Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Fico: “Oggi confronto con partiti su temi”. Confindustria: “Confermare Gualtieri”

roberto_fico
Nel secondo giorno di consultazioni è emersa da parte 'dei piccoli' il sostegno ad un eventuale Conte Ter
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Con il gruppo Misto del Senato, guidato dalla senatrice di Leu, Loredana De Petris, si è concluso il primo giro di consultazioni alla Camera del presidente Roberto Fico, a cui il capo dello Stato, Sergio Mattarella, ha dato l’incarico esplorativo per capire se un nuovo Governo, con la stessa maggioranza del Conte bis, sia praticabile. Nella giornata di ieri è emerso da parte dei ‘piccoli’ (Europeisti, Autonomie, gruppo parlamentare Misto della Camera Centro Democratico- Italiani in Europa; Maie-Movimento associativo Italiani all’estero-Psi, Minoranze linguistiche, e il gruppo Misto al Senato) il sostegno ad un eventuale Conte Ter. Ma il confronto prosegue. Dai colloqui “è emersa la disponibilità comune delle forze politiche a procedere con il confronto sui punti e temi programmatici. Ho promosso l’avvio di questo confronto nella mattinata di domani a Montecitorio“, ha dichiarato Fico, al termine della consultazioni.

BONOMI: “GUALTIERI? RIMANGA DOVE È, RECOVERY È MERITO SUO”

Intanto il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, a ‘Mezz’ora in piu” su Rai 3, ha lanciato un appello a confermare Roberto Gualtieri, al ministero dell’Economia: “Non possiamo permetterci un cambio all’Economia e Finanze. Anche dal punto di vista del merito: il Recovery fund è soprattutto merito suo ed è stato un ministro che ha sempre ascoltato con spiccata capacità di comprendere i temi importante, anche se talvolta non è andato nella direzione che auspicavamo. Lui il nuovo premier? Non sta a noi dirlo”. “Questo Governo ha un’ideologia statalista dell’economia. E questo non è corretto per noi che sosteniamo una partnership pubblico-privato. Lo Stato non deve fagocitare l’economia”, ha aggiunto Bonomi.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»