Covid19 e scuola, la chiusura “dovrebbe essere l’ultima risorsa disponibile”

Intervento a cura di Agostino Miozzo, coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Il 23 dicembre è stato pubblicato dal “European Centre for desease prevention and control” un importante rapporto tecnico: COVID 19 nei bambini (età considerata 1-18 anni) e ruolo degli ambiti scolastici nella trasmissione – primo aggiornamento.

Obiettivo del documento è quello di fornire un aggiornamento sulle conoscenze relative al ruolo dei bambini nella trasmissione di SARS- CoV-2 e al ruolo della scuola nella pandemia di COVID 19. 

Lo studio valuta esperienze nell’Unione Europea nel periodo agosto-dicembre 2020.

Il documento analizza inoltre il tema della trasmissione da e verso lo staff operante all’interno dell’ambiente scolastico, le misure di mitigazione incluse le comunicazioni del rischio, i test, il “contact tracing” e l’efficacia della chiusura parziale o totale delle scuole.

LEGGI ANCHE: Covid e sicurezza a scuola: il progetto Sip, Bambino Gesù e Ido

Alcuni messaggi chiave appaiono decisamente importanti:

1 C’è un consenso generale sul fatto che la decisione di chiudere le scuole, al fine di controllare la diffusione della pandemia, dovrebbe essere l’ultima risorsa disponibile. L’impatto psicologico, sulla salute mentale, e sull’educazione in caso di chiusura delle scuole, come sul piano dell’impatto economico per la società, sarebbe molto più evidente che i benefici derivanti dalla chiusura.

2 la chiusura delle scuole può contribuire alla riduzione della trasmissione di SARS-CoV-2 ma è insufficiente a prevenire la trasmissione comunitaria di COVID 19 in assenza di altri interventi come la limitazione della mobilità e della possibilità di incontri di gruppo.

3 Misure di distanziamento, igiene e uso delle mascherine sono essenziali per prevenire la trasmissione. Le misure adottate negli ambiti scolastici determinano un ottimo percorso pedagogico per la comprensione da parte degli studenti degli effetti della pandemia e della appropriatezza delle misure adottate per proteggerci dalla sua diffusione.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»