hamburger menu

Honduras, il simbolo sacro dei nativi donato alla presidente Castro

La Vara Alta Lenca, simbolo sacro del popolo lenca e dei nativi del Paese centroamericano, consegnato alla neoletta presidente Xiomara Castro

Pubblicato:31-01-2022 13:03
Ultimo aggiornamento:31-01-2022 13:03
Canale: Mondo
Autore:
honduras
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – Un lungo bastone di mogano intarsiato a mano recante i simboli del sole, della luna e del serpente. In cima, una donna, guardiana dei fiumi. Tutt’attorno alla punta, otto bande colorate che rappresentano le istanze storiche dei popoli originari dell’Honduras, dalla giustizia fino alla speranza. E’ la Vara Alta Lenca, simbolo sacro del popolo lenca e dei nativi del Paese centroamericano che è stato consegnato alla presidente Xiomara Castro nel corso della cerimonia di investitura da capo dello Stato. A porgere la Vara Alta a Casto è stata “Bertita” Zúniga Cáceres, figlia della dirigente nativa dei lenca e ambientalista Berta Caceres, uccisa nel marzo 2016 mentre lottava contro la costruzione di una diga nei territori del popolo originario.

Durante la cerimonia di investitura Castro ha ribadito la necessità di fare giustizia per l’attivista. A oggi per l’omicidio di Caceres sono state condannate nove persone, tra i quali dirigenti della società proprietaria del progetto della diga ed ex esponenti delle forze armate locali. Zuniga Caceres, che è coordinatrice del Consejo Cívico de Organizaciones Populares e Indígenas de Honduras (Copinh) fondato dalla madre, ha affermato che la consegna del simbolo sacro vuole essere una prova dell’impegno della nuova presidente per “liberare i territori nativi dal saccheggio, la corruzione e lo sfruttamento”. Il Copinh continua da anni la sua mobilitazione affinchè vengano incriminati per l’omicidio di Caceres anche i suoi cossiddetti mandanti intellettuali, su tutti la famiglia Atala, proprietaria della società che voleva costruire la diga e tra le più facoltose del Paese.

Castro, moglie dell’ex presidente Manuel Zelaya, deposto da un golpe nel 2009, ha giurato nei giorni scorsi dopo essere uscita vincitrice con più del 53 per cento delle preferenze dalle elezioni che si sono tenute a novembre.

Tra i temi toccati dalla presidente durante il suo primo discorso anche la lotta alla povertà e il sostegno alle fasce di popolazione più vulnerabili. Secondo Castro, al momento l’Honduras è infatti “il Paese più povero dell’America Latina”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-01-31T13:03:11+02:00