Roma. Strisce blu, Codacons: “Il Comune rinuncia alla sospensiva, stop agli aumenti”

ROMA - Il Comune di Roma ha rinunciato
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

strisce bluROMA – Il Comune di Roma ha rinunciato dinanzi al Consiglio di Stato alla richiesta di sospensiva della sentenza del Tar Lazio che, accogliendo il ricorso del Codacons, aveva bocciato gli aumenti delle tariffe per le strisce blu della capitale. Ne dà notizia lo stesso Codacons, intervenuto in udienza per contrastare il ricorso dell’amministrazione comunale.

“Tutto rimandato quindi al prossimo 15 settembre, quando i giudici decideranno nel merito se confermare o meno la bocciatura decisa dal Tar. Intanto – fa sapere l’associazione – gli aumenti delle tariffe rimangono illegittimi. Il Comune di Roma, quindi, dovrà non solo adeguare gli strumenti di pagamento per consentire agli automobilisti la sosta di un’ora al costo di 1 euro, ma anche reintrodurre le agevolazioni cancellate con la delibera bocciata dal Tar, ossia l’abbonamento giornaliero da 4 euro e quello mensile da 70 euro”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»