Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Di Maio: “In Calabria e Emilia Romagna il M5S corre da solo, no all’alleanza con il Pd”

E su Conte il leader M5S aggiunge: "Non mi sento insidiato da lui"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Ieri ho incontrato i parlamentari di Emilia Romagna e Calabria, con loro ci prepariamo ad una campagna elettorale difficilissima. Andremo da soli, che non significa non mettersi insieme a liste civiche, o ambire ad un candidato presidente che vada oltre il movimento”. Lo dice Luigi Di Maio, parlando coi cronisti al Senato.

“Zingaretti vuole alleanze strutturali col M5S? Non ci sono i presupposti, basta parlare coi nostri attivisti” aggiunge ancora Di Maio.

“Siamo passati da ‘mai col M5S’ al voler fare alleanze strutturali. In questi giorni ho incontrato i rappresentanti territoriali di Calabria ed Emilia Romagna- spiega- e non c’è volontà di fare alleanze strutturali col PD. Al governo ci siamo per evitare aumento dell’Iva, ridurre il numero dei parlamentari e abbassare le tasse. Detto questo, sapete che il M5S è post ideologico”.

Su Giuseppe Conte, poi, il leader del M5S dice: “Non mi sento insidiato. Sono in parlamento da sette anni e da sette anni si mette continuamente qualcuno contro di me. Abbiamo iniziato con Grillo, poi Di Battista, Fico, e ora Conte. Se facciamo squadra i cittadini comprenderanno meglio quello che stiamo facendo come governo”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»