Federlab firma una convenzione con Health Assistance Spa e Mutua Mba

La sanità privata scende in campo per il rilancio e il potenziamento dei servizi nel comparto della laboratoristica
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La sanità privata scende in campo per il rilancio e il potenziamento dei servizi nel comparto della laboratoristica. Una collaborazione a tre voci, targata Federlab Italia, Health Assistance Spa, e con loro, Mutua Mba, soggetto centrale nell’universo del mutuo soccorso nazionale. 

Una lettera d’intenti, firmata questa mattina, lunedì 30 settembre a piazza del Popolo a Roma, con cui nasce una partnership “di altissimo livello che arrecherà grandi vantaggi alla platea dei nostri associati”, ha spiegato il presidente Federlab Italia, Gennaro Lamberti. Tra i risvolti positivi della convenzione, prestazioni sanitarie ambulatoriali più complete a 360 gradi. Vale a dire “laboratori di analisi, studi radiologici, medicina nucleare, cardiologia. Come anche tutte le branche di visita, e in alcuni casi la fisioterapia”. E ancora, l’intesa consentirà “di realizzare un progetto che garantirà ai nostri iscritti la possibilità di effettuare prelievi domiciliari, su tutto il territorio nazionale, nonché di poter proporre accordi di convenzionamento e, in un rapporto di collaborazione con Health Assistance, l’opportunità per i dipendenti delle aziende associate di avere accesso a sussidi mutualistici in collaborazione con Mutua Mba”, ha aggiunto il presidente.

Health Assistance, società del gruppo Health Italia Spa, specializzata nello sviluppo e gestione di prodotti e programmi di assistenza socio-sanitaria e sociale, mette appositamente a disposizione di Federlab anche “un servizio di rating e di vendita delle rispettive prestazioni sanitarie”. Con la firma “c’è quindi il riconoscimento di una leadership all’interno del nostro settore, quello delle associazioni di categoria maggiormente rappresentative. E- ha puntualizzato Lamberti- speriamo di moltiplicare gli associati”. L’obiettivo strategico di Federlab rimane quello “di fornire a tutti coloro che hanno necessità di rappresentanza, nel variegato mondo della sanità privata, la più grande gamma di prestazioni sanitarie e di natura istituzionale”. In modo tale da “dare a questa branca della sanità, che è la sanità privata, ambulatoriale, accreditata e non, il giusto rilievo al livello nazionale”, ha aggiunto. Infine, per gli associati, “anche uno spazio web dedicato, in cui offrire le prestazioni, oltre alla possibilità, per le famiglie dei dipendenti e dei nostri clienti, di poter usufruire di servizi di call center medico e di gestione della cronicità”, ha concluso Pietro Napolitano, vicepresidente di Federlab Italia.

HEALTH ASSISTANCE: CON FEDERLAB AIUTIAMO POPOLAZIONE A RIMANERE SANA

“Vogliamo aiutare la popolazione ancora sana a rimanere sempre più a lungo sana, ma anche aiutare le persone che hanno bisogno di assistenza ad avere le migliori terapie presso il loro domicilio o il più possibile vicino alle loro esigenze di lavoro o di vita”. Questo l’obiettivo dell’accordo siglato stamattina a Roma con il presidente di Federlab, Gennaro Lamberti, per Paolo Rubini, presidente di Health Assistance, società del gruppo Health Italia specializzata in sviluppo e gestione di prodotti e programmi di assistenza socio-sanitaria e sociale. Il ruolo di Health Assistance sarà “quello di società che convenzionerà le strutture sanitarie, come già facciamo per i servizi che offriamo ai nostri partner e ai nostri assistiti, con un approccio che vogliamo rivendicare innovativo: passare dall’avere tra i nostri assistiti le persone che necessitano di terapie o prestazioni sanitarie ad avere anche le persone che sono in salute e vogliono cercare di rimanervi il più a lungo possibile. Questo si può fare con sistemi innovativi di prevenzione, che vanno dalla genetica alle informazioni sulle predisposizioni verso gli alimenti e verso gli stili di vita più sani”. Quella con Federlab “è una partnership più ampia che riguarda il gruppo Health Italia in tutte le sue forme e manifestazioni di controllate e partner per lo sviluppo di una sanità integrativa e innovativa- precisa Rubini- La Convenzione non ha una durata prestabilita ma è collegata ai vari step dell’accordo, che verrà di volta in volta sviluppato su tutte le aree su cui non solo Health Assistance, ma l’intero gruppo Health Italia, vuole costruire un percorso, seguendo le linee guida che abbiamo individuato: mantenere le persone il più a lungo possibile in salute, curarle nel modo migliore possibile, e costruire- conclude- un supporto con Mba molto integrativo e molto valido alla sanità pubblica”.

MUTUA MBA: CON FEDERLAB-HEALTH ASSISTANCE AZIENDA PROMUOVE INTEGRATIVA

“Un’operazione di carattere collettivo di ampio respiro, come quella pensata insieme a Federlab, permette di sollevare la famiglia da maggiori costi attraverso contributi molto modesti e il coinvolgimento attivo dell’azienda in quest’azione di welfare. Così l’azienda svolge una funzione molto importante: quella di essere un promotore di sanità integrativa”. Questo il commento alla Dire del presidente di Mutua Mba, Luciano Dragonetti, a proposito della convenzione siglata stamattina a Roma con Federlab Italia, associazione di categoria dei laboratori di analisi cliniche e dei centri poliambulatoriali privati accreditati, e Health Assistance, società del gruppo Health Italia Spa, quotata alla borsa di Milano specializzata nello sviluppo e gestione di prodotti e programmi di assistenza socio-sanitaria e sociale. “È un accordo molto ampio- spiega Dragonetti- che prevede la partecipazione di provider qualificati, come Health Assistance e Mutua Mba, società di mutuo soccorso che si occupa di erogare prestazioni sanitarie. L’accordo va nella direzione di offrire a tutti gli aderenti a Federlab importanti soluzioni per la sanità integrativa e per il welfare, fino a sfociare nelle coperture sanitarie assistenziali facenti parte di accordi collettivi nazionali di lavoro”, per “portare una sanità d’eccellenza all’interno di un contratto di lavoro che diversamente troverebbe difficoltà nel singolo aderente”. La società di mutuo soccorso “che non applica alcun tipo di fine di lucro, di discriminante associativa, di differenze di quote associative in base alla classe lavorativa o all’età- conclude il presidente di Mutua Mba- diventa il partner ideale per Federlab e Health Assistance”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

30 Settembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»