VIDEO | Carta di identità elettronica a Palermo, la prima richiesta è di Orlando

Il sindaco ha eseguito tutte le procedure, compreso il rilascio delle impronte digitali. Saranno necessari 5 giorni per il rilascio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – La carta di identità elettronica arriva a Palermo. La prima richiesta ufficiale porta la firma del sindaco, Leoluca Orlando, che oggi si è recato negli uffici dell’Anagrafe di viale Lazio per verificare in via sperimentale il funzionamento delle procedure di rilascio della nuova carta, che arriverà entro cinque giorni lavorativi dalla richiesta.

Orlando ha eseguito tutte le procedure, compreso il rilascio delle impronte digitali necessario per l’ottenimento della carta di identità elettronica, davanti ai funzionari e agli impiegati dell’Anagrafe di viale Lazio, dove erano presenti anche il vicesindaco, Fabio Giambrone, e l’assessore ai Servizi demografici, Giuseppe Mattina: con il rilascio della carta, tuttavia, come precisano dagli uffici, le impronte verranno cancellate senza lasciare alcuna traccia nei database comunali.

I palermitani che volessero richiedere il nuovo documento elettronico potranno farlo a partire dalla prossima settimana negli uffici di viale Lazio, ma in seguito sarà possibile inoltrare le richieste anche nelle altre postazioni dell’Anagrafe in città.

Prevista anche la prenotazione online, attraverso il sito ‘prenotazionicie.interno.gov.it’, per stabilire la data dell’appuntamento negli uffici del Comune: una possibilità data dal fatto che Palermo ha aderito al servizio messo a disposizione dal ministero dell’Interno.

Nei piani del Comune, inoltre, è prevista l’apertura di uno sportello dell’Anagrafe all’aeroporto ‘Falcone-Borsellino’, al quale gli utenti potranno rivolgersi per la risoluzione dei problemi che possono sorgere in fase di controllo dei documenti.

“Ho verificato in via sperimentale il funzionamento delle procedure e dalla prossima settimana inizieremo con le prenotazioni – ha affermato Orlando -.

Si tratta di una innovazione che garantisce sicurezza ai cittadini attraverso una chiara identificazione del titolare della carta”. La carta di identità elettronica, che viene rilasciata dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato (Ipzs), aprirà ai palermitani la possibilità di accedere a diversi servizi online della pubblica amministrazione.

La richiesta, inoltre, prevede una dichiarazione sull’eventuale volontà di donazione degli organi. “Si tratta di uno strumento estremamente sicuro – ha spiegato Stefano Imperatori, direttore Sviluppo soluzioni integrate dell’Ipzs – e importante perchè permette di garantire massimi livelli di sicurezza per l’identità digitale dei cittadini e può essere utilizzato per accedere ai siti della pubblica amministrazione anche attraverso lo smartphone.

Uno strumento semplice e sicuro – ha aggiunto Imperatori – che rende l’Italia il primo paese in Europa per conformità al nuovo regolamento comunitario in cui è previsto, entro sette anni, il documento di identità elettronica per tutti i cittadini dell’Unione”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»