Lamorgese risponde a Salvini: “Sono i decreti sicurezza che hanno creato insicurezza”

Dopo l'attentato di Nizza, Salvini ha puntato il dito contro Conte e Lamorgese accusandoli di essere 'responsabili morali' di quanto accaduto perchè il killer era passato da Lampedusa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Responsabilità non ce n’è da parte nostra“, dice la ministra rispondendo ai giornalisti replicando alle accuse di Matteo Salvini, che ha chiesto le dimissioni della ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese e puntato il dito contro di lei e contro il premier Giuseppe Conte come ‘responsabili morali’ dell’attentato di Nizza (perchè il killer tunisino, prima di arrivare in Francia, era sbarcato a Lampedusa il 20 settembre). 

“Ho sentito parlare dei decreti sicurezza, che noi avremmo modificato. Ma voglio anche dire che i decreti sicurezza hanno creato insicurezza perchè 20mila persone sono dovute uscire da un giorno all’altro dall’accoglienza, e noi abbiamo cercato di tenere presente l’esigenza di sicurezza del paese, non disperdendo tutti nel territorio nazionale”.

“È ATTACCO ALL’EUROPA, LAMPEDUSA È LA PORTA D’EUROPA”

“Questo è il momento di fermarsi con le polemiche ed essere vicini al popolo francese e a vari paesi europei. Questo è un attacco all’Europa: Lampedusa in Italia è la porta di Europa”, dice ancora Lamorgese.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»