Sarà la prima stazione museo della rete metropolitana di Roma. Con un atrio caratterizzato dalla presenza di numerosi reperti antichi e aperto al pubblico anche se non si deve prendere il treno. La fermata di San Giovanni della linea C è finalmente pronta e tra qualche settimana sarà consegnata ad Atac per l’avvio del pre-esercizio.

Questa mattina la stazione è stata presentata ufficialmente durante una visita alla presenza del sindaco di Roma Virginia Raggi, dell’assessore alla Mobilità, Linda Meleo, del presidente della commissione Trasporti, Enrico Stefano, e dei vertici di Roma Metropolitane e Metro C spa. La fermata si presenta come un corpo stazione di tre piani, profonda oltre 20 metri e con una superficie complessiva di 3.000 metri quadrati. È presente un tunnel di collegamento con la linea A che però non è ancora operativo. L’apertura al pubblico e l’avvio del servizio della nuova stazione è previsto per gli ultimi mesi del 2017.



“La Soprintendenza- ha spiegato la direttrice scientifica dalla Soprintendenza di Stato, Rossella Rea, durante la visita- ha creduto fortemente nel dovere morale di restituire alla cittadinanza non solo una stazione ma anche un viaggio nella storia del luogo attraverso le varie trasformazioni del posto per opera dell’uomo. San Giovanni non è solo una stazione musealizzata ma un vero viaggio nel tempo dal momento in cui l’uomo ancora non era ancora apparso sulla terra fino all’antichità, attraverso una serie di reperti e pannelli esplicativi”.

Tra i vari reperti inseriti nelle teche della fermata ecco pezzi di tubature in coccio di un impianto di irrigazione di prima età imperiale, anfore, utensili antichi del I secolo dopo Cristo come un forcone, gioielli in oro, monete, lucerne, vasellame e pezzi di statue. Un gioiello che vale da solo una visita. In attesa dell’ancora più bella stazione di Amba Aradam, dove i lavori sono ancora in corso.

Leggi anche: Metro C, Cialdini: “Valutiamo come proseguire dopo Colosseo, non se proseguire”

RAGGI: SAN GIOVANNI STAZIONE ‘NARRANTE’

“Siamo entrati in una stazione bellissima e narrante. Gli utenti leggono sui pannelli la storia e quello che è stato ritrovato. Colgo l’occasione per raccogliere due inviti: da un lato implementeremo in più lingue i pannelli illustrativi, almeno in inglese, per aiutare anche i visitatori stranieri a leggere e comprendere. Poi raccolgo l’auspicio che anche le stazioni già esistenti possano essere uniche e caratterizzate in questo senso”. Così il sindaco di Roma, Virginia Raggi, durante la visita alla stazione San Giovanni della linea C.

“L’auspicio più grande è quello che si vada presto verso l’apertura per farla diventare funzionante e fruibile a tutti- ha aggiunto Raggi- Collaboreremo come amministrazione per completare anche le altre stazioni programmate e a un’implementazione generale della rete del trasporto pubblico”.

“Questo è solo il primo passo di quello che sarà questa stazione metro, che avrà una valenza importante non solo per il profilo storico-culturale ma anche per il servizio che svolgerà visto che qui ci sarà il primo nodo scambio con linea A. Il mio auspicio è che la stazione entri in funzione il prima possibile”. Così l’assessore alla Mobilità di Roma, Linda Meleo, durante la visita alla stazione San Giovanni della linea C della metropolitana.

 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»