Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

General Electric, Rossi: “Grazie all’investimento 500 nuovi posti di lavoro”

ROMA   -"#ProgettoGalileo @GEperilfuturo 600mln d'investimento per 500 nuovi posti di lavoro: un centro d'eccellenza mondiale": il presidente
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA   -“#ProgettoGalileo @GEperilfuturo 600mln d’investimento per 500 nuovi posti di lavoro: un centro d’eccellenza mondiale”: il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi lo scrive su Twitter in occasione della firma, a Firenze, di un accordo industriale con il Ceo di General Electrics, Jeff Immelt. Il numero uno di Ge ha incontrato anche il presidente del Consiglio Matteo Renzi, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Luca Lotti e il ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi.

“Col #ProgettoGalileo 500 nuovi posti di #lavoro e formazione per una nuova generazione d’ingegneri”, aggiunge Rossi per poi proseguire con altri tweet. “A S. Giovanni lavoratori e sindacati con massima serietà commentano questo grande progetto”, scrive il presdidente della Toscana aggiungendo: “#ProgettoGalileo rafforza la presenza di @GEperilfuturo in #Toscana, che già dà lavoro a circa 34mila dipendenti, tra diretti e indotto”. Infine, scrive Rossi, “#Galileo Pisano come me. Fa piacere che oggi @generalelectric nomini così il suo progetto dal cuore toscano“.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»