fbpx

Tg Politico, edizione del 30 settembre 2019

STASERA IL DEF, CONTE GARANTISCE: L’IVA NON AUMENTA

L’Iva non aumenterà, “abbiamo trovato i 23 miliardi per sterilizzare le clausole di salvaguardia”. L’annuncio lo dà il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, intercettato davanti a Palazzo Chigi dai cronisti. Il premier garantisce una riduzione dell’imposta su bollette e alimenti di prima necessità come frutta e latte. Confermato il taglio del cuneo fiscale e gli incentivi per chi paga con la carta di credito. Stasera il varo del Def, con il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, che porterà in Consiglio dei ministri l’asticella del deficit per il 2020 al 2,1-2,2% del pil con 11 miliardi di flessibilità da contrattare con Bruxelles.

CALA LA DISOCCUPAZIONE MA AUMENTANO GLI INATTIVI

Cala il tasso di disoccupazione, anche tra i giovani. Lo rileva l’Istat, diffondendo un dato, il 9,5%, mai così basso dal novembre del 2011. Un dato in chiaroscuro, però, perché aumenta il numero degli inattivi. 73mila persone in più che non hanno né cercano un impiego. “Ora- dice il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo- dobbiamo lavorare sul salario minimo e sul taglio del cuneo fiscale”.

LEGGE ELETTORALE, LEGA VUOLE REFERENDUM PER MAGGIORITARIO

La Lega vuole il maggioritario. Roberto Calderoli ha depositando in Cassazione il quesito che abroga la parte proporzionale del Rosatellum. Insieme a lui i rappresentanti dei consigli regionali che sostengono la richiesta: Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Sardegna, Piemonte, Abruzzo, Basilicata e Liguria. Con il maggioritario, spiega il vice presidente del Senato, non saranno più possibili manovre di palazzo.

PIACE IL VOTO AI SEDICENNI, MA NON AI SOCIAL

Si’ al voto dei sedicenni. Quasi un coro in Parlamento a favore della proposta avanzata da Matteo Salvini e ripresa da Enrico Letta di abbassare l’eta’ per l’elettorato attivo. “A quell’eta’ i ragazzi hanno gia’ una piena maturita’ psico-fisica. In altri ordinamenti giuridici e’ gia’ cosi”, dice il presidente del consiglio Giuseppe Conte. Favorevoli Nicola Zingaretti e Luigi Di Maio, piu’ freddo il centrodestra. Ma sui social, in calce ai post dei leader politici ben pochi si schierano per il voto ai ragazzi. “Ho un figlio sedicenne e non credo assolutamente sia pronto per il voto. E cosi’ i suoi amici”, scrivono sulla pagina facebook di Di Maio.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Guarda anche:

30 Settembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»