Salvini parte con la campagna elettorale a Roma: “Candidato può anche non essere leghista”

A chi gli fa notare che è congruo l'anticipo sulle elezioni, replica: "Non è presto, noi lavoriamo quartiere per quartiere"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA –  “Candidati? Non fatemi fare nomi e cognomi. Io le mie idee ce le ho, però il nome del candidato arriva alla fine di un percorso. Tu puoi avere Ibraimovich, ma se ti mancano gli altri dieci giocatori non vai lontano, quindi stiamo costruendo la squadra. Ma il candidato sarà comunque un romano, e questo è sicuro“. Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini durante la sua visita al mercato di Torpignattara a Roma. “Ci vuole qualcuno che conosca la città- ha aggiunto Salvini- quartiere per quartiere, negozio per negozio, scuola per scuola, asilo per asilo. Se posso scegliere io preferisco sempre chi ha esperienza di territorio e chi conosce e ama la città altrimenti troviamo una Raggi qualunque che fa disastri. Non necessariamente deve essere iscritto alla Lega, basta che abbia idee chiare per la città, sicura, pulita, bella, meno caotica. Come Lega abbiamo tanto consenso quindi diremo la nostra però non mi interessa l’appartenenza partitica“.

Salvini ritiene che non sia presto per partire con la campagna elettorale. “Roma è una città con quasi 3 milioni di abitanti, grande sette volte Milano, con quartieri enormi. Ostia dal mio punto di vista dovrebbe essere un comune autonomo, non ha senso che sia un quartiere di Roma. Quindi meglio avere un anno di tempo per lavorare quartiere per quartiere che arrivare all’improvviso l’ultimo quarto d’ora”.

.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»