Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Di Maio: “Renzi e Salvini inaffidabili, Conte? Ce la sta mettendo tutta”

di maio
L'anticipazione dell'intervista in onda domani, in seconda serata su Canale5, del 'Maurizio Costanzo Show' al ministro degli Esteri Luigi Di Maio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Matteo Renzi e Matteo Salvini “sono facce un po’ della stessa medaglia, dell’inaffidabilità, che poi ho pagato direttamente perché i due Matteo sono stati protagonisti prima della caduta del governo Conte 1 e poi del Conte 2. In particolare del Conte 2 in piena terza ondata della pandemia quindi proprio da irresponsabili”. Lo dice il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, in un’anticipazione dell’intervista in onda domani, in seconda serata su Canale5, del ‘Maurizio Costanzo Show’.

La Meloni mi ha spaventato quando, durante quest’anno, ha cominciato a strizzare l’occhio ai no-vax“, prosegue Di Maio. “Abbiamo dati scientifici che dicono che in tutta Europa i Paesi che hanno più vaccinazioni hanno meno morti per Covid e noi siamo tra i primi Paesi per vaccinazioni. L’Italia ha l’86% di persone vaccinate, 45 milioni che hanno completato il ciclo vaccinale e questo sta salvando la vita a un sacco di persone, grazie alla responsabilità degli Italiani“.

Di Maio, i 5 Stelle non sono in buona salute, perché non va lei a fare il Segretario? “Io mi sono tolto quella cravatta e non me la rivoglio più mettere, ne metto altre. Credo che sicuramente il Movimento 5 Stelle per stare al passo con questa nuova fase politica dell’Italia deve fare profondi cambiamenti, però Giuseppe Conte ce la sta mettendo tutta…Però adesso per esempio ci stiamo battendo molto per l’obiettivo del salario minimo. Dobbiamo stabilire in Europa salari equi, in modo tale che nessun Paese nell’Unione Europea attiri le aziende italiane lì perché paga meno i lavoratori e allo stesso tempo dobbiamo sempre garantire dignità ai lavoratori italiani”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»